Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Coaching

Un coach per costruire la mappa

Per orientatarsi verso il lavoro bastano determinazione, buona volontà, studi di qualità, una rete di conoscenze?

Un coach per costruire la mappa - Per orientatarsi verso il lavoro bastano determinazione, buona volontà, studi di qualità, una rete di conoscenze?

Come il precedente <Un coach per fare il punto> questo è parte di articolo pubblicato sul 7° numero di OUTSIDER, e su www.CoachingZone.it, con il titolo <Un coach per orientarsi>. 

 

Un’altra cosa che un coach di orientamento fa è fornire informazioni; o meglio aiutare il coachee a reperirle, sul contesto in cui il giovane aspira a collocarsi. 

  

Carlotta: “Ho fatto un anno di scienze della comunicazione e non mi dice più niente. Quasi quasi cambio e mi iscrivo a giurisprudenza, dicono tutti che è un passe-partout” 

Giancarlo: “Adesso che ho la mia laurea in geologia voglio lavorare in una ONG in Africa, sono pronto. O no?” 

  

Dotarsi di informazioni vuole dire mappare i tipi di lavoro che soddisfano le aspirazioni, e i luoghi dove si acquisiscono le capacità e le conoscenze che non si hanno ancora. Mappare per davvero, cioè identificare specifici lavori in specifiche organizzazioni, le scuole e relativi costi e indirizzi e requisiti di accesso. 

Non semplicemente aree di lavoro, come spesso succede... 

  

Giancarlo, che coltiva il sogno di rendersi utile a coloro che sono in condizioni svantaggiate, viene spinto a fare un elenco di possibili Paesi di destinazione, e ad elencare ONG che vi lavorano. Per ognuna mette a fuoco gli obiettivi, quante persone vi lavorano, la durata media dei contratti, la lingua di lavoro adottata, la situazione sociopolitica in cui si colloca, il ruolo in cui vengono inseriti i nuovi collaboratori. A questo punto scopre che le sue idee sull’Africa erano troppo vaghe; e che sente maggiore affinità con un paio di piccole organizzazioni che operano in India, che parlano in inglese e si basano su valori cristiani che gli ricordano con affetto l’insegnamento dei nonni. 

  

Carlotta, invece di cercarsi un “passepartout” ovvero rimandare la decisione e la scelta a dopo la laurea (perdendo tempo e forse soldi), viene invitata a capire per che cosa si sente portata. Cioè che la scelta deve paritre da lei stessa, e non da qualcosa che sta al di fuori. 

Potrà riuscirci, oltre che con la guida del coach, anche con il supporto di qualche test, o qualche prova di gruppo che la aiuti a confrontarsi e mettersi alla prova. 

  

Il seguito nelle prossime puntate!

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Coaching

Dr.a Cristina Volpi - Coachingzone.it - Milano (MI)

Dr.a Cristina Volpi - CoachingZone.it

Counseling e coaching / Sviluppo e benessere

Viale Piave 8

20129 - Milano (MI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Coaching interculturale

Che fare se un Indiano risponde di sì a due domande contraddittorie? Come negoziare efficacemente in Sudamerica?

Continua

A chi serve un coaching?

Perché e quando scegliere un coaching. Invece di un corso, uno stage, un affiancamento, una pausa di riflessione, o altro ancora.

Continua

Life coaching

Coaching per la vita privata di tutti i giorni. Non solo per la carriera e lo sport

Continua

Fra senior e junior mettici il coach

L’uso del coaching per sostenere i processi di passaggio delle competenze dai “senior” ai “junior” nelle organizzazioni.

Continua

Coaching per neomamme al lavoro

Rientrare al lavoro dopo la maternità. Fra difficoltà emotive e organizzative, ma con un bagaglio in più di esperienza e gestione.

Continua

Self coaching

Esercizi mirati, metodi tratti da libri, reti di mutuo aiuto. Possono essere una valida alternativa al supporto professionale.

Continua

Un coach per trovare lo stage

Come arrivare allo stage giusto, quello che apre la strada professionale?

Continua

Orientamento. Un coach per monitorare il percorso

Sono sulla strada giusta? Per di qua si arriva lì dove voglio andare?

Continua

Un coach per fare il punto

Serve davvero un coach per orientarsi verso il lavoro?

Continua

Coaching, che cosa è

Il coaching è un processo individuale di formazione. Focalizzato su un obiettivo, e fatto di creatività, intuizioni, riflessioni, esercizi

Continua

Coaching per ridurre

Il coach può aiutare a diminuire, e non solo ad aumentare. Ridurre le spese, il tempo, l'impegno, mantenendo il senso e gli obiettivi.

Continua

Cambiare lavoro o no?

Può bastare un solo incontro con il coach per vedere una scelta - che sembrava impossibile - in una nuova prospettiva

Continua

Il coaching manageriale

Che cosa può ottenere un manager dal suo coach? E` utile, anche se il coach non è competente nel business

Continua