Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Coaching

Perchè non si deve avere l’auto più bella del capo

Coloro che mettono alla prova il senso di autostima dell’interlocutore rischiano molto

Perchè non si deve avere l’auto più bella del capo - Coloro che mettono alla prova il senso di autostima dell’interlocutore rischiano molto

Durante il regno di Luigi XIV c'era un intelligente e colto Ministro delle Finanze di nome Fouquet. Era indispensabile al Re e brillante, troppo brillante. Amava le feste lussuose ed un giorno fece, in buona fede, un errore imperdonabile. Per aumentare il favore presso il sovrano organizzò una festa in suo onore. Nel suo splendido castello, nel giardino più bello di Francia, il Ministro non si accorse del rischio di avere conquistato gli sguardi di ammirazione dei presenti, sottraendoli al sovrano. Il giorno dopo Fouquet fu arrestato e processato per aver derubato il suo paese. Luigi XIV, il Re sole, non voleva che nessuno splendesse più di lui. 

 

Nominò Colbert Ministro delle Finanze, notoriamente tirchio e parco nei ricevimenti. Costruì la reggia più bella di Francia, Versailles, in modo che nessuno osasse avere giardini più grandi di lui. Coloro che mettono alla prova il senso di autostima dell’interlocutore rischiano molto. I venditori ed i formatori sanno che una cosa è dimostrare la propria competenza altra far sentire inadeguato chi ti ascolta. Se poi è il tuo capo quell’errore vale doppio. 

  

Una volta un dirigente d'azienda confessò che non avrebbe mai assunto un dipendente o una segretaria con un'auto migliore della sua. L'auto è un simbolo, come il giardino.
In contesti orientati al potere come la politica, o sei veramente meno bravo del capo o devi apparirlo. Se in altri ambiti si tende a simulare bravura, nei partiti c'è un'asticella che è pericolosissimo varcare: il livello di abilità di chi ti sta sopra. Ed allora o sei mediocre, e il tuo compito è decisamente più semplice o devi contenere la volontà di palesare certe forme di abilità. Ciò non significa che quelli abili non posso emergere ma fanno il doppio della fatica e, a volte rinunciano, perché la spesa di tempo ed energia non vale l'impresa. E’ bene saper riconoscere la cultura organizzativa: quel mix di regole, valori, atteggiamenti, modi di comunicare, che si riassumono nell’espressione “qui da noi si fa così”. Puoi scegliere strategie molto diverse ma sempre ricordando la fine di Fouquet!

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Coaching

Dott. Armando Floris - Avezzano (AQ)

Dott. Armando Floris

Counseling e coaching / Sviluppo e benessere

Via Antonio Gramsci 21

67051 - Avezzano (AQ)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

I dieci comandamenti del formatore

Cosa aver presente prima di entrare in aula

Continua

Le App non bastano

I nativi digitali alle prese con le scelte importanti

Continua

Taccagni ma creativi

Cerchiamo conferme o nuove idee per migliorare la vita?

Continua

Quattro domande più una per prendersi sul serio

Un filosofo e un allenatore aziendale alle prese con il tema del cambiamento

Continua

Come affronti le tue battaglie?

L’atteggiamento giusto per tirar fuori risorse e soluzioni

Continua

L’autogoverno con l’aiutino

Tattiche per darsi un po' di disciplina

Continua

Altro che meraviglia!

La filosofia di vita cambia grazie ad un atto di ribellione

Continua

La risposta corretta alla domanda sbagliata

Riflessioni sul coaching per gli adolescenti

Continua

Il valore del lavoro genera alleati

Migliora il prodotto e difinisci il significato dell’ opera: avrai solidarietà e supporto

Continua

La fiducia

Costruire un’alleanza forte andando oltre le tattiche di comunicazione

Continua

Lo scettico credulone

Paradossi della credibilità tra comunicazione e autogoverno

Continua

E' credibile?

L'uso delle nostre potenzialità per capire a chi dar credito

Continua

Persone di carattere

Dimensioni, fascino e allenamento di un concetto dai molteplici significati

Continua

L’avvocato antifragile

Distinguersi nella professione forense allenandosi con il coaching

Continua

Lasciatemi vendere in pace

Cosa precede le tecniche di comunicazione

Continua

Le due verità sugli obiettivi

Elaborare un buon piano d’azione per il 2017. Parte 1

Continua

Pensieri a trazione integrale

L’ultimo giorno dell’anno alcune riflessioni tentano la scalata

Continua

La montagna del conflitto

Perdere la faccia. Come si passa dalla tensione alla guerra totale

Continua

Allenamento o adattamento?

La sfida del Coaching formativo

Continua

Il discorso efficace: come trovare l'idea forza

Oltre le tecniche del public speaking: cosa fa veramente la differenza nel parlare in pubblico? Tre spunti pratici per un intervento memorabile

Continua

In azienda non esistono bugie

Quale verità mi racconta quella fandonia?

Continua