Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza finanziaria e patrimoniale

Notizie dall'America

Trump è il nuovo Presidente degli USA. Ha vinto le elezioni contro ogni pronostico, e contro ogni pronostico sui mercati non è successo nulla

Notizie dall'America - Trump è il nuovo Presidente degli USA. Ha vinto le elezioni contro ogni pronostico, e contro ogni pronostico sui mercati non è successo nulla

Le interpretazioni possono essere molteplici: 

Trump ha vinto e alla sua vittoria si aggiunge anche quella del partito repubblicano sia alla camera sia al senato, questo toglie di torno l’incertezza, cioè la variabile più ostile ai mercati.
Dunque le elezioni sono concluse, ora c’è un vincitore certo che, abbandonate le promesse “bellicose” della campagna elettorale, ora passa alla fase di concretezza. Questo è quel che piace ai mercati.
Azionario
Gli obiettivi che più interessano alla presidenza Trump sono essenzialmente due: un grande piano di investimenti infrastrutturale e il taglio delle tasse. Entrambi implicano un’enorme sforzo di bilancio, questo vuol dire che si spenderà e si spenderà per dare finalmente un’accelerata a questa ripresa, sia per gli Usa sia per tutto il mondo, che fino a oggi c’è stata, ma ha avuto una velocità troppo moderata.
Sembra arrivato lo storico passaggio del testimone, dopo molti anni di gloriosa campagna monetaria, dove sono state le Banche Centrali a sostenere il gravoso peso della ripresa con tagli dei tassi e stampaggio di moneta, ora tocca al bilancio degli Stati fare quello sforzo per mettere il turbo alla ripresa. Tutto questo si tradurrà con nuovi enormi benefici per le Borse.
L’obiettivo della presidenza Trump è quella di raddoppiare la crescita economica e aumentare notevolmente i posti di lavoro, a cui inevitabilmente seguirà una crescita dei prezzi al consumo. L’inflazione sta per tornare.
Questi elementi spingono inevitabilmente a valutare le azioni come il miglior luogo dove allocare i propri risparmi. 
Warren Buffett che di Trump ha ammesso non essere un ammiratore, il giorno dopo l’esito elettorale si è dichiarato ostinatamente positivo sui mercati azionari: “Tra 10, 20 e 30 anni l’azionario sarà su livelli più alti. Sia che ci fosse stata Hillary, sia che ci sia Trump, insomma, non cambierà nulla”.
Obbligazionario
Quanto può durare l’irrazionalità?
Quanto può durare un’economia in espansione con tassi d’interesse che rimangono ancorati allo zero?
Non può durare all’infinito, un ciclo economico di crescita, prima o poi deve essere accompagnato da una politica di tassi d’interesse in aumento.
Tre diversi comportamenti che si rispecchiano nell’investitore: il primo è quello che non agisce perdendo le occasioni, il secondo quello che agisce ma troppo frettolosamente e senza l’assistenza di un professionista e il terzo è colui che agisce ma attentamente e con le dovute precauzioni.
Per mesi, se non anni si è seguita l’idea di guardare alle future mosse delle Banche Centrali, perché solo da quel versante sarebbero arrivate le indicazioni e gli alert sulle decisioni in materia di tassi e quindi di movimenti obbligazionari, poi è arrivato l’imprevisto e l’imprevedibile e i tassi relativi ai titoli di stato si sono mossi bruscamente. Non per le azioni dei banchieri centrali dunque ma in seguito a un evento elettorale: la vittoria di Trump ha fatto fare un balzo verso l’alto ai tassi di tutto il mondo.
E’ arrivata la pioggia. Ma mentre la maggioranza era concentrata e attenta nell’analisi logica dei comunicati delle banche centrali, la mossa decisiva è arrivata dalla politica, mossa che ha colto molti investitori in contropiede.
Ora, con le prospettive di tassi d’interesse in crescita che si stanno concretizzando, sarà possibile in futuro cogliere nuove occasioni sul mercato del debito, con prezzi via via più vantaggiosi e con tassi finalmente più remunerativi.
Valutario
Uno degli effetti più evidenti sui mercati finanziari, è stato il notevole movimento del Dollaro su tutte le valute internazionali, Euro compreso.
Sembra che tra i punti del programma Trump effettivamente realizzabili, ci sia quello di uno “scudo fiscale”, un enorme rimpatrio di capitali e dei profitti realizzati dalle grandi multinazionali americane in tutto il mondo, e che ora, a tassi probabilmente agevolati, faranno ritorno negli Stati Uniti.
Una mossa, che se diventerà legge avrà, come già successo nel 2005 con l’amministrazione Bush, sicuramente l’effetto di rafforzare il Dollaro.
Secondo il programma Trump un enorme rientro di capitale, a livello pubblico, grazie alla tassazione, potrà finanziare il programma espansivo economico e al tempo stesso, a livello privato, potrà produrre investimenti e conseguentemente nuovi posti di lavoro.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Consulenza finanziaria e patrimoniale

De Donno Marco - Milano (MI)

De Donno Marco

Consulenti Finanziari / Promozione Finanziaria e Patrimoniale

Via Medici 2

20123 - Milano (MI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

L'eredità. Come giocare d'anticipo

Nuove imposte di successione in vista?

Continua

P.I.R., le soluzioni di Banca Mediolanum

Investire in esenzione fiscale: i P.I.R., le soluzioni di Banca Mediolanum

Continua

Investire in esenzione fiscale - i P.I.R

Una sigla di tre lettere P.I.R. (Piani Individuali di Risparmio) è la novità finanziaria che debutta nel 2017

Continua

Prospettive di investimento per il futuro

Cosa ci ha lasciato il 2016?

Continua

Come proteggersi ai tempi del BAIL-IN

Quali soluzioni adottare per mettere al sicuro i nostri soldi in caso di bail-in bancario

Continua