Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Start-up innovative: peculiarità

L’agenzia delle Entrate con la circolare 16/E chiarisce alcuni aspetti delle Start-up innovative

Start-up innovative: peculiarità - L’agenzia delle Entrate con la circolare 16/E chiarisce alcuni aspetti delle Start-up innovative

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare 16/E dell’11 giugno scorso, chiarisce alcuni aspetti delle start- up innovative. Il documento (articolo 25, comma 2) si sofferma sulla definizione di tale società: le start up innovative possono essere società per azioni a responsabilità limitata, in accomandita per azioni, cooperative, “societas europea” residenti in Italia. In caso di società non residenti in Italia, ma che fanno parte degli Stati membri dell’Unione europea o aderenti all’Accordo spazio-economico europeo è necessario che abbiano gli stessi requisiti di quelle residenti e che esercitino in Italia un’attività di impresa mediante una stabile organizzazione. 

 

Nella circolare si mettono in evidenza i requisiti necessari per essere una start up-innovativa, in particolare quelli che ne impediscono l’accesso alle imprese costituite per effetto di un’operazione di scissione, di fusione, di cessione di azienda o di ramo di azienda. Se tali operazioni avvengono dopo la costituzione della start-up, sarà l’Amministrazione finanziaria a valutare se la società potrà rimanere in vita o dovrà cambiare regime fiscale. Vale lo stesso procedimento anche in occasione dell’ordinaria attività di controllo. Come sopra riportato, le società non residenti usufruiscono nel regime agevolativo solo se in possesso dei medesimi requisiti di quelle residenti; in particolare, le stabili organizzazioni italiane di società estere hanno l’obbligo di avere come oggetto sociale: “lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico”. 

 

Per ottenere la qualifica di start-up innovativa, le società già costituite devono depositare presso l’ufficio del registro delle imprese una dichiarazione sottoscritta dal rappresentante legale in cui si attesta il possesso dei requisiti. Inoltre, le società che sostengono la nascita e lo sviluppo di start-up innovative, sia le stesse start-up, per poter beneficiare della agevolazioni, devono iscriversi alla sezione speciale del registro delle imprese, oltre a quella ordinaria. Per favorire nuove assunzioni a tempo indeterminato di personale altamente qualificato, in possesso di dottorato di ricerca universitario o di laurea magistrale a carattere tecnico o scientifico, impiegato in attività di ricerca e sviluppo alle start up innovative spetta un credito di imposta come incentivo. La misura dell’agevolazione, pari al 35% del costo aziendale sostenuto per l’assunzione, non può superare i 200 mila euro annui per ciascuna impresa. La condizione necessaria per non far cadere le agevolazione è che i nuovi posti di lavoro vengano conservati per almeno tre anni, o due nel caso di piccole e medie imprese. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Privati: obbligo del pagamento dell`F24 in via telematica

L’art.11 del D.L. N.66/14 stabilisce che dal prossimo 1 ottobre i privati non devono utilizzare i canali alternativi per il pagamento dei modelli F24

Continua

Riduzione del diritto camerale annuale

Il Decreto Legge 90/2014 è stato approvato in via definitiva dalla Camera ed è operativo dal 18 agosto 2014, data di pubblicazione in Gazetta Ufficiale

Continua

Deducibilità delle spese di regia

Secondo la Suprema Corte le spese intercompany sono deducibili se effettivamente usufruite dalla società controllata

Continua

Agevolazioni per l`acquisto di beni strumentali

Un credito d`imposta ai soggetti titolari di reddito d`impresa che effettuano investimenti in macchinari e impianti destinati a strutture in Italia

Continua

Modifiche per la costituzione delle S.p.a. e meno controlli per le S.r.l.

Il Decreto Legge n. 91 stabilisce una riduzione del capitale sociale nelle S.p.a. e riduce i soggetti al controllo nelle S.r.l.

Continua

Decreto Cultura: nuove agevolazioni

Il DL 83/2014 stabilisce agevolazioni per la riqualificazione e l`accessibilità delle strutture ricettive

Continua

Agevolazioni per gli autotrasportatori

L'Agenzia delle Entrate ha disposto anche per il 2014 le agevolazioni per gli autotrasportatori sul credito d`imposta e la deduzione forfettaria

Continua

La digitalizzazione delle attività turistiche

Credito di imposta del 30% dei costi agevolabili per le spese di dispositivi tecnologici e per la comunicazione digitale

Continua

Bonus mobili: nuove modifiche

Il Disegno di Legge approvato il 15 maggio scorso dal Senato apporta alcune modifiche per le spese in tema di bonus mobili

Continua

OCSE: nuova bozza in materia di transfer pricing

L'ocse suggerisce quattro soluzioni per il problema della mancanza di dati nelle operazioni di tranfer pricing nei Paesi in via di sviluppo

Continua

Servizi infragruppo deducibili

Una nuova sentenza circa la deducibilità dei movimenti relativi ai servizi intragruppo effettuati dalla società capogruppo

Continua

Aumento delle imposte sulle rendite finanziarie

Il Decreto Legge del 18 aprile scorso stabilisce un incremento dal 20% al 26% dell`aliquota sulle rendite finanziarie, a partire dal 1 luglio 2014

Continua

Taglio dell`IRAP

Il Decreto Legge del 18 aprile scorso stabilisce il “taglio” dell’IRAP generalizzato a partire da quest`anno

Continua

Comunicazione dei finanziamenti e dei beni ai soci

Il provvedimento n° 54581 indica che tale comunicazione deve essere inviata il trentesimo giorno successivo al termine per la dichiarazione dei redditi

Continua

STARTUP INNOVATIVE

IL DM CHE DEFINISCE LE PECULIARITA’ DELLE START UP INNOVATIVE, I SOGGETTI INTERESSATI E LE IPOTESI DI DECADENZA, E’ ORA IN GAZZETTA UFFICIALE

Continua