Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Vacanza rovinata - Pubblicità ingannevole

Quando la tanto agognata vacanza si trasforma in un incubo

Vacanza rovinata - Pubblicità ingannevole - Quando la tanto agognata vacanza si trasforma in un incubo

La trasformazione della vacanza da lusso per pochi a occasione di ristoro consentita a un numero di persone sempre più elevato, dell’offerta dei servizi da parte di un sempre crescente  numero di operatori turistici in strenua concorrenza tra loro anche in settori fino a poco tempo addietro riservati a poche imprese operanti in regime di monopolio o oligopolio (si pensi al settore del trasporto aereo), e, infine, le sempre più  invasive e capillari operazioni di marketing rendono indispensabile la tutela del turista-consumatore dalla cosiddetta pubblicità ingannevole.  

 

La pubblicità deve essere palese corretta veritiera e trasparente. In particolare, la pubblicità ingannevole è disciplinata dal d.lgs. 145/2007, relativa alla tutela del professionista, e dal d.lgs. 146/2007, aggiornamento del Codice di Consumo agli art. da 18 a 27. In precedenza era disciplinata dall’ art. 20 del d. lgs. 206/2005. Nel settore turistico, tuttavia, accade spesso che i consumatori vengano attratti e fuorviati da offerte che non risultano, alla prova dei fatti, realmente appetibili come erano state presentate. Un caso classico è quello dei biglietti aerei pubblicizzati come vantaggiosissimi, anche per linee internazionali (poche decine di euro) che poi, incrementati con gli oneri obbligatori come tasse e indennità varie finiscono per costare come tutti gli altri biglietti per la stessa tratta o poco meno, col disagio aggiuntivo di decolli e atterraggi da aeroporti periferici e fuori mano. Un’altra ipotesi di scuola è quella dell’albergo pubblicizzato a prezzi stracciati in note località turistiche e poi rivelatosi inospitale e periferico. 

 

Il Codice del Consumo vieta pratiche commerciali ingannevoli dettando un’apposita disciplina nella parte II titolo III. Deve considerarsi  senza dubbio ingannevole una pratica commerciale che contiene informazioni non vere, o,“seppure di fatto corretta, in qualsiasi modo, anche nella sua presentazione complessiva, induce o è idonea ad indurre in errore il consumatore medio riguardo a uno o più dei seguenti elementi e, in ogni caso, lo induce o è idonea a indurlo ad assumere una decisione di natura commerciale che non avrebbe altrimenti preso”.  

E’sufficiente dunque l’idoneità a ingannare e il pericolo del pregiudizio che induca il consumatore ad assumere una decisione di natura commerciale che non avrebbe preso se non fosse stata attuata la suddetta pratica. L’art. 27 del Codice del Consumo attribuisce all’Autorità garante della concorrenza e del mercato la competenza a decidere d’ufficio o su istanza di ogni soggetto o organizzazione che ne abbia interesse il merito alle pratiche commerciali scorrette comprese quelle ingannevoli. 

 

In seguito alla proposizione di un esposto, o comunque all’apertura del procedimento, viene aperta un’istruttoria che deve svolgersi in contraddittorio tra le parti, in conclusione della quale, e in conformità al regolamento emanato ai sensi dell’art. 17, comma 1, della legge 23 agosto 1988, n. 400, l’Autorità provvede con decisione motivata. La decisione può prevedere, in caso di accoglimento, del ricorso, il divieto di continuazione della campagna pubblicitaria ritenuta ingannevole, o il divieto di continuazione di quella già iniziata. Il sistema prevede anche un sistema sanzionatorio pecuniario di rilievo, essendo previste multe di importi variabili da 5.000 a 500.000 euro, da parametrarsi alla gravità ed alla durata della violazione. Rientra infine, nella competenza del Giudice Amministrativo la pronuncia avverso le decisioni adottate dall’Autorità garante. 

 

Per quanto concerne lo <>specifico settore del turismo e dei viaggi molte volte l’Autorità garante si è pronunziata nel senso di ritenere ingannevole la pubblicità di strutture alberghiere proposte come particolarmente lussuose e collocate “direttamente sul mare” rivelatesi in realtà di livello modesto e lontane in siti indicati nella pubblicità. Un settore nel quale l’Autorità garante è intervenuta ripetutamente è quello del trasporto aereo, dove sono state sanzionate come ingannevoli quelle pratiche volte a pubblicizzare il prezzo di biglietti aerei al netto delle tasse aeroportuali e degli altri oneri obbligatori quali assicurazioni ed altro. Le compagnie aeree rimandavano per questi costi, mediante asterischi, a indicazioni in altre pagine dei siti internet difficilmente rinvenibili e/o a clausole scritte con caratteri grafici assai ridotti in cui veniva precisato che il prezzo si riferiva a viaggi di sola andata e non comprendeva i descritti oneri aggiuntivi.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Nuova procedura esattoriale

Eliminata la cartella esattoriale

Continua

Separazione e divorzio

Brevi riflessioni sulle recenti riforme

Continua

Negoziazione assistita parere obbligatorio del PM

Prime applicazioni in concreto

Continua

Separazione e divorzio semplificato

Applicabilità in concreto della norma prevista dalla Legge n.162/2014

Continua

Regime patrimoniale dei coniugi e divorzio

Particolari ipotesi di mutamento nel regime patrimoniale dei coniugi

Continua

Debiti con il fisco

Equitalia potrebbe rinunciare ai crediti inesigibili

Continua

Danno da vacanza rovinata

Il danno non patrimoniale non sussiste nel caso di pregiudizio non grave

Continua

Separazione e divorzio

Cosa cambia in concreto con la riforma approvata al Senato

Continua

Separazione e divorzio assistiti dall'Avvocato

Cosa cambia con la riforma in itinere: l’accordo consensuale di separazione o divorzio potrà essere stipulato anche in presenza di figli minori

Continua

Divorzio Breve

Negoziazione assistita ed adempimenti successivi dell'avvocato

Continua

Equitalia non può pignorare la prima casa

Una recente pronunzia della Corte di Cassazione ribadisce il principio della impignorabilità della casa di abitazione

Continua

Divorzio Breve

Nuova disciplina sullo scioglimento del matrimonio

Continua

Vacanza rovinata

Giudice di Pace: responsabilità solidale della compagnia crocierista e di quella aerea

Continua

Vacanza Rovinata

Concrete possibilità risarcitorie

Continua

Vacanza Rovinata

vademecum per rimediare

Continua

Divorzio immediato, legge straniera

Coniugi di nazionalità diversa possono chiedere concordemente al giudice di applicare la legge del paese di uno dei due per divorziare

Continua

Separazione e divorzio

Cassazione: rischia la decadenza dalla potestà genitoriale chi impedisce ai figli di vedere i nonni dopo la morte del coniuge

Continua

Il danno da vacanza rovinata

La prova del danno da vacanza rovinata è intrinseca nella dimostrazione dell’inadempimento

Continua

Divorzio breve

Le novità più interessanti del Ddl sono in corso di approvazione al Senato

Continua

Giudizio di separazione

E` reato esibire nel giudizio di separazione la corrispondenza bancaria del coniuge

Continua

Il Processo Civile Telematico

Breve resoconto a poco più di un mese dalla introduzione dell'obbligo dell'invio telematico degli atti processuali

Continua

Il divorzio breve

Le ultime novità della riforma

Continua

Divorzio e annullamento alla Sacra Rota

Tra le due richieste ci sono importanti differenze di carattere patrimoniale

Continua