Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto internazionale

Quando conviene separarsi a Londra

Nel Regno Unito il Giudice di una causa di separazione può dividere a metà il patrimonio del coniuge maggiormente abbiente, compresi i beni personali

Quando conviene separarsi a Londra - Nel Regno Unito il Giudice di una causa di separazione può dividere a metà il patrimonio del coniuge maggiormente abbiente, compresi i beni personali

Sebbene nell’ordinamento inglese, ed in genere in tutti i paesi di cd. Common law, il tema della divisione patrimoniale e assegnazione dei beni matrimoniali sia circoscritto da varie leggi, è però stato dilatato dalla giurisprudenza. 

 

In linea generale, in caso di divorzio o separazione (judicial separation or divorce or nullity) o dissolution, solo i matrimonial assets, ossia i beni acquistati durante il matrimonio, possono essere divisi a metà tra i coniugi; di fatto, però, l’ampio potere discrezionale dei Giudici consente in nome della giustizia e l’equità, in virtù di varie considerazioni sul caso concreto (durata del matrimonio, contributi personali apportati al benessere della famiglia, ciò che è stato fatto o programmato per i figli) di effettuare una diversa distribuzione del patrimonio, ivi compresi i beni personali dei coniugi. 

 

In sostanza, nel momento in cui uno dei due coniugi o civil partner agisce in base al Matrimonial Causes Act 1973 si assume la responsabilità di vedere messo in discussione il proprio patrimonio, in quanto, a differenza che nell’ordinamento italiano, una causa volta sullo scioglimento del matrimonio o della civil partnership avrà ad oggetto anche le cosiddette ancillary relief ossia lo scioglimento della comunione legale, la divisione patrimoniale, le restituzioni e i rimborsi. 

 

Può dunque capitare che la scelta di intraprendere la scelta di una causa di separazione o divorzio in Inghilterra, ovvero in Italia secondo la legge inglese (coniugi sposati in Uk, entrambi cittadini britannici, uno dei quali abitualmente residente in Italia, che avvia la causa a sensi art. 3 del Reg. UE n.2201 del 2003) possa determinare di fatto la perdita del controllo assoluto sulle personali finances e properties, possedute durante il matrimonio.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Diritto internazionale

Avv. Bottino  Carlo - Milano (MI)

Avv. Bottino Carlo

Avvocati / Civile

Via Giambologna 1

20136 - Milano (MI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Pubblicare un testamento in lingua straniera

Per i residenti all'estero è possibile disporre del patrimonio italiano redatto all'estero secondo la legge straniera e pubblicarlo in Italia

Continua

Ereditare all'estero: profili fiscali

Brevi indicazioni sui profili fiscali dell'eredità di beni all'estero; un caso particolare di voluntary disclosure

Continua

Ereditare negli Usa, i conti correnti

I particolari conti correnti P.o.d. dei paesi anglosassoni che non entrano in successione

Continua

Ereditare da uno zio d'America

Breve guida sulle principali problematiche relative alle successioni internazionali con particolare riferimento ai paesi del common law

Continua

Regimi patrimoniali delle coppie internazionali

Con la decisione UE del 9 giugno 2016 è stata autorizzata una cooperazione rafforzata in materia di regimi patrimoniali delle coppie internazionali

Continua