Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Legge di Stabilità 2017 (2° parte)

Proseguiamo l’analisi delle novità introdotte dalla legge finanziaria 2017

Legge di Stabilità 2017 (2° parte) - Proseguiamo l’analisi delle novità introdotte dalla legge finanziaria 2017

Proseguiamo l’analisi delle novità introdotte dalla legge finanziaria 2017
IRI (Imposta sul Reddito di Impresa)
Il  reddito d'impresa degli imprenditori individuali e  delle  società  in  nome collettivo e  in  accomandita  semplice  in  regime  di  contabilità ordinaria, e'  escluso  dalla formazione  del  reddito  complessivo e assoggettato a tassazione separata del 24%. Le somme prelevate dell'utile  dell'esercizio  e  delle riserve di utili, a favore dell'imprenditore, dei collaboratori familiari  o dei soci costituiscono reddito d'impresa e concorrono integralmente a formare il reddito complessivo dell'imprenditore,  dei  collaboratori familiari o dei soci.
L’opzione per l’applicazione dell’IRI si effettua in sede di dichiarazione dei redditi, ha durata di cinque periodi di imposta ed è rinnovabile. In tale ipotesi, su detti redditi opera la sostituzione delle aliquote progressive IRPEF con l’aliquota unica IRI, pari all’aliquota IRES (24 per cento dal 2017). Le disposizioni del presente  articolo  non  si  applicano  alle somme prelevate a carico delle riserve formate con utili dei  periodi d'imposta precedenti a quello dal quale ha effetto tale articolo;  le riserve da  cui  sono  prelevate  le  somme  si  considerano  formate prioritariamente con utili di tali periodi d'imposta.
Per i soggetti che optano per il regime dell’IRI, il contributo annuo dovuto alle gestioni dei contributi e delle prestazioni previdenziali degli artigiani e degli esercenti attività commerciali è determinato senza tener conto delle nuove disposizioni in materia di IRI.
 
ACE (Aiuto Crescita Economica) – nuove aliquote
A decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2018, detta aliquota viene stabilita nella misura del 2,7 per cento, mentre per il periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2017 è fissata al 2,3 per cento.
Si estende l’applicazione dell’ACE alle persone fisiche, alle società in nome collettivo ed a quelle in accomandita semplice in regime di contabilità ordinaria.
 
RIVALUTAZIONE PARTECIPAZIONI TERRENI E BENI - PROROGA
Sono prorogati i termini per la rivalutazione di quote e terreni da parte delle persone fisiche, confermando l’aliquota dell'8 per cento in relazione alla relativa imposta sostitutiva.
Si prevede poi, a favore delle società di capitali e degli enti residenti sottoposti a IRES, la possibilità di effettuare la rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni risultanti dal bilancio dell'esercizio in corso al 31 dicembre 2015, attraverso il pagamento di un'imposta sostitutiva con aliquota del sedici per cento per i beni ammortizzabili e del dodici per cento per i beni non ammortizzabili;

ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI – PROROGA
È prevista la riapertura (al 30 settembre 2017) dei termini per l’assegnazione o cessione di taluni beni ai soci e per l’estromissione dei beni immobili dal patrimonio dell’impresa da parte dell’imprenditore individuale. I relativi versamenti rateali dell'imposta sostitutiva sono effettuati, rispettivamente, entro il 30 novembre 2017 ed entro il 16 giugno 2018. A queste operazioni si applica un’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell’IRAP ed è ridotta l’imposta di registro. Analoghe agevolazioni sono previste per le relative trasformazioni societarie. La base imponibile cui applicare l’imposta sostitutiva è costituita dalla differenza tra il valore normale dei beni assegnati (il valore normale può essere determinato in misura pari a quello risultante dall’applicazione all’ammontare delle rendite risultanti in catasto dei moltiplicatori determinati con i criteri e le modalità previsti dalle norme in tema di imposta di registro) e il loro costo fiscalmente riconosciuto (costo storico al netto degli ammortamenti) .
L’imposta sostitutiva (che si applica in luogo delle imposte sui redditi e dell’imposta regionale sulle attività produttive – IRAP) ha un’aliquota dell’8 per cento. Essa è elevata al 10,5 per cento per le società considerate non operative in almeno due dei tre periodi di imposta precedenti a quello in corso al momento della assegnazione, cessione o trasformazione.
Per le assegnazioni e cessioni di beni agevolate, se soggette all’imposta di registro in misura proporzionale, le aliquote di tale imposta sono ridotte alla metà e le imposte ipotecarie e catastali si applicano in misura fissa (200 euro).
 
IVA SULLE VARIAZIONI DI  IMPONIBILE E DI IMPOSTA
È ripristinata la regola secondo cui l’emissione di una nota di credito IVA, nonché l’esercizio del relativo diritto alla detrazione dell’imposta corrispondente alle variazioni in diminuzione, possono essere effettuati, nel caso di mancato pagamento connesso a procedure concorsuali, solo una volta che dette procedure si siano concluse infruttuosamente.

Lo studio rimane a disposizione per chiarimenti.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Decreto legge 50/17

Split payment, detrazione iva, regime fiscale locazioni brevi

Continua

Legge di Stabilità (1° parte)

Analisi della Legge di Stabilità: detrazioni fiscali ristrutturazioni, super ammortamenti, regime cassa imprese minori, ape, fondo sostegno natalità

Continua