Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Responsabilità civile

Responsabilità medica

Approvata in data 28 febbraio 2017 la riforma della responsabilità sanitaria

Responsabilità medica - Approvata in data 28 febbraio 2017 la riforma della responsabilità sanitaria

Il 28 febbraio 2017 sono state approvate in via definitiva anche dalla Camera dei Deputati le “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”. Di seguito le novità della riforma.

Responsabilità civile del medico
La legge pone fine alla discussione in ordine alla natura contrattuale o extracontrattuale della responsabilità civile del medico nei confronti del paziente stabilendo che il medico risponde del proprio operato, ai sensi dell’art. 2043 c.c. e, quindi, a titolo di responsabilità extracontrattuale “salvo cha abbia agito nell’adempimento di obbligazione contrattuale assunta con il paziente”.
Dalla natura extracontrattuale delle responsabilità civile del medico discende un onere probatorio più gravoso per il paziente il quale dovrà dimostrare, ex art. 2043 c.c., oltre all’evento dannoso anche la “colpa” del medico ed il relativo nesso causale tra la condotta del medico e l’evento dannoso,.
Altra conseguenza della natura extracontrattuale delle responsabilità è il termine di prescrizione di cinque anni entro il quale il paziente potrà far valere il suo diritto nei confronti del medico.
 
Responsabilità civile della struttura ospedaliera
La struttura ospedaliera risponde, invece, a titolo di responsabilità contrattuale, ai sensi degli art. 1218 e 1228 c.c., con la conseguenza che il paziente dovrà dimostrare l’evento dannoso, mentre rimane a carico della struttura ospedaliera dimostrare che l’evento dannoso si è verificato per causa ad essa non imputabile e, quindi, di aver adottato tutte le misure per evitare il danno; il termine di prescrizione è  di dieci anni.
Tali regole valgono anche per le prestazioni sanitarie svolte in regime di libera professione intramuraria o nell'ambito di attività di sperimentazione e di ricerca clinica o in regime di convenzione con il Servizio sanitario nazionale o attraverso la telemedicina.
 
Responsabilità penale  
La legge ha abrogato il comma 1 dell'art. 3 della legge Balduzzi sulla colpa lieve ed ha modificato l’art. 590 sexies c.p. escludendo la punibilità del medico, in caso di morte o lesione personale del paziente, qualora il medico, nello svolgimento della propria attività, abbia rispettato le raccomandazioni previste linee guida definite dalla legge ovvero, in mancanza di queste, le buone pratiche clinico-assistenziali.
 
La conciliazione obbligatoria.
Per le controversie in materia di responsabilità sanitaria è stato introdotto il tentativo obbligatorio di conciliazione.
 
Polizza assicurativa
Tutte le strutture sanitarie devono munirsi di polizza assicurativa.
 
Azione diretta del danneggiato
Il paziente potrà agire direttamente nei confronti dell’assicurazione per richiedere il ristoro dei danni subiti. 
 
Fondo di garanzia
È stato istituito un fondo di garanzia che risarcirà i danni cagionati da responsabilità sanitaria qualora: a) il danno sia di importo eccedente al massimale previsto dal contratto di assicurazione, b) la struttura sanitaria o il medico risultino assicurati presso un’impresa che si trovi in stato di insolvenza o di liquidazione coatta amministrativa; c)  la struttura sanitaria o il medico siano  sprovvisti di assicurazione.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Responsabilità civile

Studio Legale Avv. Maurizio Falco - Napoli (NA)

STUDIO LEGALE AVV. MAURIZIO FALCO

Avvocati / Civile

VIA EGIZIACA A PIZZOFALCONE , 87

80132 - Napoli (NA)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Nuova Famiglia ed assegno divorzile

La costituzione di una nuova famiglia con la nascita di un figlio può giustificare la riduzione dell'importo dell’assegno divorzile

Continua

Gare di appalto, dichiarazione “non veritiera”

La dichiarazione “non veritiera” rimane fuori dalla sanatoria introdotta dal D. lgs. n. 163/2006

Continua