Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Responsabilità civile

Il nuovo reato di Grooming

1.struttura del reato di groomig 2.evoluzione del reato

Il nuovo reato di Grooming - 1.struttura del reato di groomig 2.evoluzione del reato

Il termine Grooming, con cui si delinea il nuovo reato sanzionato dall’art. 609 –undecies c.p., deriva dall’inglese to groom “curare”, intendendosi con esso l’atteggiamento di chi induce ad indebolire un minore attraverso tecniche di manipolazione pscicologica, realizzando un vero controllo della persona.  

L’attività di convincimento subdolo, spesso in termini amichevole,  si realizza attraverso l’uso di mezzi informatici e/o telefonici, in particolare gli strumenti maggiormente in voga solo  chat e/o invio di immagini pedopornografiche. Il reato si consuma realizzando un vero convincimento della vittima alla normalità di quel tipo di rapporto tra minore e adulto

L’ 609-undecies c.p. rubricato “adescamento di minorenni” descrive la condotta volta a  carpire la fiducia del minore degli anni sedici. Il fatto è  finalizzato alla commissione di reati di pedofilia e di pedopornografia, nonché alla riduzione in schiavitù dello stesso. Il grooming è un reato di mera condotta con dolo specifico (esterno all’elemento oggettivo del reato). 

La norma in questione da subito ha presentato notevoli perplessità soprattutto in merito alla scelta legislativa di restringere la tutela solo ai minori sino ad anni sedici. Fin dall’inizio tale discriminazione ha suscitato dubbi in merito alla possibilità di adescamento di minori di qualsiasi età. 

La disposizione trova le sue origini in ambito europeo. Infatti, esso origina dalla Raccomandazione del Parlamento Europeo al Consiglio ed agli Stati membri sulla lotta allo sfruttamento sessuale dei bambini ed alla pornografia infantile del 3 febbraio 2009 della Convenzione di Lazaronte promossa dal Consiglio d’Europa per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l’abuso sessuale. 

Il reato di cui si tratta non è molto conosciuto e la disciplina è carente. L’unico Paese che ne ha riconosciuto una regolamentazione è il Regno Unito che definisce il Grooming come quel reato espressione di “ ogni condotta tesa ad organizzare un incontro, per se stessi o per conto di terzi, con un minore al fine di abusarne sessualmente”. 

Ed ancora. L’Australia, il Canada ed alcuni Stati degli USA  hanno previsto sanzioni penali per il solo fatto di «instaurare una comunicazione (attraverso internet) al fine di sedurre un minore per poi abusarne sessualmente».

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Responsabilità civile

Avv. Maria Augusto - Quarto (NA)

Avv. Maria Augusto

Avvocati / Civile

Via Santamaria,192 Scala B

80010 - Quarto (NA)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Servitu' atipiche e materia condominiale

Servitu' atipiche e limitazione all'esercizio del diritto

Continua

Abusivo frazionamento del credito

Abuso del processo, temerarietà della causa, condanna ex art. 96 c.p.c. per responsabilità aggravata sono temi sempre piu’ rilevanti nell’ambito stragiudiziale e giudiziale

Continua

Foro del consumatore: sempre clausola vessatoria???

1.art.33 codice del consumo 2. ordinanza 2016 Suprema Corte di Cassazione

Continua

Phishing: 2° parte

La responsabilità della banca. L`onere probatorio

Continua

Phishing: 1° parte

La responsabilità del cliente e della banca

Continua

Processo telematico e diritto di famiglia (II PARTE)

Allegazione degli atti nel processo telematico

Continua

Processo telematico e diritto di famiglia (I PARTE)

La donna divorziata può mantenere il cognome del marito se sussiste un interesse meritevole suo e dei suoi figli

Continua

Vendita senza conformità catastale? (II PARTE)

L’omissione della dichiarazione di conformità allo stato di fatto della planimetria dell’immobile e dei dati catastali determina la nullità dell’atto

Continua

Vendita senza conformità catastale? (I PARTE)

L’omissione della dichiarazione di conformità allo stato di fatto della planimetria dell’immobile e dei dati catastali determina la nullità dell’atto

Continua

Prorogatio ad interim dell'amministratore

Poteri e attività dell'amministratore di condominio nei casi di revoca e dimissioni e/o cessazione naturale dell'incarico

Continua

Rinvio d'ufficio e costituzioni delle parti

Ecco cosa prevede la normativa ex art.168 bis ,4 e 5 c. c.p.c.

Continua

Rateizzazione Equitalia

E` divenuto lo strumento tipico di frazionamento del debito che consente il pagamento fino a 120 rate

Continua

Rateizzazione Equitalia

E` divenuto lo strumento tipico di frazionamento del debito che consente il pagamento fino a 120 rate

Continua

Il valore della firma digitale nel processo telematico

La sentenza redatta in formato elettronico dal giudice e da questi sottoscritta con firma digitale non è affetta da nullità

Continua

Nuovo Fondo di solidarietà in materia di famiglia

Permette la tutela al coniuge che, titolare dell`assegno al mantenimento, non riceva alcun contributo dall`ex coniuge

Continua

Responsabilita' per danno cagionato da animali

Suprema Corte di Cassazione sentenza n. 15 Dicembre 2015 n. 25223

Continua

Quietanza di pagamento: risvolti giurisprudenziali

2) Parte seconda

Continua

Quietanza di pagamento: risvolti giurisprudenziali

1) Parte prima: quietanza tipica e atipica 2) Parte seconda: risvolti giurisprudenziali

Continua

Portatori di un contrassegno invalidi: cosa si può fare

1. Contrassegno invalidi 2. Contrassegno invalidi europeo 3. Linee giurisprudenziali a sostegno del portatore 4. Sosta vietata: facoltà legittima

Continua

Tassa sui condizionatori? Meglio un po' di chiarezza

1. Riflessioni sulla recente normativa sui condizionatori

Continua