Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Fatturazione elettronica tra privati al via

Il DLgs 127/2015 introduce un regime opzionale di fatturazione elettronica tra privati. A seguito del D.L. 193/2016 vediamo cosa cambia.

Fatturazione elettronica tra privati al via - Il DLgs 127/2015 introduce un regime opzionale di fatturazione elettronica tra privati.
A seguito del D.L. 193/2016 vediamo cosa cambia.

L'art. 1 del D.Lgs. 5.08.2015, n. 127 costituisce il primo tassello per il completamento dell'ambizioso progetto del Fisco di estensione della fatturazione elettronica tra privati, con il preciso intento di spingere tutti i soggetti passivi IVA a una pressoché totale digitalizzazione della fatturazione.
Il recente D.L. 193 del 22.10.2016, in corso di conversione, mette - come si suol dire - "la ciliegina sulla torta".
Ma andiamo con ordine.
Il decreto 127/2015 istituiva un regime opzionale di trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute, dando la possibilità di aderirvi fin dal 2017, con opzione vincolante per un quinquennio e rinnovabile tacitamente per egual periodo. Tale norma si intreccia con il recente obbligo di trasmissione trimestrale dei dati delle fatture emesse e ricevute (leggi spesometro trimestrale!), in vigore dal prossimo 1.01.2017, previsto dal D.L. 193/2016 nel quale, tuttavia, viene precisato che chi aderisce al nuovo sistema di trasmissione telematica dei dati delle fatture, anche attraverso il sistema di interscambio messo a disposizione dall'Agenzia delle Entrate, è esonerato dal nuovo adempimento. L'opzione deve essere esercitata entro il 31.12.2016 per poter avere efficacia dal prossimo esercizio.
I tempi sono stretti e le imprese, soprattutto quelle di piccole dimensioni, avranno notevoli difficoltà nel comprendere quale sia la scelta migliore, considerato che l'opzione è vincolante per 5 anni. I contribuenti dovranno valutare se passare direttamente alla fatturazione elettronica con utilizzo del SID (sistema di interscambio dati) oppure aderire al sistema opzionale previsto dall'art. 1, c. 3 del D.Lgs. 127/2015 trasmettendo i dati delle fatture.
È evidente come la scelta sia molto difficile, nonostante i benefici connessi all'adesione al regime opzionale:
- abolizione dello spesometro trimestrale,
- abolizione della black list,
- abolizione INTRA acquisti,
- abolizione delle comunicazioni delle società di leasing e noleggio,
- rimborsi prioritari,
- riduzione dei termini di accertamento,
- diritto ad un esiguo credito d'imposta.

La vera questione è che, allo stato attuale, i contribuenti che dovessero passare alla fatturazione elettronica del ciclo attivo si troveranno costretti a gestire le fatture, che continueranno a ricevere in formato cartaceo dai loro fornitori, convertendole in formato XML con necessità di adeguamento dei sistemi informativi e con notevoli sforzi economici oltre che con un sicuro incremento dei tempi di lavorazione.
L'unica certezza è che questa scelta avrà certamente un impatto importante sull'organizzazione amministrativa.
In merito ad i nuovi adempimenti, Il Direttore dell'Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi ha pubblicamente dichiarato che i nuovi adempimenti sono "un onere sopportabile" e finiranno per portare a un "alleggerimento degli adempimenti".

A molti non potrà sfuggire che, in realtà, i nuovi adempimenti sembrano costituire una sorta di "punizione" per chi sfuggirà alla fatturazione elettronica e alla trasmissione telematica opzionale dei dati delle fatture. 

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Studio Bitetti - Potenza (PZ)

Studio Bitetti

Commercialisti, Ragionieri ed Esperti contabili / Commercialisti

Via Mazzini Giuseppe 255

85100 - Potenza (PZ)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

E-Fattura: a piccoli passi verso il 2019

Dal 2019 la maggior parte delle imprese sarà investita da questo adempimento

Continua

Crediti svalutati per non perdere il cliente

La Cassazione ammette la possibilità di svalutare il credito per non perdere il cliente

Continua

Bonus pubblicità ai nastri di partenza

Tutto pronto per il credito d’imposta sugli investimenti in pubblicità: è in dirittura d’arrivo il regolamento attuativo

Continua

La responsabilità del committente

Nelle commesse è ormai obbligatorio la verifica del DURC e della procedura ASSECO: il committente è responsabile anche della subfornitura

Continua

La problematica della mancata consegna della PEC

Cosa succede se si procede con l'invio di un atto a mezzo Posta elettronica certificata, ma la casella del destinatario è piena?

