Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Geometri

Vademecum ristrutturazioni, detrazioni e pratiche edilizie

Ecco alcune informazioni generali in materia di ristrutturazioni e detrazioni fiscali

Vademecum ristrutturazioni, detrazioni e pratiche edilizie - Ecco alcune informazioni generali in materia di ristrutturazioni e detrazioni fiscali

Dal 1° gennaio 2012, sono state rese permanenti le detrazioni fiscali dall’Irpef per le spese per interventi di ristrutturazione edilizia, così come disciplina il Testo unico delle imposte sui redditi. 

 

Dal 1° gennaio 2017, grazie alla Legge di StabilitÓ 2017 (approvata con Legge 11 dicembre 2016, n. 232), sono stati riconfermati i bonus per la ristrutturazione edilizia pari al 50% e quello per le opere di riqualificazione energetica pari al 65%. 

Riconfermato anche il bonus per l'acquisto di mobili e dei grandi elettrodomestici pari al 50% fino al limite massimo di spesa di 10 mila euro per unitÓ immobiliare. 

Non Ŕ stato, invece, riconfermato il Bonus mobili `Giovani coppie`. 

La novitÓ pi¨ importante riguarda i bonus destinati agli interventi ecologici e antisismici sulle parti comuni dei condomini che sono stati introdotti fino al 31 dicembre 2021. 

 

Possono usufruire della detrazione sulle spese di ristrutturazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato, siano essi proprietari degli immobili o titolari di diritti reali o personali di godimento sulle unità abitative oggetto degli interventi. 

Possono altresì usufruire dell’agevolazione anche i soci di cooperative divise e indivise, gli imprenditori individuali (per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce), le società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e imprese familiari. 

  

I lavori sulle unità immobiliari e sugli edifici residenziali per i quali spetta l’agevolazione fiscale sono elencati nel Dpr 380/2001 (Testo unico dell’Edilizia) e sono, in generale: 

a) gli interventi di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati su tutte le parti comuni degli edifici residenziali 

b) gli interventi necessari alla ricostruzione o al ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi, a condizione che sia stato dichiarato lo stato di emergenza 

c) gli interventi relativi alla realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali, anche a proprietà comune 

d) i lavori finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche 

d) gli interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi (per esempio, furto, aggressione, sequestro di persona, ecc…) come, ad esempio, il rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate, apposizione di grate sulle finestre, porte blindate, vetri antisfondamento, fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati, ecc… 

e) gli interventi finalizzati alla cablatura degli edifici e al contenimento dell’inquinamento acustico 

f) gli interventi effettuati per il conseguimento di risparmi energetici, con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia 

g) gli interventi per l’adozione di misure antisismiche con particolare riguardo all’esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica 

h) gli interventi di bonifica dall’amianto e di esecuzione di opere volte a evitare gli infortuni domestici 

 

Oltre alle spese necessarie per l’esecuzione dei lavori, possono essere detratte anche le spese per la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse (ad esempio, il compenso corrisposto per la relazione di conformità dei lavori alle leggi vigenti, le spese per l’effettuazione di perizie e sopralluoghi, gli oneri di urbanizzazione, ecc…) 

 

Lo strumento urbanistico più veloce e utilizzato per poter accedere alle detrazioni fiscali è la CIL-CILA-CIAL, una pratica amministrativa in vigore da maggio 2010, che va presentata al Comune di competenza. 

La manutenzione ordinaria non necessità di alcun titolo abilitativo né comunicazione, ma alcuni Comuni consigliano di inviare una lettera in carta semplice con cui si dichiara la tipologia e l'inizio dei lavori, utile anche per accedere agli incentivi per ristrutturazione edilizia.
Per la manutenzione straordinaria, invece, è necessario ottenere un titolo abilitativo asseverato da un tecnico abilitato (ingegnere, architetto o geometra iscritto al relativo albo professionale) 

La CIL-CILA-CIAL è costituita da

- un progetto grafico rappresentante lo stato di fatto e la situazione futura con firma del progettista 

- una relazione tecnica in cui si descrivono nel dettaglio le opere da compiersi e i riferimenti normativi 

- la certificazione con cui il progettista si assume la responsabilità che le opere siano in conformità agli strumenti urbanistici vigenti al tempo dei lavori.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
1 Commento

Riccardo Vinti

15/03/2017 17:01

Attenzione: con la legge di bilancio 2017 (legge n. 232 dell'11 dicembre 2016) è stata prorogata fino al 31 dicembre 2017 la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie. Eĺ prorogato fino al 31 dicembre 2017 anche il Bonus Mobili, cioè la detrazione del 50% su una spesa massima di 10mila euro per l'acquisto di mobili. E' stata inoltre introdotta, per il periodo compreso tra il 1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021, una detrazione d'imposta del 50% per le spese sostenute per l'adozione di misure antisismiche su edifici ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1,2 e 3).

Rispondi

In risposta al commento di Riccardo Vinti

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

L'autore Ŕ esperto in
Geometri

Geom.  Luca Meregalli - Cinisello Balsamo (MI)

Geom. Luca Meregalli

Geometri / Studio Tecnico

Via Guglielmo Marconi 111

20092 - Cinisello Balsamo (MI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo