Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

INPS artigiani e commercianti: riduzione del 35%

Scade il 28 febbraio il termine per inviare all'INPS la richiesta di riduzione del 35%

INPS artigiani e commercianti:  riduzione del 35% - Scade il 28 febbraio il termine per inviare all'INPS la richiesta di riduzione del 35%

Il 28 febbraio p.v. un’altra importante scadenza interessa artigiani e commercianti che sono in regime contabile forfettario. Infatti il 28 è l’ultimo giorno utile per inviare telematicamente all’INPS, domanda per poter usufruire dei contributi INPS ridotti del 35%.
Come sappiamo, artigiani e commercianti sono obbligatoriamente iscritti alla gestione INPS e versano i contributi dovuti con due modalità: quattro rate fisse con cui versano quanto dovuto sul minimale previsto dalla legge, ed i conguagli calcolati sull’eccedenza del minimale che vengono versati con le modalità previste per la tassazione del reddito.
Poichè la legge di stabilità 2016 ha previsto anche per artigiani e commercianti la possibilità di determinare il reddito forfettariamente, cioè applicando al totale ricavi una riduzione forfettaria che determina il reddito imponibile, tale possibilità viene data anche per determinare il reddito imponibile ai fini previdenziali. 

Per poter usufruire di questa riduzione il titolare della posizione previdenziale che applica il regime contabile forfettario, dovrà entrare con il proprio PIN nel “Cassetto Previdenziale per artigiani e commercianti" e da “Elenco di tutti i servizi“ - “Domande telematiche” - “Regime agevolato”, visualizzare la domanda e, dopo aver compilato e controllato i dati, procedere ad inviarla; si avrà poi la risposta dell’ INPS di accettazione o rifiuto della stessa.
Se la domanda è stata accettata, già i pagamenti delle quattro rate fisse avranno la riduzione richiesta.

Si deve però tenere presente che, in caso di contribuenti il cui reddito non è superiore al minimale, avranno conteggiati ai fini pensionistici, periodi inferiori all’anno. In altre parole, questi contribuenti, invece di 12 mesi di contribuzione maturata, si vedranno accreditati solo circa otto mesi. Se invece il reddito imponibile INPS al netto del 35% sarà superiore a € 15.548,00 avranno accreditati 12 mesi.

Come detto, questa riduzione può essere richiesta solo da imprenditori iscritti alla gestione artigiani e commercianti e non ad altre gestioni come per esempio alla Gestione separata INPS o a Casse autonome di previdenza.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Rag. Paola Cipelli - Perugia (PG)

RAG. PAOLA CIPELLI

Commercialisti, Ragionieri ed Esperti contabili / Commercialisti

VIA GIORGIO MADDOLI 5/a

06129 - Perugia (PG)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

INPS artigiani e commercianti: riduzione del 35%

Scade il 28 il termine per inviare all'INPS la richiesta di riduzione del 35%

Continua