Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto tributario

No tutela penale per il mantenimento dei figli conviventi

Secondo la Cassazione il mancato mantenimento dei figli di ex conviventi non è sanzionabile penalmente

No tutela penale per il mantenimento dei figli conviventi - Secondo la Cassazione il mancato mantenimento dei figli di ex conviventi non è sanzionabile penalmente

Con sentenza n. 2666/2017 la sezione sesta della Cassazione ha stabilito che non si applicano le sanzioni penali poste a tutela del mantenimento dei figli di genitori solo conviventi, non coniugati, ed ora separati. 


Il reato in questione è quello previsto dall'art. 3, Legge 54/2006 che ha ad oggetto l'inadempienza all'obbligo di mantenimento nell'ambito dell'affido condiviso (il quale richiama l'art. 12 sexies L. 898/1970). Le pene applicabili sono quelle previste dall'art. 570 c.p. in caso di violazione degli obblighi di assistenza famigliare


Un'interpretazione formalistica, quella della Cassazione, che pone in rilievo i principi di stretta legalità e tassatività della legge penale che restringono di molto la possibilità di applicare la norma penale in senso analogico estensivo


Occorre precisare, però, che in soccorso alle legittime aspettative dei figli vengono le possibili azioni civili e la tutela di fondo penale apprestata dall'art. 570 c.p. sull'obbligo di assistenza familiare.
Per informazioni e chiarimenti contattare lo studio ai riferimenti sotto indicati.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Diritto tributario

Avv. Teresina Procopio - Parma (PR)

Avv. Teresina Procopio

Avvocati / Civile

Galleria Bassa Dei Magnani, 7

43100 - Parma (PR)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Nulla la cartella che non "spiega" gli interessi

Se non sono indicati i criteri di calcolo degli interessi la cartella può essere annullata

Continua

Lavoro occasionale abusivo: gravi le sanzioni

L'Ispettorato nazionale del lavoro precisa il grave regime sanzionatorio vigente nell'ipotesi di supero dei limiti per il lavoro occasionale

Continua

Tutela dell'abitazione nei confronti di Equitalia

Sussistono dei precisi limiti legislativi a tutela dell'abitazione che inibiscono l'azione esecutiva di Equitalia

Continua

Questionari fiscali e preclusioni processuali

Il Fisco può inviare al contribuente questionari per reperire informazioni utili per l`accertamento

Continua

Effetti penali della rottamazione Equitalia

La cosiddetta “rottamazione” delle cartelle esattoriali (art. 6 d.l. 193/2016) può avere dei benefici effetti sul fronte dei reati tributari

Continua

Nulla la notifica di Equitalia via pec

Nulla la notifica Equitalia via pec, se la copia della cartella è un semplice pdf

Continua

Sfratto: canoni dovuti anche se l'immobile ha vizi

Secondo il Tribunale di Milano, nonostante l'immobile preso in locazione abbia dei vizi, l'inquilino deve pagare i relativi canoni

Continua

Unioni Civili: approvati i decreti legislativi

Il Governo ha approvato i decreti legislativi attuativi della legge delega sulle unioni civili

Continua

Accertamenti fiscali di fine anno: rischio nullità

Gli accertamenti fiscali di fine anno sono a rischio di nullità se non viene rispettato il termine di 60 giorni per le memorie difensive

Continua