Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto sanitario

Responsabilità da errore medico

Dieci anni, questo è il limite di tempo entro il quale la vittima di un errore medico o i suoi familiari possono chiedere un risarcimento

Responsabilità da errore medico - Dieci anni, questo è il limite di tempo entro il quale la vittima di un errore medico o i suoi familiari possono chiedere un risarcimento

In caso di una negligenza da parte del medico, che abbia compromesso la salute del paziente, grazie a medici legali e periti specializzati, è oggi possibile stabilire con un buon grado di certezze il grado di responsabilità e ottenere un risarcimento da responsabilità da errore medico.
Sintetizzo qui, un'intervista da me rilasciata al quotidiano giuridico ItaliaOggi, sul tema del risarcimento da malasanità nella Responsabilità da errore medico:
«Oggi, i pazienti sono più informati e non subiscono il timore reverenziale verso i rinomati specialisti e gli istituti di cura che un tempo li facevano desistere davanti alla possibilità di un’azione legale. Se una volta denunciare un medico voleva dire intraprendere una battaglia dall’incerto successo, oggi le parti giocano la battaglia allo stesso livello.
I pazienti non sono più disposti, davanti a un errore medico, a rassegnarsi semplicemente pensando che “poteva andarmi peggio”.
Oggi, a ragione, pretendono che la prestazione medica sia erogata al massimo delle possibilità. E soprattutto, che i propri diritti siano rispettati e salvaguardati come sanciscono le legi in materia. Responsabilità da errore medico
I problemi sono più frequenti nel settore della chirurgia estetica che differisce da altri campi della medicina nei presupposti e nelle motivazioni per le quali i pazienti si sottopongono ad una operazione di chirurgia-estetica rispetto ad un qualsiasi altro intervento.
Non basta il modulo prestampato del “consenso informato” a esonerare il chirurgo dall’eventuale responsabilità. Il consenso informato deve essere davvero tale, nel senso letterale del termine. Il medico deve spiegare nei dettagli i pro e i contro di qualsiasi intervento e il paziente deve essere conscio incontro della procedura a cui sta per sottoporsi.
Se si vuole evitare che si abbia la lesione dell’autodeterminazione del paziente, tutto questo processo dovrebbe essere documentato dettagliatamente.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Diritto sanitario

Avv. Padovani Simone - Verona (VR)

Avv. Padovani Simone

Avvocati / Civile

Corso Porta Nuova 93

37122 - Verona (VR)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Micropermanenti: cosa è cambiato con la Legge concorrenza?

Addio diagnosi clinica! Sono risarcibili solo le lesioni accertate con strumentazioni mediche o visibili

Continua

Le tabelle punti di invalidità permanente

Come calcolare lĺimporto per risarcimento dei danni fisici

Continua

La sicurezza nelle cure e la responsabilità civile

Legge Gelli - Bianco: sicurezza delle cure e responsabilità medica in ambito civile

Continua