Continua

La questione dei sacchetti di plastica a pagamento

La questione dei “sacchetti bio” a pagamento in seguito al recepimento di una direttiva europea (dir. 2015/720) pone la questione di come comportarsi

Continua

Crowdfunding: numeri e speranze del sistema

Il settore bancario, in aperta crisi, potrebbe essere sorpassato dalla ricerca del credito "dal basso"

Continua

Bonus lavori e legge di stabilità 2018

Cosa cambia per i "bonus lavori" con la legge di stabilità 2018. Conferme e novità in vista di ristrutturazioni edilizie

Continua

Regole certe per le cartelle di pagamento via pec

Le cartelle notificate tramite PEC sono illegittime e devono essere annullate se contengono, come allegato, un file conformato .pdf e non .m7p.

Continua

F24 le regole per un pagamento corretto

Il giorno 30 è stato un ulteriore TAX DAY. Molti contribuenti hanno versato tramite il modello F24 le imposte. Quali le regole per il pagamento?

Continua

Digitalizzazione delle PMI: 50% di contributo

Approvato il modello di domanda. Richieste a partire dal 30 gennaio

Continua

Tari, illegittima la quota variabile

La Tari calcolata sulle pertinenze, in alcuni comuni è viziata, ecco le procedura per verificare se e come chiedere il rimborso

Continua

Super ed Iper ammortamento: le novità dal 2018

Recentemente è approdato al Senato, ed ora inizia l’iter parlamentare, il ddl della “Legge di bilancio 2018”, contenente varie novità fiscali

Continua

Credito d'imposta per campagne pubblicitarie

Con il DL 50/17 vengono introdotte condizioni favorevoli per chi effettua investimenti in campagna pubblicitarie. La manovra operazioni già dal 2017

Continua

Regione Basilicata: finanziamenti per il turismo

E' stata pubblicata sul BUR n. 29 del 1 agosto 2017 la Deliberazione di Giunta Regionale n. 740 " DGR n.517 del 17/05/2016

Continua

Al via la rottamazione del contenzioso

Al via la rottamazione dei contenziosi in essere al 31.12.2016: pro e contro

Continua

Pignoramenti del conto corrente con minor vincoli

Dal 1° luglio sarà possibile il pignoramento del proprio conto corrente senza procedimento giudiziario

Continua

Iper-ammortamenti del 250%

Introdotta una nuova tipologia di maggiorazione degli ammortamenti

Continua

Legge di Bilancio 2017, le norme fiscali

Ecco un breve elenco delle norme di carattere fiscale contenute nella Legge di Bilancio 2017

Continua

Contabilità semplificata, al via il principio di cassa

Ecco quali sono i risvolti, le problematiche e le soluzioni collegate alla novità contabile

Continua

Super ed Iper ammortamenti : differenze

Il DDL di Bilancio 2017 introduce una nuova tipologia di maggiorazione degli ammortamenti, i cosiddetti iper- ammortamenti del 250%.

Continua

Addio scontrini digitali dal 2017

I commercianti potranno scegliere di abolire dal 2017 lo scontrino cartaceo: ecco come funziona il nuovo sistema di trasmissione telematica.

Continua

IRAP: la Cassazione prende posizione

Importante sentenza della Cassazione in merito al dibattuto tema IRAP in caso di assenza di struttura organizzata

Continua

Utilizzo del contante: aumentate le soglie

La legge di Stabilità 2016 ha variato, a far data dal 1.01.2016, il limite per l'utilizzo del contante innalzando la soglia a 3.000 euro

Continua

La rivalutazione dei beni d'impresa

Sono previste le due aliquote del 16% o del 12% dell'imposta sostitutiva a seconda che i beni siano ammortizzabili o meno

Continua

Internet delle cose: a disposizione 100 milioni

Può contare su un budget di 100 milioni di euro il nuovo invito a presentare progetti su larga scala, nell’ambito di Horizon 2020

Continua