Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Divorzio breve

Le novità più interessanti del Ddl sono in corso di approvazione al Senato

Divorzio breve - Le novità più interessanti del Ddl sono in corso di approvazione al Senato

Decorrenza dei termini anticipata: questa la novità più interessante del Disegno di Legge sul divorzio breve, approvato nei giorni scorsi dalla Camera e ora in attesa di iniziare l’esame al Senato. Vediamo nel dettaglio cosa cambierebbe se il Disegno di Legge dovesse essere approvato. 

 

Oggi, secondo l’articolo 3 della legge sul divorzio (898/70), i coniugi, per presentare domanda di scioglimento degli effetti civili del matrimonio, sia nelle separazioni giudiziali che in quelle consensuali, devono attendere il decorso di tre anni dal giorno in cui moglie e marito compaiono, per la prima volta, dinanzi al presidente del tribunale. Secondo il Disegno di legge in corso di approvazione, invece, nel caso di separazione giudiziale, si potrà attivare la procedura per la cessazione degli effetti civili del matrimonio dopo dodici mesi dal giorno della «notificazione della domanda di separazione» o per essere più precisi, dalla notificazione del ricorso e del decreto scritto in calce dal giudice di fissazione di udienza dinanzi al presidente del tribunale per il previsto tentativo di conciliazione. 

 

Si tratta di una misura che può anticipare anche di molto i tempi per ottenere il sospirato divorzio, anche perché oggi, in molti tribunali, il termine di 90 giorni previsto dall'art. 706 del codice di procedura civile per la fissazione dell'udienza presidenziale dal deposito del ricorso non è rispettato; inoltre, la prima udienza può subire un ulteriore rinvio se il coniuge chiamato in giudizio non compare.  

 

Ad accelerare l’iter è anche la previsione per cui, se alla data di instaurazione del giudizio di divorzio è ancora in corso quello di separazione con riguardo alle domande accessorie, la causa di divorzio sarà assegnata allo stesso giudice della separazione. Per domande accessorie vanno intese tutte le domande diverse da quella principale di separazione, ma a essa connesse. Si tratta, ad esempio, della richiesta di addebito, di quella di risarcimento a carico del coniuge ritenuto responsabile della rottura del matrimonio o della domanda di restituzione delle somme versate al consorte a titolo di assegno di mantenimento poi revocato. 

 

Il disegno di legge anticipa la decorrenza anche per le separazioni consensuali. In questo caso, i sei mesi decorrono, anziché dall’udienza presidenziale, «dalla data di deposito del ricorso ovvero dalla data della notificazione del ricorso e del decreto di fissazione dell'udienza presidenziale, qualora esso sia presentato da uno solo dei coniugi». Il testo prevede anche la modifica delle regole per lo scioglimento della comunione legale dei beni. Attualmente, la domanda di divisione dei beni comuni può essere proposta da ciascun coniuge solo dopo lo scioglimento della comunione, a seguito della pronuncia definitiva di separazione. Il Ddl, invece, prevede che nel caso di separazione personale, la comunione tra marito e moglie «si scioglie automaticamente nel momento in cui, in sede di udienza presidenziale, il presidente autorizza i coniugi a vivere separati, ovvero alla data di sottoscrizione del verbale di separazione consensuale dei coniugi dinanzi al presidente, purché omologato». E abbatte i tempi anche la possibilità di introdurre la domanda di divisione della comunione «unitamente alla domanda di separazione o di divorzio»

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Nuova procedura esattoriale

Eliminata la cartella esattoriale

Continua

Separazione e divorzio

Brevi riflessioni sulle recenti riforme

Continua

Negoziazione assistita parere obbligatorio del PM

Prime applicazioni in concreto

Continua

Separazione e divorzio semplificato

Applicabilità in concreto della norma prevista dalla Legge n.162/2014

Continua

Regime patrimoniale dei coniugi e divorzio

Particolari ipotesi di mutamento nel regime patrimoniale dei coniugi

Continua

Debiti con il fisco

Equitalia potrebbe rinunciare ai crediti inesigibili

Continua

Danno da vacanza rovinata

Il danno non patrimoniale non sussiste nel caso di pregiudizio non grave

Continua

Separazione e divorzio

Cosa cambia in concreto con la riforma approvata al Senato

Continua

Separazione e divorzio assistiti dall'Avvocato

Cosa cambia con la riforma in itinere: l’accordo consensuale di separazione o divorzio potrà essere stipulato anche in presenza di figli minori

Continua

Divorzio Breve

Negoziazione assistita ed adempimenti successivi dell'avvocato

Continua

Equitalia non può pignorare la prima casa

Una recente pronunzia della Corte di Cassazione ribadisce il principio della impignorabilità della casa di abitazione

Continua

Divorzio Breve

Nuova disciplina sullo scioglimento del matrimonio

Continua

Vacanza rovinata

Giudice di Pace: responsabilità solidale della compagnia crocierista e di quella aerea

Continua

Vacanza Rovinata

Concrete possibilità risarcitorie

Continua

Vacanza Rovinata

vademecum per rimediare

Continua

Divorzio immediato, legge straniera

Coniugi di nazionalità diversa possono chiedere concordemente al giudice di applicare la legge del paese di uno dei due per divorziare

Continua

Separazione e divorzio

Cassazione: rischia la decadenza dalla potestà genitoriale chi impedisce ai figli di vedere i nonni dopo la morte del coniuge

Continua

Il danno da vacanza rovinata

La prova del danno da vacanza rovinata è intrinseca nella dimostrazione dell’inadempimento

Continua

Vacanza rovinata - Pubblicità ingannevole

Quando la tanto agognata vacanza si trasforma in un incubo

Continua

Giudizio di separazione

E` reato esibire nel giudizio di separazione la corrispondenza bancaria del coniuge

Continua

Il Processo Civile Telematico

Breve resoconto a poco più di un mese dalla introduzione dell'obbligo dell'invio telematico degli atti processuali

Continua

Il divorzio breve

Le ultime novità della riforma

Continua

Divorzio e annullamento alla Sacra Rota

Tra le due richieste ci sono importanti differenze di carattere patrimoniale

Continua