Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Coaching

Un coach per fare il punto

Serve davvero un coach per orientarsi verso il lavoro?

Un coach per fare il punto - Serve davvero un coach per orientarsi verso il lavoro?

Parte di articolo pubblicato sul 7° numero di OUTSIDER, e su www.CoachingZone.it, con il titolo <Un coach per orientarsi>. 

  

La transizione dalla scuola al lavoro, e più ancora dai primi lavoretti al lavoro che consentirà di realizzarsi, è un viaggio che vede la maggior parte dei giovani brancolare nel buio. O peggio sballottati fra suggerimenti dei parenti, opinioni degli amici, notizie beccate su internet, aspirazioni confuse, dubbi legittimi, modelli improbabili. 

  

La prima cosa che un coach fa è aiutare il coachee a fare il punto sulle sue capacità e potenzialità, aspirazioni, mezzi disponibili. 

  

Alessio: “Sto per finire il liceo, vado bene in matematica e in latino, non tanto in storia. A che facoltà mi iscrivo?” 

  

Fare il punto vuole dire rispondere a domande come: che cosa so fare? Che cosa ho voglia di imparare? Che obiettivo ho? Quanti anni ho a disposizione per raggiungere questo obiettivo? Di quali risorse, anche economiche, posso disporre? Quanto sono pronto a mettermi in gioco? Sarei disponibile a cambiare sede? Ho la tenacia e la determinazione necessarie per perseguire eventualmente un obiettivo difficile? Che cosa desidero dal lavoro e dalla carriera? 

  

Alessio, che finora sapeva dire di se stesso solo che è bravo in matematica e latino, potrà essere guidato a mettere a fuoco che: 

•    quello che gli piace è viaggiare e il suo ideale sarebbe un lavoro  nel turismo. 

•    il suo inglese è buono e il suo spagnolo pure, e non ha troppa voglia di aggiungere un’altra lingua straniera 

•    non è disinvolto in situazioni nuove, ma gli piacerebbe tanto diventarlo 

•    la sua famiglia probabilmente potrà aiutarlo per altri 3 o 4 anni, ma non oltre, e che quindi deve puntare a rendersi presto autonomo dal punto di vista economico 

•    la costanza non è la sua dote migliore, prova ne sia il fatto che continua a cambiare sport e ragazza. 

  

Avrà quindi un migliore punto di partenza per scegliere se e come proseguire gli studi in vista di un obiettivo professionale. 

Non è ancora tutto… ma è un primo passo. 

  

I successivi li vedremo a breve su queste pagine.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Coaching

Dr.a Cristina Volpi - Coachingzone.it - Milano (MI)

Dr.a Cristina Volpi - CoachingZone.it

Counseling e coaching / Sviluppo e benessere

Viale Piave 8

20129 - Milano (MI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Diventare mentor

Quando si ha un know how da trasmettere, quando insegnare piace e si ha voglia di passare il testimone

Continua

Coaching interculturale

Che fare se un Indiano risponde di sì a due domande contraddittorie? Come negoziare efficacemente in Sudamerica?

Continua

A chi serve un coaching?

Perché e quando scegliere un coaching. Invece di un corso, uno stage, un affiancamento, una pausa di riflessione, o altro ancora.

Continua

Life coaching

Coaching per la vita privata di tutti i giorni. Non solo per la carriera e lo sport

Continua

Fra senior e junior mettici il coach

L’uso del coaching per sostenere i processi di passaggio delle competenze dai “senior” ai “junior” nelle organizzazioni.

Continua

Coaching per neomamme al lavoro

Rientrare al lavoro dopo la maternità. Fra difficoltà emotive e organizzative, ma con un bagaglio in più di esperienza e gestione.

Continua

Self coaching

Esercizi mirati, metodi tratti da libri, reti di mutuo aiuto. Possono essere una valida alternativa al supporto professionale.

Continua

Un coach per trovare lo stage

Come arrivare allo stage giusto, quello che apre la strada professionale?

Continua

Orientamento. Un coach per monitorare il percorso

Sono sulla strada giusta? Per di qua si arriva lì dove voglio andare?

Continua

Un coach per costruire la mappa

Per orientatarsi verso il lavoro bastano determinazione, buona volontà, studi di qualità, una rete di conoscenze?

Continua

Coaching, che cosa è

Il coaching è un processo individuale di formazione. Focalizzato su un obiettivo, e fatto di creatività, intuizioni, riflessioni, esercizi

Continua

Coaching per ridurre

Il coach può aiutare a diminuire, e non solo ad aumentare. Ridurre le spese, il tempo, l'impegno, mantenendo il senso e gli obiettivi.

Continua

Cambiare lavoro o no?

Può bastare un solo incontro con il coach per vedere una scelta - che sembrava impossibile - in una nuova prospettiva

Continua

Il coaching manageriale

Che cosa può ottenere un manager dal suo coach? E` utile, anche se il coach non è competente nel business

Continua