Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza psicologica

Essere o non essere?…Meglio ridere (prima parte)

Ovvero, quando non prendersi troppo sul serio è una cosa serissima. Alcune cose che non sai sul potere della risata.

Essere o non essere?…Meglio ridere (prima parte) - Ovvero, quando non prendersi troppo sul serio è una cosa serissima. Alcune cose che non sai sul potere della risata.

Domanda “Ti ritiri tu?” Risposta “Trullallerollà” 

  

E’ solo un vecchio gioco di parole, ma è sempre efficace. Chi potrebbe essere a pronunciarne la prima parte? 

Un maratoneta al lumicino delle proprie energie? 

Un manager che sta “ristrutturando” la propria azienda? 

Un “tombeur des femmes”, un donnaiolo insomma alle prese per la prima volta con un rivale in amore? A cosa avete pensato; vi sembra solo una stupidaggine, una “roba da ridere”? Di certo quello che colpisce è la risposta: anche in un semplice gioco di parole si nasconde e si manifesta, attraverso una risata, un antico adagio 

  

“Quando piangi e il tuo dolore è immenso, dall’altra parte dell’Universo, qualcosa in te ride a crepapelle. Si tratta soltanto di lasciargli spazio”. 

  

Merleau-Ponty aveva notato questa cosa vedendo che anche durante il funerale più tragico e penoso, dopo un po’ le persone cominciano a fare cose apparentemente incongrue, insomma che non hanno nulla a che vedere con la situazione. Chi si pulisce le unghie, chi comincia a guardare in giro, a parlottare ecc. . Più prosaicamente, ma anche in maniera più simpatica e irriverente, ormai molti anni fa anche Enzo Iannacci ci aveva fatto vedere la medesima verità. Quel suo “si potrebbe andare al tuo funerale…per vedere se la gente piange davvero”, non suona nel medesimo senso? Quindi c’è qualcosa (da dentro o da fuori fate voi…) che ad ognuno di noi dice  “anche il momento peggiore della tua esistenza deve e può durare quanto basta, senza <<esaurirti>>. Non sei tutto lì dentro”. 

  

Dall’altra parte di questo mondo serio e grave sta il bambino irriverente, l’irresponsabile, il clown. Come può uno scontro così totale di mondi portare alla risata, al fragoroso sorgere del buonumore? Qual è il meccanismo d’azione del ridere e quale ne è il senso? 

Oggi si fa un gran parlare di Benessere, di Nuove Ere, di Educazione alla Salute, di un’attenzione che si sposta sempre di più dal bisogno (che incatena e fa paura) al desiderio (che apre alla gioia, la gioia pura e semplice del desiderare), ma ciò che lascia perplessi è che per lo più lo facciamo in modo terribilmente serio. Ci impegniamo anche nel tempo libero; programmiamo, prevediamo, e preveniamo tutto, nulla riesce, o quasi, a sorprenderci, a “spiazzarci”. Ecco questo è uno dei meccanismi principali che attiva il buonumore. Sei come Bertoldo, che di fronte alla condanna a morte si portò in giro per il mondo le guardie con la scusa di trovare l’albero “giusto” per essere impiccato? La Salute non può che “sorriderti”. 

  

La Farmacia del Dott.Buonumore 

  

Leggere i risultati di alcune ricerche, rigorosamente targate USA, sugli effetti del ridere a carico della Salute lascia veramente “spiazzati”, una vera e propria “cascata” di benessere. 

  

ã       Aumento dei linfociti T, i “pasdaran” della Salute, i guardiani del Benessere 

ã       Diminuzione del tasso circolante di cortisolo (un “serio” indicatore di stress) 

ã       Rallentamento, in condizioni di stress, della diminuzione dell’immunoglobulina-a, un’importante “protettrice” delle prime vie respiratorie 

ã       Stimolazione della produzione di beta-endorfine, un potente antidolorifico endogeno. 

