Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Risarcimento del danno Sinistro Stradale parte I

Chi sono i soggetti obbligati al risarcimento del danno in caso di Sinistro Stradale?

Risarcimento del danno Sinistro Stradale parte I - Chi sono i soggetti obbligati al risarcimento del danno in caso di Sinistro Stradale?

A norma dell'art. 2054 c.c. il conducente di un veicolo che provoca un sinistro stradale è obbligato a risarcire il danno prodotto a persone o a cose dalla circolazione del veicolo, se non prova di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno.
Nel caso di scontro tra veicoli,  si parte dal presume, fino a prova contraria, che ciascuno dei conducenti abbia concorso ugualmente a produrre il danno subìto dai singoli veicoli con percentuale del 50% ciascuno.
Il proprietario del veicolo o, in sua vece, è responsabile in solido col conducente, (es: prestito del veicolo) se non prova che la circolazione del veicolo è avvenuta contro la sua volontà (es: furto del veicolo etc.).
Pertanto, la legge stabilisce un principio generale e cioè: chi è alla guida di un veicolo deve risarcire i danni che siano stati provocati dalla circolazione di questo veicolo a persone o cose, anche se egli non abbia violato le norme del codice della strada.
Affinché il conducente sia obbligato al pagamento è sufficiente che egli non possa provare di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno.
Esempio, se un pedone attraversa la strada senza prima accertarsi che non stiano in quel momento transitando autovetture e viene investito, allora di certo quel pedone avrà una responsabilità nel causare il sinistro e tuttavia ciò non è sufficiente a liberare il conducente del veicolo investitore dall'obbligazione risarcitoria
Ed infatti quest'ultimo per essere sollevato da tale obbligo deve dimostrare di avere fatto tutto ciò che era possibile per non investire il pedone. Si tratta di una prova molto difficile da fornire ed infatti nella pratica non si riesce sostanzialmente mai a fornirla.
Quindi questa è la norma generale: chi è alla guida di un mezzo che ha causato un danno, deve risarcire questo danno, salvo che dimostri che era impossibile evitare il sinistro.
Subito dopo, però, la legge prevede un'ipotesi particolare. Si tratta dell'ipotesi in cui il danno sia stato causato dallo scontro tra veicoli. Come già accennato, in questo caso, si parte dal presupposto, fino a prova contraria, che i conducenti abbiano tutti lo stesso grado di responsabilità pari al 50% ciascuno.

Ma cosa vuol dire fino a prova contraria? Vuol dire che se uno dei conducenti coinvolti nel sinistro ritiene che il grado della sua responsabilità sia inferiore al 50% o addirittura che egli non abbia alcuna responsabilità e che la colpa sia tutta dell'altro conducente, allora avrà l'onere di dimostrarlo.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Animali domestici in condominio

Regolamenti condominiali: quello che c'è da sapere sugli animali domestici

Continua

Art. 2043 c.c.: risarcimento danni

Qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno.

Continua

Diritto di recesso nel codice del consumo

Il diritto di recesso è una misura di autotutela che l'ordinamento comunitario assegna al consumatore quando è coinvolto in contrattazioni con imprese

Continua

Contratti di locazione in forma libera o orale...

Il contratto di locazione ad uso abitativo stipulato senza la forma scritta è affetto da nullità assoluta

Continua

Contratti di locazione, canoni inferiori al reale

Cosa accade se il contrato di locazione è registrato con un canone inferiore rispetto a quanto pattuito (Sentenza n. 18213 del 17/09/2015)

Continua

Sinistro Stradale Risarcimento Danni parte II

Chi sono i soggetti obbligati al risarcimento del danno?

Continua

Allontanare il coniuge dalla casa familiare???

Non si deve mandare via dalla casa in comune il marito o la moglie per via delle conseguenze!!!

Continua