Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza del lavoro

Legge di bilancio di 2017/2019: approvata

Il Senato della Repubblica, nella seduta del 7 dicembre 2016, ha approvato la Legge Finanziaria 2017

Legge di bilancio di 2017/2019: approvata - Il Senato della Repubblica, nella seduta del 7 dicembre 2016, ha approvato la Legge Finanziaria 2017

Il Senato della Repubblica, nella seduta del 7 dicembre 2016, ha approvato la Legge Finanziaria 2017, recante “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019”, già approvato dalla Camera dei deputati. 

L’obiettivo della manovra per il 2017 è quello di favorire lo sviluppo e l’occupazione mantenendo la finanza pubblica sotto controllo. 

La nuova legge di bilancio entrerà in vigore il primo gennaio 2017 e sarà valida per il triennio 2017-2019. 

Diverse le disposizioni trattate che dovranno essere confermate dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. 

Vediamo in sintesi le principali novità in ambito amministrativo e del lavoro. 

Tra le novità in tema di Pensione, è prevista l’introduzione della 14 mensilità per i redditi più bassi. 

Elevazione della no tax area, ossia l’ampliamento del reddito minimo non tassabile a tutti i pensionati indipendentemente dall’età che non verseranno Irpef se hanno reddito complessivo fino agli 8000 euro. 

Flessibilità in uscita per i lavoratori che, a partire da 63 anni di anzianità anagrafica e 20 anni di contribuzione desiderino andare in pensione (APE, Anticipo finanziario a garanzia pensionistica); 

Estensione dell’Opzione Donna ed il cumulo gratuito dei periodi assicurativi esteso anche agli iscritti alle casse professionali privatizzate. 

Per ciò che concerne le politiche sul lavoro, sono previsti finanziamenti per assicurare la continuità di funzionamento dei Centri per l’Impiego; 

Abbassamento del 25% dell’aliquota contributiva per lavoratori autonomi, titolari di partita IVA e iscritti alla gestione separata; 

Proroga dei benefici contributivi per le assunzioni con il contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma; 

Incremento di 15 milioni di euro annui del finanziamento per la riduzione dei contributi per i contratti di solidarietà. 

Confermata la Detassazione premi di produttività, con aliquota al 10%, fino a 3mila euro (dagli attuali 2 mila), che salgono a 4 mila nelle imprese che coinvolgono pariteticamente i dipendenti nell’organizzazione del lavoro. La fascia di reddito sale a 80 mila euro (dagli attuali 50 mila euro). Stesse misure previste come per quest’anno in tema di Welfare. 

Chiude Equitalia, con le funzioni di riscossione che passano all’Agenzia delle Entrate entro sei mesi (quindi entro fine giugno 2017), con rottamazione cartelle esattoriali limitata agli interessi. 

Novità anche sul fronte delle politiche sociali, con l’incremento di due fondi: 150 milioni di euro annui, a regime, dal 2017, per il Fondo per la povertà, e 50 milioni di euro destinati al Fondo per le non autosufficienze. 

Riconfermato anche per il 2017 il congedo obbligatorio per il padre lavoratore, esteso nel 2016, a due giorni di congedo obbligatorio, da fruire entro i cinque mesi, un giorno in aggiunta a quanto previsto per gli anni transitori precedenti 2013-2015. 

Viene disposta la proroga per il 2017 e il 2018 della facoltà riconosciuta alla madre lavoratrice, anche autonoma, di richiedere un contributo economico (c.d. voucher asili nido o baby-sitting) in sostituzione, anche parziale, del congedo parentale. 

Per ciò che riguarda la tematica giovani, questo quanto previsto: 

Rifinanziato il programma “Garanzia Giovani” con 700 milioni di euro provenienti da risorse comunitarie. 

Riconoscimento di uno sgravio contributivo per l’assunzione a tempo indeterminato di studenti che hanno svolto presso il medesimo datore di lavoro attività di alternanza scuola-lavoro o periodi di apprendistato. 

Il beneficio consistente nell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro (esclusi i premi INAIL), che viene riconosciuto entro il limite massimo di 3.250 euro su base annua per un periodo massimo di 36 mesi, e spetta per le assunzioni effettuate dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018, entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio. 

Per ciò che riguarda i call center, al fine di contenere il fenomeno della localizzazione all’estero e assicurare un maggiore sostegno al reddito dei lavoratori, vengono introdotti una serie di obblighi di comunicazione, la cui violazione comporta l’applicazione di sanzioni amministrative.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza del lavoro

Noi Consulenti Del Lavoro Stp Srl - Milano (MI)

Noi Consulenti Del Lavoro Stp Srl

Consulenti del Lavoro / Sviluppo e Lavoro

Viale Ortles, 54/a

20139 - Milano (MI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Contributo di licenziamento

Oggi analizziamo il contributo di licenziamento introdotto dalla riforma Fornero ai sensi della Legge n. 92/2012

Continua

Lavoratori ammessi al programma "Garanzia Giovani"

Incentivo a favore dei datori di lavoro privati che assumano giovani lavoratori registrati al "Programma Garanzia Giovani".

Continua

La legge di bilancio 2017 in dirittura di arrivo

La Camera dei Deputati ha approvato, con votazione definitiva, la Legge di bilancio.

Continua

La legge Cirinnà e le conseguenze sul lavoro

La Legge 20.05.16, n. 76 (Legge Cirinnà), ha introdotto nel nostro ordinamento l’istituto delle unioni civili e regolamentato le convivenze di fatto.

Continua

Agevolazioni per le assunzioni in scadenza

Di seguito si approfondiscono le agevolazioni per le assunzioni in scadenza al 31/12 e le novità previste dal disegno di legge per la finanziaria 2017

Continua

Maternità e paternità per lavoratori dipendenti

La tutela della maternità e della paternità è disciplinata dal D.Lgs. 151/2001 vediamo come nell'articolo

Continua

Entra in vigore il decreto correttivo del jobs act

In vigore le disposizioni integrative e correttive dei decreti legislativi 15 giugno 2015, n. 81 e 14 settembre 2015, nn. 148, 149, 150

Continua

Smart Working: legge sul lavoro autonomo e agile

Aggiornamenti in tema di lavoro agile, le aziende attendono le linee guida definitive per poter attuare tale modalità di svolgimento della prestazione

Continua

Partecipazione finanziaria al capitale d'impresa

Fondo per incentivare la partecipazione dei lavoratori al capitale e agli utili delle imprese e per la diffusione dei piani di azionariato

Continua

Car sharing: quale trattamento fiscale

L’agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 83 del 28 settembre 2016, ha chiarito il trattamento fiscale del car sharing.

Continua