Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto penale societario

Corte europea sull’evasione IVA

Diritto tributario e societario

Corte europea sull’evasione IVA - Diritto tributario e societario

In seguito alle conclusioni dell’Avvocato generale, depositate il 12 gennaio 2017, vanno opportunamente tratte importanti considerazioni, in tema di omesso versamento IVA e più in generale sul doppio binario sanzionatorio (penale - amministrativo), da tempo oggetto di interesse giurisprudenziale ed accademico. La massima, enucleabile dalle predette conclusioni, può essere così sintetizzabile: per configurare una violazione del principio è necessario che le pene vadano a colpire la medesima persona.  I primi due casi attenzionati dall’Avvocato generale riguardavano sanzioni tributarie a due Società a responsabilità limitata, mentre i procedimenti penali erano stati promossi nei confronti dei rispettivi rappresentanti legali; secondo il ragionamento seguito, non è rilevabile alcuna identità soggettiva e, malgrado l’omesso versamento IVA sia lo stesso, nessuna violazione del principio del ne bis in idem. Nel terzo caso invece, l’identità esisteva, perché era stata sanzionata una persona fisica nei cui confronti era stato poi avviato un procedimento penale. 

Due essenzialmente sono le considerazioni: 

1.      c’è l’idem tra le due sanzioni, in altri termini, le due fattispecie sarebbero sostanzialmente le stesse, tutto ciò in contrasto con le Sezioni Unite della Cassazione (sentenze numero 37424 e 37425 del 2015), secondo le quali invece le due sanzioni (una penale ed un’altra amministrativa) sono differenti; 

2.      si deduce la natura “afflittiva” delle sanzioni amministrative

Duplice è anche la diversa ratio, infatti la volontà della Corte europea è quella di evitare il doppio procedimento, laddove invece quella dei giudici nazionali di legittimità, è di non voler rinunciare alla rilevanza penale delle violazioni tributarie costituenti reato. 

La fattispecie di omesso versamento dell’Iva, disciplinata dall’articolo 10 ter del D.lgs 74/2000 è stata oggetto di modifica dal D.lgs 158/2015, con il quale il legislatore ha innalzato la soglia di punibilità da 50.000 €250.000 € per ciascun periodo d’imposta, con il chiaro intento di colpire le condotte che fossero particolarmente lesive degli interessi erariali. 

Alla luce quindi dei recenti sviluppi giurisprudenziali, laddove una società paghi una somma quale sanzione amministrativa per non aver versato l’imposta sul valore aggiunto, seguirà comunque l’avvio di un procedimento penale per il legale rappresentante della società stessa, dal momento che non risulta soddisfatto uno dei requisiti indispensabili per l’applicazione del ne bis in idem, vale a dire l’eadem persona (identità di soggetto).

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Diritto penale societario

Avv. Gianluca Iaione - Salerno (SA)

Avv. Gianluca Iaione

Avvocati / Penale

Via Torretta 4

84122 - Salerno (SA)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Normativa sulla produzione e commercio del legname

Quadro normativo in materia di commercio e produzione del legno e modello 231/01

Continua

Responsabilità penale del gallerista

Contraffazione, alterazione e riproduzione di opere d'arte e falso dichiarato, artt. 178 e 179 del Codice dei beni culturali e del paesaggio

Continua

Il made in Italy a tutela rafforzata

Tutela del commercio e dei prodotti italiani dalla contraffazione

Continua

Frode fiscale e prescrizione

Contrasti applicativi tra la Corte di Giustizia europea e la Corte Costituzionale sui reati tributari

Continua

Compro oro, occhio alla ricettazione

Pericolo di usura, riciclaggio e ricettazione nei negozi

Continua

Diffamazione e social network

Circostanza aggravante o attenuata?

Continua

I nuovi crimini informatici nel codice penale

Reati informatici, prevenzione ed interventi alla luce del Dlgs. 231/2001

Continua

Computer crime e 231/2001

Reati informatici e responsabilità amministrativa degli Enti

Continua

Diritto aziendale ed alimentare

Impresa alimentare, nuove agevolazioni e rating di legalità

Continua

Il principio del doppio binario “deragliato”

Lo statuto del contribuente fra sistema penale e tributario

Continua

Diritto penale doganale e alimentare

Made in Italy, Olio Dop del Cilento, italian sounding e perfezionamento attivo.

Continua

Il falso biologico

Diritto penale alimentare, frode in commercio, nuovi articoli 516-517-517 bis.

Continua

Diritto penale aziendale

Nuovo codice degli appalti e delle concessioni, articolo 80, misure di self-cleaning e modello 231, condanne successive all'aggiudicazione.

Continua

Diritto penale alimentare

Responsabilità penale del legale rappresentate di una catena di supermercati, risk assessment, risk management, delega di funzioni.

Continua

Diritto penale alimentare

Responsabilità del direttore di un supermercato, nuovo articolo 440 c.p., particolare tenuità del fatto.

Continua

Diritto penale alimentare

Impresa agroalimentare, adozione del modello 231, il nuovo articolo 6 bis, il reato agroalimentare e di caporalato

Continua

Diritto penale tributario e revoca del giudicato

Dichiarazione infedele, condanna penale e riabilitazione giuridica delle imprese.

Continua

La responsabilità penale del gestore delle piste da sci

I gestori di pista da sci sono tenuti non solo a segnalare i tratti pericolosi della pista ma a renderli inaccessibli

Continua

Diritto penale doganale. Evasione IVA

Libera circolazione e abuso del diritto

Continua

Abuso del diritto nel diritto tributario

Elusione fiscale, overtax e depenalizzazione

Continua

Omicidio stradale negli Stati Uniti

Intervento dell`avvocato Gianluca Iaione - Proposta di riforma legislativa - Sala conferenze della Camera dei Deputati in Roma l’ 8 giugno 2012

Continua