Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Counseling e Coaching

La parola crea, diventiamo ciò che diciamo

Il potere magico delle parole nella nostra vita. Cambiando il nostro vocabolario possiamo esercitare un potere immenso: noi diventiamo ciò che diciamo

La parola crea, diventiamo ciò che diciamo - Il potere magico delle parole nella nostra vita. 
Cambiando il nostro vocabolario  possiamo esercitare un potere immenso: noi diventiamo ciò che diciamo

Le parole comunicano le nostre idee, le nostre convinzioni, le nostre e emozioni agli altri, ma anche e soprattutto a noi stessi

Se usate in modo appropriato sono in  grado di modificare enormemente la percezione delle cose e delle esperienze. 

Una singola parola da sola è in grado di cambiare completamente l’intensità emozionale di un messaggio. 

L’uomo dispone di uno strumento straordinario, appunto il Linguaggio,  ma non tutti siamo consapevoli delle cose meravigliose che si possono fare utilizzandolo in modo attento preciso e consapevole. 

Le parole che scegliamo per descrivere le nostre esperienze influenzano la nostra stessa esperienza di vita. 

Cambiando il nostro vocabolario  possiamo esercitare un potere immenso: noi diventiamo ciò che diciamo. 

Pensandoci bene le parole possono farci ridere piangere  disperarci. 

Ci sono parole che ci sono state dette in un certo modo ed in un momento particolare della nostra vita  che ancora continuano a condizionare il nostro essere e la visione che abbiamo di noi stessi. 

Alcune parole sono in grado di connetterci con la nostra parte profonda e quella superficiale. 

Vale a dire tra quello che ci accade realmente come esperienza, (parte profonda), ovvero le rappresentazioni interiori, le immagini mentali, i suoni, le sensazioni e quello che effettivamente riusciamo a dire o a pensare consciamente (parte superficiale). 

La parte superficiale è quindi una versione molto ridotta della nostra effettiva esperienza, e poiché nel passaggio da struttura profonda a struttura superficiale avvengono tre processi, quali: la distorsione, la cancellazione e la generalizzazione, ci possono essere delle limitazioni che impediscono la realizzazione del potenziale di ognuno di noi. 

Ed ecco che la parola, e il suo sapiente utilizzo, può essere liberatoria per la persona e il suo potenziale

Siamo abituati a sentire  che “un’immagine vale mille parole”, eppure è vero anche il contrario. 

Robert Dilts, uno dei ricercatori e dei padri del Coaching è solito dire nei suoi corsi: “Una parola vale come mille immagini.” 

Per dare significato alle parole  la nostra mente, passa inconsciamente in rassegna tutti i significati possibili che quella parola evoca, ed è strettamente dipendente dalle singole esperienze vissute. 

Per ogni parola ogni lettore darà un diverso significato, così se dico ‘mi sento angosciato’ sicuramente intendo definire uno stato d’animo negativo, ma potrei esserlo per mille ragioni differenti, sono malato, ho perso una persona cara, sono preoccupato per un esame … e così via.  E' proprio il caso di ripetere che ogni parola vale mille immagini! 

Il potere della parola è molto più forte di quanto comunemente si possa pensare e nel mio lavoro di coach uno dei miei principali obiettivi è che il mio coachee impari quanto l’uso di parole potenzianti può generare emozioni positive, mentre l’uso sbagliato delle parole può guidarci verso stati poco utili. 

Le parole in sè non sono in sé buone o cattive ma, potenzianti o depotenzianti. 

Conoscere gli effetti che possono suscitare sulla mente inconscia (nostra e altrui) può aiutarci a stare meglio con noi stessi e con gli altri

Per esempio una parola cui  fare molta attenzione è “devo”. 

Il “devo”, infatti, è autosabotante, perché ci mette di fronte ad un’imposizione, una autoimposizione, una costrizione che il nostro inconscio può prendere piuttosto male. 

E siccome la nostra parte inconscia guida automaticamente la maggior parte dei nostri comportamenti, è probabile che ciò che “dobbiamo” ma non “vogliamo” generi l'effetto contrario. 

È quindi utile fermare i nostri  “devo” e chiederci se a quel “devo” corrisponde anche un “voglio” e, se sì, cominciare da subito a parlarci diversamente, sostituendo il “devo” con il “voglio”. 

Perché tutte le parole che noi utilizziamo per descrivere la nostra vita diventano la nostra vita! 

E questo è Il Potere Magico delle parole nella nostra vita!

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Counseling e Coaching

Dott.ssa Maria Distratis - Manduria (TA)

Dott.ssa Maria Distratis

Counseling e coaching / Sviluppo e benessere

Via Giuseppe Camerario 1

74024 - Manduria (TA)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo