Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza psicologica

Che cosa è la bulimia

Una linea guida per coloro che si trovano a dover gestire questa problematica

Che cosa è la bulimia - Una linea guida per coloro che si trovano a dover gestire questa problematica

La bulimia è una patologia psichiatrica che colpisce le ragazze in una età compresa tra i quindici e i venticinque anni. Si manifesta con episodi ricorrenti di eccessi alimentari, con un consumo immediato di enormi quantità di cibo in un limitato periodo di tempo, di solito inferiore alle due ore. 

Queste ragazze non riescono ad avere un rapporto equilibrato con il cibo e in alcuni momenti mangiano fino a stare male. Possono aprire il frigorifero e divorare tutto o comprano grandi quantità di cibo che mangiano di nascosto: questo provoca in loro sensi di colpa che le portono a mettere in atto condotte purgative (uso di purganti, diuretici, vomito indotto) e umore depresso

La bulimia si accompagna ad un peso normale o variabile per cui all'inizio può creare meno preoccupazioni da parte dei genitori che richiedono l'aiuto del medico più che per problemi fisici, per frequenti cambiamenti di umore della propria figlia, per manifestazioni di ansia o di depressione o per grossi conflitti in ambito famigliare. 

Cosa possono fare i genitori e gli amici? 

Non colpevolizzarsi ma cercare aiuto. Fare attenzione ai consigli non qualificati. La famiglia e sopratutto i genitori non sono responsabili del problema, anche se un comportamento famigliare non adeguato puà peggiorare la situazione o non aiutare a risolvere il problema. 

Scegliete il momento giusto per parlare del problema. Se vostra figlia si confida ascoltatela con attenzione senza giudicarla. Non modifcate il proprio stile di vita, incluso il comportamento alimentare. Focalizzate l'attenzione sulle conseguenze che il probelma potrebbe avere sulle relazioni interpersonali (autostima, salute tono dell'umore) più che i problemi medici. 

Si dovrebbe cercare di non essere l'unica persona di riferimento per vostra figlia, ma ricordarsi che è una malattia che deve essere affrontata da professionisti competenti.   

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Consulenza psicologica

Studio Di  Psicoterapia - Psicologa Dott.ssa Lina Robertiello - Bologna (BO)

Studio Di Psicoterapia - Psicologa Dott.ssa Lina Robertiello

Psicologi e Psichiatri / Psicologi

Via Della Pietra 25

40132 - Bologna (BO)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Le parolacce

Questo breve scritto affronta il problema della parolacce dei bambini

Continua

Mamme si diventa

La nascita di un bambino può privare la donna del suo senso di identità. Per riuscire a svilupparne uno nuovo ci vuole un po' di tempo

Continua

Opposizione e provocazione

In questo breve articolo tratterò del comportamento oppositivo e provocatorio nell'infanzia

Continua

Genitori perfetti?

Questo breve articolo vuole essere una linea guida per i genitori che ogni giorno si confrontano con i propri figli per aiutarli a crescere.

Continua

Il bambino iperattivo

Questo breve scritto vuole essere una linea guida per quei genitori che si trovano a dover gestire un bambino un po' vivace

Continua

Capricci

Riflessione per quei genitori che si trovano a dover affrontare la gestione dei capricci del proprio bambino

Continua

Punizione si o no?

Questo breve articolo vuole essere una riflessione per tutti coloro che si confrontano con il dilemma se punire o meno il proprio bambino

Continua

Parlare di psicosomatica nell'infanzia

La psicosomatica rappresenta, per la crescita del bambino, un ambito di grande interesse

Continua

Mamma che cosa è il razzismo?

Questo articolo vuole essere una riflessione su come affrontare il tema del razzismo con i nostri figli

Continua

Il gioco

Questo articolo affronta la tematica dell'importanza del gioco nell'infanzia

Continua

Televisione si o no

Questo breve articolo vuole essere una linea guida su come gestire il momento del guardare o meno la TV

Continua

La verità: dirla o non dirla?

Questo breve articolo vuole essere una riflessione su quanti si trovano a dover affrontare il delicato tema della verità.

Continua

Mamma devo proprio farlo?

Come gestire i momenti in cui il genitore deve farsi obbedire

Continua

Parlare di gioco d'azzardo

Il gioco d'azzardo può diventare un problema, una vera e propria patologia evidenziata da un disturbo compulsivo

Continua

Parlare di shopping compulsivo

Al pari di altre dipendenze, lo shopping compulsivo è una dipendenza patologica da affrontare e superare

Continua

Parlare di violenza nell'infanzia

Questo articolo è rivolti a tutti coloro che si trovano a dover parlare di violenza ai propri figli

Continua

Raccontare la separazione ai bambini

Questo articolo vuole essere una linea guida per tutti i genitori che si trovano ad affrontare il complicato e delicato momento della separazione

Continua

Le bugie dei bambini

Questo articolo vuole essere una riflessione per tutti quei genitori che si trovano ad affrontare il problema del mentire

Continua