Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Ingegneria civile delle costruzioni

La soluzione acciaio nelle costruzioni

Le costruzioni in acciaio sono di rapida realizzazione e rappresentano una soluzione economica di alta efficienza e sicurezza

La soluzione acciaio nelle costruzioni - Le costruzioni in acciaio sono di rapida realizzazione e rappresentano una soluzione economica di alta efficienza e sicurezza

La sismicità del territorio nazionale è definita in termini statistici. Per le normali costruzioni destinate ad uso residenziale, in un sito ben preciso, il terremoto di progetto da utilizzare per la Salvaguardia della Vita (SLV), è definito dalla normativa, come quello che ha una probabilità del 10% di verificarsi in un tempo di 475 anni (Tempo di Ritorno), considerando un arco temporale di vita delle costruzioni di 50 anni. Nel caso dell'evento sismico registrato il 30 ottobre 2016 con epicentro nel Comune di Norcia sono stati misurate accelerazioni di picco caratterizzate da un periodo di ritorno ben superiori a quelle previste anche dalla più recente Normativa e da una probabilità di accadimento nella finestra temporale dei 50 anni dell' 1,5 % e cioè molto bassa e parecchio inferiore al 10%. La differenza tra i parametri di calcolo e le accelerazioni misurate durante l'evento, ha comunque permesso a molti edifici, tra l'atro per la stragrande maggioranza costruiti con normative anteriori alle NTC 2008, di resistere, o rimanendo perfettamente agibili o danneggiandosi senza collassare assolvendo così al proprio compito di salvaguardia della vita umana. Questo a dimostrazione che come spesso accade nel Nostro Paese la normativa è adeguata e sufficiente, soprattutto in relazione al costruito che nei secoli ha assunto una memoria storica degli eventi. Un esempio di prima normativa sismica è rappresentato dal "Regolamento edilizio di Norcia" redatto in seguito del terribile terremoto del 1859; in cui vengono descritte precise regole per la progettazione di geometrie e volumi semplici, altezze limitate a due piani, tetti non spingenti, con l'utilizzo di tecniche compatibili anche economicamente agli usi del tempo. Oggi 150 anni più tardi, la comunità e gli attori della ricostruzione si trovano difronte alla scelta della metodologia di ricostruzione, dato per scontato che ciò che si "vedeva" deve ritornare tale, perché è il paesaggio che caratterizza ed identifica un Luogo che è frutto di una storia di uomini ed eventi, seppur controversi e ingarbugliati; diverso è il discorso per ciò che "non si vedeva" e cioè le strutture portanti e resistenti. Il metodo finora utilizzato è stato quello del recupero anche con metodi innovativi e all'avanguardia, ma sempre di supporto allo schema di edificio in muratura o misto in cemento armato; una ricostruzione filologicamente corretta che partendo dalla struttura disegna il volume e la geometria dell'immobile. Oggi la tecnologia ha fatto passi da giganti e molto del costruito danneggiato, non ha delle peculiarità caratteristiche tali da dover essere conservato o mantenuto, in ambito strutturale si intende. Sarebbe il momento di iniziare una "ricostruzione leggera", nel senso di utilizzare abbondantemente materiali leggeri come l'acciaio ed il legno, se dopo il terremoto del 1997 è stato fatto molto per la sostituzione delle coperture con l'uso del legno, tanto che oggi questo sistema è patrimonio comune di tutti tra i vari committenti, i progettisti e le imprese; oggi sarebbe necessario fare un salto ulteriore, soprattutto laddove le accelerazioni al suolo del sisma assumono valori veramente importanti. Il caso dell’acciaio. E' noto a tutti che le strutture in acciaio sono più flessibili e leggere, le forze nella struttura sono minori e pertanto si riduce notevolmente il costo della sovrastruttura e delle fondamenta. I principi di una buona progettazione sismica sono semplicità strutturale, uniformità, simmetria, ridondanza, resistenza e rigidezza bidirezionale, nel caso dell'acciaio la semplicità strutturale è caratterizzata da percorsi chiari e diretti per la trasmissione delle forze sismiche. La modellazione, l'analisi, il disegno e la progettazione di dettaglio e la costruzione delle strutture semplici sono soggette a meno incertezze, e quindi il comportamento strutturale è molto più attendibile. E allora appare incomprensibile la ragione per cui, tra le possibili soluzioni antisismiche, poco si parli in Italia di quella che è da considerarsi certamente una delle più efficaci: l'acciaio strutturale. Le strutture in acciaio garantiscono la possibilità di assorbire energia sismica, utilizzando le elevate riserve plastiche, tramite l'uso di dettagli costruttivi decisamente meno onerosi rispetto a quelli che sarebbe necessario prevedere con altri materiali. Per quanto riguarda gli edifici esistenti, l'acciaio risulta essere idoneo anche per gli interventi di ristrutturazione adeguamento e miglioramento sismico di edifici in muratura o cemento armato lesionati.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Ingegneria civile delle costruzioni

Ing. Riccardo Vinti - Perugia (PG)

Ing. Riccardo Vinti

Ingegneri / Ingegneria Civile e Ambientale

Via Saturnia 89

06129 - Perugia (PG)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Il Fascicolo del Fabbricato

Il fascicolo del fabbricato, una sorta di "carta di identità" per conoscere le condizioni degli edifici

Continua