Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Comunicazione preventiva per i voucher di lavoro accessorio

A decorrere dal giorno 8 ottobre 2016 sono in vigore le misure correttive relative ai D.Lgs. attuativi del c.d. Jobs Act

Comunicazione preventiva per i voucher di lavoro accessorio - A decorrere dal giorno 8 ottobre 2016 sono in vigore le misure correttive relative ai D.Lgs. attuativi del c.d. Jobs Act

Con la pubblicazione nella G.U. del 7 ottobre 2016, n. 235, del D.Lgs. 24 settembre 2016, n. 185, a decorrere dal giorno 8 ottobre 2016 sono in vigore le misure correttive relative ai D.Lgs. attuativi del c.d. Jobs Act. 

 

Le modifiche più rilevanti riguardano il lavoro occasionale accessorio con pagamento tramite voucher o buoni lavoro. Il Decreto introduce nuove modalità di comunicazione per l’utilizzo dei voucher, la novità più stringente è che il periodo ampio (fino a 30 giorni) di utilizzo dei voucher viene praticamente annullato. 

Infatti il periodo di utilizzo del voucher deve essere comunicato ogni volta che quest’ultimo viene utilizzato (con la possibilità di doverlo ripetere anche più volte nell’arco della stessa giornata, se vengono svolte ore di lavoro frazionate) a pena di pesanti sanzioni. L’omessa comunicazione viene sanzionata con una sanzione amministrativa che va da € 400,00 a € 2.400,00 in relazione a ciascun lavoratore per cui è stata omessa la comunicazione. 

Nello specifico gli obblighi vengono differenziati a seconda che il committente sia: 

· un imprenditore non agricolo o professionista 

· un imprenditore agricolo. 

Nessuna novità invece per i committenti diversi da quelli elencati (es. privato che utilizza il voucher per una prestazione familiare).  

 

Per i committenti imprenditori non agricoli o professionisti la comunicazione telematica, deve contenere : 

- i dati anagrafici o il codice fiscale del lavoratore; 

- il luogo; 

- il giorno e l’ora di inizio e di fine della prestazione. 

Il destinatario dell’sms o dell’email è la sede territoriale dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro. 

A tal fine, occorre ricordare che ancora l’Ispettorato Nazionale del Lavoro (e le relative articolazioni territoriali) non è ancora operativo e le relative funzioni continuano ad essere svolte dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. 

A livello locale, le funzioni vengono svolte dalle Direzioni Territoriali del lavoro alle quali, in attesa 

dell’avvio dell’ispettorato, dovranno confluire le comunicazioni. 

Quindi a nostro avviso, nell’attesa di una circolare ministeriale che spieghi le modalità ufficiali di 

comunicazione, si ritiene che sia obbligatorio sin da subito: 

- attivare i voucher tramite le consuete modalità, ovvero tramite sito dell’INPS; 

- comunicare giorno per giorno le singole prestazioni almeno 60 minuti prima dell’inizio, tramite e-mail, agli uffici territoriali del lavoro, indicando i dati di cui sopra. 

 

Le e-mail delle sedi competenti possono essere reperite anche alla pagina: www.lavoro.gov.it. 

In questo modo sarebbe conferita data certa all'invio e sarebbero rispettate le finalità anti frode della norma.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Kerdos Di Confalonieri Ruggeri E Vergani - Lissone (MB)

Kerdos Di Confalonieri Ruggeri E Vergani

Commercialisti, Ragionieri ed Esperti contabili / Commercialisti

Via Federico Aliprandi 41

20851 - Lissone (MB)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Comunicazioni periodiche IVA: primi avvisi bonari

In arrivo i primi avvisi bonari a seguito di presentazione delle periodiche IVA. Di fatto ridotti i termini del ravvedimento operoso

Continua

Psicologi: obbligo comunicazione dei dati sanitari STS

Anche gli psicologi, dal 2016 e con effetto retroattivo, sono chiamati all'invio dei dati per il Sistema Tessera Sanitaria ai fini del 730 precompilato

Continua

Irpef per cassa per la contabilità semplificata

Per le imprese in contabilità semplificata il criterio normale di determinazione del reddito non è più la competenza ma la cassa

Continua

IRI: utili di impresa reinvestiti tassati al 24%

Imposta agevolata del 24% sui redditi reinvestiti: un'opportunità per imprese individuali e società di persone o a ristretta base azionaria

Continua

Rottamazione delle cartelle

La rottamazione delle cartelle (in particolare Equitalia ma non solo) consente notevoli risparmi per chi può e decide di usufruire dell'opportunità

Continua