Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

I controlli fiscali nella ristorazione

Le metodologie di controllo nelle attività operanti nella ristorazione

I controlli fiscali nella ristorazione - Le metodologie di controllo nelle attività operanti nella ristorazione

In caso di ispezione nelle attività dedite alla ristorazione, gli addetti al controllo seguono precise indicazioni e prassi volte a riscontrare eventuali presenze di entrate o uscite non registrate, nonché rivolte all’individuazione di personale dipendente non regolarmente in forza.
Controllo antecedente l’ispezione: prima di effettuare il controllo vero e proprio in azienda, gli agenti incaricati effettuano un’indagine rivolta ad identificare informazioni circa la ditta o società che opera, il titolare o legale rappresentante, dichiarazioni dei redditi.
L’accesso: l’ispezione vuole sfruttare “l’effetto sorpresa” per reperire situazioni o documenti successivamente rilevanti per l’indagine.
Durante l’ispezione viene dato rilevanza ad alcuni fattori quali:
- rilevazione del personale dipendente e degli altri collaboratori presenti
- controllo della cassa
- individuazione delle ultime operazioni effettuate, ed in particolare degli ultimi documenti fiscali emessi
- rilevazione del numero dei clienti presenti nel locale all’atto dell’accesso e di quelli sopravvenuti
- rilevazione degli impianti e delle attrezzature utilizzate per l’esercizio dell’attività;
- presenza di eventuali PC o supporti di memorizzazione magnetici (a tal riguardo è possibile anche un controllo della posta elettronica dei solo messaggi già aperti però)
- rilevazione degli orari di apertura al pubblico, dei giorni di riposo per turno settimanale e di chiusura per ferie
Tali valori saranno poi utilizzati al fine di calcolare una stima della potenziale ricettività in termini di numero di coperti e/o prezzo medio praticato
Controllo del volume d’affari: L’ispezione avrà come fine ultimo la rilevazione del volume d’affari dell’attività al fine di verificare un eventuale evasione, attestata tramite rilevazione di informazioni su:
- consistenza di cassa superiore al totale degli importi registrati
- assenza di prelievi del titolare o la mancata distribuzione degli utili
- elementi tratti dalla documentazione extracontabile
- inattendibile distribuzione degli approvvigionamenti nel corso dell’anno
- anomalie nei tempi di emissione dei documenti fiscali e nella contabilizzazione dei corrispettivi
- distribuzione dei corrispettivi troppo uniforme nel tempo
Ricostruzione indiretta dei ricavi L’indagine indiretta dovrà primariamente verificare i rapporti esistenti tra l’impiego delle materie prime acquistate e utilizzate, ed i pasti somministrati risultanti dalle ricevute fiscali emesse. La ricostruzione indiretta dei proventi conseguiti potrà essere avvalorata da ulteriori elementi quali:
- numero dei “coperti” disponibili
- costi relativi a beni di consumo essenziali
- rispondenza dei prezzi medi da menu con quelli indicati sui documenti fiscali emessi;
- uso di tovaglie e tovaglioli
- consumi di eventuali contenitori da asporto;
A riguardo gli organi ispettivi si basano su schede utilizzate come standard di riferimento per determinare la quantità di prodotti a crudo utilizzati per la preparazione dei pasti:
 
Primi piatti-Quantità per porzione
Pasta secca-gr. 80/100
Pasta all’uovo fresca (farina + acqua + uova, ecc.)-gr. 125
Pasta fresca (farina + acqua, etc.)-gr. 125
Gnocchi-gr. 180
Riso-gr. 70/80
Ravioli ed altra pasta ripiena-gr. 180
Tortellini in brodo-gr. 100
Tortellini asciutti-gr. 150
Uova occorrenti per kg 1 di pasta all’uovo-7
 
CARNI (pronte per la cottura)-Quantità per porzione
Bistecche, lombo, arrosto, filetto, braciole, spezzatino-gr. 150/200
Fettine, scaloppine-gr. 120/150
Bollito-gr. 250
Fegato-gr. 150
Roastbeef-gr. 150/180
Prosciutto crudo-gr. 80
Coniglio, cacciagione (con osso)-gr. 350
Pollo (con osso)-gr. 250/300
Petto di pollo, fesa di tacchino-gr. 150
 
PESCI (pronti per la cottura)-Quantità per porzione
In genere (sogliola, trota, salmone, dentice, ecc.)-gr. 250
Filetto-gr. 150
Polpi, piovre, seppie, calamari, scampi-gr. 300
 
CONTORNI (pronti per la cottura)-Quantità per porzione
Patate-gr. 200
Insalata-gr. 50
Verdure (pulite)-gr. 150/200
 
BEVANDE-Quantità per porzione
Vino (per persona)-lt. 0,33
Acqua minerale-lt. 0,50
Birra-lt. 0,33
Bibite varie-lt. 0,33

ALTRI PRODOTTI-Quantità per porzione
Farina per una pizza (*)- fino ad un max di gr. 150
Caffè per un espresso-gr. 6-7
Liquori-ml. 40-60
Pane-gr. 50
Formaggi freschi-gr. 100
Formaggi stagionati-gr. 50
Frutta fresca-gr. 150

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitā circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirā all'Autoritā Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore č esperto in
Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Studio Associato Doccini - Terricciola (PI)

Studio Associato Doccini

Commercialisti, Ragionieri ed Esperti contabili / Commercialisti

Via Volterrana 225

56030 - Terricciola (PI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Stop ai voucher lavoro

Il Governo elimina i voucher lavoro e ripristina responsabilità solidale negli appalti

Continua

Equitalia: i limiti alle azioni esecutive

Veicolo sottoposto a fermo amministrativo: utilizzi e vendita del mezzo, impugnazione e sospensione del fermo, vendita e rottamazione

Continua

Rottamazione delle cartelle, le novità introdotte

Prorogati i termini e maggiori dilazioni: queste le principali novità introdotte a seguito della conversione in legge del decreto

Continua

La rottamazione delle cartelle esattoriali

Entro il 23 gennaio 2017 è possibile presentare il modello di adesione con cui si potrà inviare la richiesta per lo sconto sulle sanzioni e interessi

Continua