Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Architettura e design

Schermature solari

Dalle Mashrabiya al cemento trasparente

Schermature solari - Dalle Mashrabiya al cemento trasparente

Mashrabiye moderne vengono attualmente utilizzate in architettura, come schermature solari di grande effetto, più per la luce, che per l'aspetto termoigrometrico ma in origine era il nome con il quale si identificava un sistema tradizionale di raffrescamento passivo, tipico del Medio Oriente e delle zone del Nord Africa, costituito da una parte dell'edificio sporgente, con aperture formate da grate lignee che permetteva di ottenere in maniera semplice un adeguato benessere igrometrico interno agli ambienti. 


Tecnologicamente la Mashrabiya sfrutta le caratteristiche fisiche del legno, in base alle condizioni climatiche del luogo in cui si trova. Dipende innanzitutto dal tipo di legno impiegato: se non è trattato o verniciato, è in grado di assorbire o rilasciare acqua. 

 


Il funzionamento è bifasico: di notte il vento attraversa le grate della Mashrabiya lignea, cedendo al materiale la propria umidità. Di giorno invece, quando batte il sole, il legno rilascia questa umidità immagazzinata, favorendo così le condizioni climatiche degli ambienti interni. 


Generalmente le Mashrabiye esposte a nord, o in situazioni di particolare traffico e affollamento, presentano delle trame di legno più sottili e fitte. Le trame servono anche per riparare da indiscreti sguardi esterni; perciò le più moderne, hanno un disegno più fitto partendo dal basso verso l'alto, che progressivamente si dirada, fino ad arrivare a vetro completo trasparente nella sommità, per favorire l'illuminazione. 


Anche il cemento diviene trasparente grazie alla nuova tecnologia (realizzata da Italcementi). Il connubio tra cemento e resine speciali consente di trasmettere la luce riflessa, naturale e artificiale, trasformando la parete in cemento in un sorprendente, trasparente vettore di luce attraverso il quale è possibile scorgere ciò che c'è oltre il manufatto.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Architettura e design

Arch. Donatella Musu - Alghero (SS)

Arch. Donatella Musu

Architetti / Architetti

Via Barcellonetta 16

07041 - Alghero (SS)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Sardegna - "Bonus volumetrici" fino al 31.12.2016

La legge sull’edilizia abitativa della Regione Sardegna apre la strada agli ampliamenti...

Continua