ã       ……e ci sono altre ricerche 

  

Ma abbiamo costruito attorno a noi un mondo in cui chi non è serio fa poca strada (vallo a raccontare ad Aldo Giovanni e Giacomo); quando etichettiamo qualcuno come una “macchietta” non gli stiamo forse anche dicendo che quel suo farci ridere non lo porterà mai da nessuna parte? 

 

Eppure ridere distende la muscolatura, riduce la frequenza cardiaca, stempera l’ansia, elimina l’adrenalina in eccesso, fa da analgesico e da antiinfiammatorio…..e crea attorno a noi un clima decisamente più allegro

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza psicologica

Studio Arche Dott. Mario Bianchini E Dott.ssa Rosanna Vigliarolo - San Benedetto del Tronto (AP)

Studio Arche Dott. Mario Bianchini E Dott.ssa Rosanna Vigliarolo

Psicologi e Psichiatri / Psicologi

Via Augusto Murri, 26

63074 - San Benedetto del Tronto (AP)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

L'Ira funesta...il tallone d'Achille dell'Iperteso

Come per il figlio di Peleo e Teti, l'ipercontrollo denota una profonda diffidenza per la passività e porta a proverbiali ire ed arrabbiature

Continua

Psoriasi; il vulcano dormiente

Una delle più complesse malattie della pelle rivela, in profondità, fenditure e spaccature dell'identità. E sotto la cenere cova un incendio

Continua

Cardiopatie: l'identikit del malato di cuore

L'identikit di alcune delle più comuni malattie cardiologiche. L'Aritmia, la Tachicardia, l'Infarto. La Personalità del Cardiopatico, chi è e cosa fa

Continua

Cuore contro Cuore. Se l'Aritmia dice NO (parte II)

In un caso clinico l'esemplificazione del significato psicosomatico di una classica sintomatologia definita di competenza esclusivamente medica

Continua

Cuore contro Cuore. Se l'Aritmia dice NO (parte I)

In un caso clinico l'esemplificazione del significato psicosomatico di una classica sintomatologia definita di competenza esclusivamente medica

Continua

Psicosomatica, oggi (II parte)

Come posso decifrare il senso della malattia, il suo significato? Vediamo come possiamo cominciare ad orientarci nei meandri della Psicosomatica

Continua

Psicosomatica, oggi (I parte)

Come posso decifrare il senso della malattia, il suo significato? Vediamo come possiamo cominciare ad orientarci nei meandri della Psicosomatica

Continua

Il Talento; il volto che tengo nascosto

Più che ciò che mi guida al successo, il Talento è una scintilla che mi rende unico, irripetibile. Ma la normalità uccide sempre il nostro "genio".

Continua

Essere o non essere?…Meglio ridere (seconda parte)

Ovvero, quando non prendersi troppo sul serio è una cosa serissima. Alcune cose che non sai sul potere della risata.

Continua

Alessitimia, il tempo degli analfabeti emotivi

Salute e Benessere non passano solo per l'utilizzo di farmaci e vaccini. Lo stress fa ammalare fino a che non troviamo le parole per esprimerlo

Continua

Pensa magro. Dimagrire senza dieta è possibile

Non ingrassiamo solo perché mangiamo troppo. Spesso è un problema di stress e di metabolismo lento. Dobbiamo modificare la gestione dello stress

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. V)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. IV)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. III)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. II)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. I)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte VI)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte V)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte IV)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte III)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte II)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte I)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

L'immaginario: il benessere a occhi chiusi

Spesso i disturbi psicosomatici si comprendono solo se accettiamo di contattare profonde immagini che orientano il nostro comportamento

Continua

Dieta e Psiche. Dimagrire è una questione di testa

Quanto conta l'atteggiamento mentale nel dimagrimento o nel sovrappeso? E' sufficiente attenersi a rigide diete ipocaloriche, alla moda, vegane...?

Continua

Il genio dell`obesità

Rischi e opportunità del mettersi a dieta. Come evitare i tragici "effetti YO-YO"?

Continua