Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto commerciale

Contratto di locazione nullo se non registrato

La Cassazione adotta la linea dura in materia di nullità del contratto di locazione nel caso in cui non viene regolarmente registrato

Contratto di locazione nullo se non registrato - La Cassazione adotta la linea dura in materia di nullità del contratto di locazione nel caso in cui non viene regolarmente registrato

La terza sezione  della Cassazione Civile, con la sentenza n. 25503 pubblicata in data 13.12.2016, prende finalmente posizione in merito all’applicazione dell’art. 1 c. 346 della L. 311 del 2004[1] in materia di nullità del contratto di locazione nel caso in cui non sia stato regolarmente registrato.

I supremi Giudici, infatti, cassando una sentenza della Corte d’Appello di Bologna, stabiliscono i principi cui attenersi  quando il contratto di locazione non sia stato registrato:

“a) Il contratto di locazione non registrato è nullo ai sensi dell’art. 1, comma 346, della L 30.12.2004 n. 311;

b) la prestazione compiuta in esecuzione d’un contratto nullo costituisce un indebito oggettivo, regolato dall’art. 2033 c.c., e non dall’art. 1458 c.c.; l’eventuale irripetibilità di quella prestazione potrà attribuire al solvens, ricorrendone i presupposti, il diritto al risarcimento del danno ex art. 2043 c.c., od al pagamento dell’ingiustificato arricchimento ex art. 2041 c.c.”  

L’interpretazione della dottrina e della giurisprudenza, con riferimento all’applicazione del citato articolo 1, oscillava tra un’applicazione restrittiva della norma (nullità del contratto) e una meno rigorosa, la quale  considerando l’obbligo di registrazione un adempimento puramente fiscale, non faceva derivare dalla violazione del precetto una nullità del contratto di locazione.

La sentenza della Cassazione, invece, si attiene ad una interpretazione puramente letterale del disposto normativo e, confortata autorevolmente dalla pronuncia della Corte Costituzionale del 2007[2], sancisce in maniera ferma e decisa la nullità del contratto di locazione in caso di mancata registrazione dello stesso, sul presupposto, mutuato dalla richiamata pronuncia della Corte Costituzionale, che la norma di cui si discute ha natura di “norma imperativa” e, in quanto tale, la sua violazione comporta inevitabilmente la declaratoria di nullità in essa prevista.

Altro aspetto rilevante, trattato dalla pronuncia in esame, concerne la natura della nullità del contratto di locazione il quale, pur essendo un contratto di durata, non ha comunque prodotto i suoi effetti “perché il rapporto si è svolto di fatto”. Si legge nella sentenza in esame: “Infatti le ipotesi in cui il legislatore attribuisce rilievo giuridico allo svolgersi d'un rapporto contrattuale nullo (come nel caso del lavoro dipendente di fatto) sono eccezionali.

Poiché, dunque, i contratti di locazione non rientrano espressamente in tale “genus”, mancando qualsiasi norma che dia rilievo ad un rapporto di fatto anche quando il contratto di locazione è nullo, quest’ultimo non produce alcun effetto tra le parti.

Dalla sanzione di nullità deriva, conseguentemente, la necessità di individuare in maniera puntuale le norme da applicare nel caso in cui il locatore volesse ottenere ristoro da parte di chi ha occupato il suo immobile senza titolo (essendo il contratto di locazione nullo perché non registrato). Dalla sentenza in questione (sub lett. b) si ricava, infatti, che nei casi in questione non trova applicazione l’art. 1458 c.c., ma gli artt. 2033, 2043 o 20141 c.c. 

[1] L.  N. 311 DEL 30.12.2004 ART. 1 C. 346. I contratti di locazione, o che comunque costituiscono diritti relativi di godimento, di unità immobiliari ovvero di loro porzioni, comunque stipulati, sono nulli se, ricorrendone i presupposti, non sono registrati
[2] Ordinanza 05 dicembre 2007 n. 420
 

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Diritto commerciale

Studio Legale Avv. Francesco Agostino - Bovalino (RC)

Studio Legale Avv. Francesco Agostino

Avvocati / Civile

Via Mario E Luigi Spagnolo 15

89034 - Bovalino (RC)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Prescrizione e cartelle esattoriali

Le sezioni unite si pronunciano in favore del contribuente in materia di prescrizione

Continua