Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Coaching

Coaching: Facciamo chiarezza (Seconda Parte)

La Premessa e gli Strumenti del Coaching

Coaching: Facciamo chiarezza (Seconda Parte) - La Premessa e gli Strumenti del Coaching

Chi cerca un Coach o si affida a servizi di Coaching, sia come Privato che come Azienda, a volte non sa bene "a cosa" si vada incontro, "quando" è indicato rivolgersi ad un Coach Professionista, con quali modalità si svolge il lavoro e infine quali possono essere i risultati di un Percorso di Coaching.
Scopo di questo breve articolo, suddiviso in due Parti, è consentire a chi Coach non è, di guardare "Dietro le Quinte"  e svelare alcuni "segreti" Professionali.
Oggetto della seconda parte dell'Articolo è descrivere brevemente quali siano gli strumenti di lavoro dei Coach e si accennerà, in finale, a qualche nota di Etica Professionale. 
Gli Strumenti 
Ma allora se al povero Coach è vietato dire, come si fa a lavorare?
Quali strumenti nella sua “borsa dei ferri”?
Gli elementi che si trovano nella Borsa dei Ferri del bravo Coach sono tre: (tollerate gli inglesismi per un attimo, il gergo verrà chiarito nel seguito) 
1.       Le Domande
2.       Il Feedback
3.       Il TASK
Il Coach può, nel suo “dire” porre Domande. Domande alle quali il Cliente può non rispondere.
Il Coach può “restituire un Feedback”; il Feedback tecnicamente è definito come “un comportamento agito che sarebbe stato ripreso da una telecamera con microfono”.
Il Coach può concordare (non assegnare!) delle attività utili per mantenere alta la focalizzazione e la concentrazione del Cliente sul raggiungimento dell’obiettivo tra una sessione e la successiva: queste attività si definiscono TASK.
Fine.
Queste e queste solo, sono le tre cose che il Coach può fare.
E i Coach anticipano questa spiegazione all’inizio del rapporto per consentire al Coachee di monitorarne l’andamento e la eventuale violazione.
Cioè: tutto ciò che viene svolto utilizzando ALTRI strumenti che non siano soltanto i tre appena descritti, non è Coaching.
Punto.
Tutto alla luce del Sole! Niente di nascosto. Un rapporto alla pari. Infatti nel Coaching il Cliente viene anche definito “Partner”.
Gli Obiettivi
Il Cliente che decide di utilizzare un servizio professionale di Coaching ha un “suo” proprio obiettivo.
Esistono vari modi per trattare in maniera “scientifica” questo argomento e la letteratura è piena di citazioni e definizioni dotte, acronimi mnemonici e chi più ne ha più ne metta.
Il Coach ha i “suoi” propri obiettivi. I quali, ovviamente, NON sono quelli del suo Cliente:  non c’è confusione nei ruoli!
Gli Obiettivi del Coach sono due e tecnicamente si definiscono “I due Meta Obiettivi del Coaching
Il Coach ha l’obiettivo di aumentare nel Cliente:
1.       Consapevolezza: ciò che conosco di me nel senso più ampio che possiate immaginare
2.     Commitment: vocabolo di gergo che indica ad un tempo Volontà (Io Voglio), Responsabilità (Dipende da me), Azione (Io Faccio)
Il Come
Al Coach pertanto non viene chiesto di possedere tecniche, il Coaching essendo una professione di “processo” e mai di contenuto.
Al Coach viene piuttosto richiesto di “abitare competenze” in un approccio “a Zero Ego” (EgoLess)
In un’immagine: due persone unite in una danza, essendo il Coach la figura femminile, quella che segue, mai quella che guida, indirizza, sceglie, decide.
Per approfondire le modalità serve seguire un Master Professionale ma ciò non è oggetto di questo breve articolo.
Finale
In realtà, ad essere onesti fino in fondo, questo rapporto paritetico tra Professionista e Cliente è di difficile gestione, soprattutto all’inizio del percorso di Coaching. Infatti il Coach ha un grande vantaggio rispetto al proprio Coachee. Egli sa che la persona che entra nel suo studio il primo giorno sarà diversa da quella che uscirà dallo studio con l’obiettivo raggiunto.
E questo è un richiamo profondo al senso di Etica e Responsabilità del Coach.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Coaching

Balbi Dr. Vittorio Learning Community Ictf - Roma (RM)

Balbi Dr. Vittorio Learning Community Ictf

Counseling e coaching / Sviluppo e benessere

Via Lorenzo Bonincontri 116

00147 - Roma (RM)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Perché diventare un Coach?

Vuoi intraprendere un percorso di crescita personale e di sviluppo del tuo potenziale? Vuoi migliorare il tuo contesto professionale?

Continua

Chi è un Coach? E cosa fa un Coach evolutivo?

Il Coach è un professionista, esperto di processi evolutivi che affianca i propri Clienti nel raggiungimento di propri obiettivi

Continua

Master in Coaching Evolutivo: professione coach!

Diventa un esperto del cambiamento, insegna a facilitare lo sviluppo di nuove consapevolezze, evolvi con il Master in Coaching Evolutivo

Continua

Il coaching evolutivo: che cos`è

Il Coaching è una disciplina utilizzata per i raggiungimento di elevate prestazioni. La ricerca mostra che ci può essere ancora dell'altro...

Continua

Coaching Aziendale: Pensiero Strategico (Finale)

Molti Manager sono presi da urgenze e attività routinarie. Tu invece sai Pensare Strategico! Tu sai in cosa consiste. Sai come si "fa" la Strategia

Continua

Coaching Aziendale: Pensiero Strategico (3° Parte)

Molti Manager sono presi da urgenze e attività routinarie. Tu invece sai Pensare Strategico! Tu sai in cosa consiste. Sai come si "fa" la Strategia

Continua

Coaching Aziendale: Pensiero Strategico (2° Parte)

Molti Manager sono presi da urgenze e attività routinarie. Tu invece sai Pensare Strategico! Tu sai in cosa consiste. Sai come si "fa" la Strategia

Continua

Coaching Aziendale: Pensiero Strategico (1° Parte)

Molti Manager sono presi da urgenze e attività routinarie. Tu invece sai Pensare Strategico! Tu sai in cosa consiste. Sai come si "fa" la Strategia

Continua

Aziende: lavorare in Gruppo

Le Organizzazioni sono costituite da Gruppi di Lavoro. Con assegnati obiettivi e Responsabili. Quali abilità, competenze, "Governance" per un Gruppo?

Continua

Il Potere delle Parole di Incoraggiamento

Dio parlò e fu la luce ... e l'Uomo? ... (Jim Rohn)

Continua

La luce dell’Empatia, nel freddo mondo del lavoro

La calda luce dell’empatia, nel freddo mondo del lavoro, attraverso il Coaching….. Il segreto del successo nelle Organizzazoni

Continua

Coaching Aziendale: facciamo parlare i Dati

Indicazioni a Manager d'Azienda su "Domanda ed Offerta" dei Servizi Professionali di Coaching qualificato

Continua

Le Parole del Coach: "La FIDUCIA"

Il Cambiamento che vuoi apportare nella tua Vita dipende dal significato che assegni al vocabolo Fiducia. Andiamo a scoprire in che modo

Continua

Coaching: Pronti Via!

Quando è arrivato il momento di Agire

Continua

Coaching: Come distinguere tra i diversi stili

Vademecum per orientarsi nella scelta di un Professionista

Continua

Coaching: Facciamo chiarezza (Prima Parte)

La Premessa e gli Strumenti del Coaching

Continua