Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Responsabilità civile

Diritto all'oblio e rimozione pagine web

In caso di coinvolgimento in reati gravi l'interesse pubblico prevale sul diritto ad essere dimenticati

Diritto all'oblio e rimozione pagine web - In caso di coinvolgimento in reati gravi l'interesse pubblico prevale sul diritto ad essere dimenticati

Con un primo provvedimento del 16.2.2017 il Garante italiano della Privacy dichiarava infondato il ricorso di un soggetto che domandava – in applicazione del c.d. diritto all’oblio – la rimozione, dalla lista delle pagine web visualizzate digitando il proprio nome e cognome in un noto motore di ricerca, di alcuni URL recanti notizie su una vicenda giudiziaria che lo aveva coinvolto oltre vent’anni prima, ritenendole “obsolete, imprecise e pregiudizievoli per il suo reinserimento lavorativo e sociale”. Nel corso del procedimento, la società resistente provvedeva a rimuovere alcune delle pagine segnalate mentre ne manteneva altre, ritenendo sussistente “l’interesse della collettività alla reperibilità di informazioni di cronaca relative a reati che destano particolare allarme sociale”. 

La decisione del Garante – attinente alla prevalenza dell’interesse pubblico all’accesso alle notizie de quibus di natura giornalistica – si fondava su tre ordini di motivazioni: il ricorrente nel corso dell’istruttoria non forniva elementi da cui desumere la pretesa inesattezza dei dati, i fatti narrati negli articoli delle pagine rimaste indicizzate riguardavano comunque la commissione di reati che destavano elevato allarme sociale per numero e per efferatezza di realizzazione in seno ad un’associazione criminale (racket, usura, estorsione, spaccio di droga), ed - infine - il diritto all’oblio va valutato con minor favore allorquando si tratti di informazioni riferite a reati gravi, previa analisi specifica del caso concreto. 

Il Garante confermava la medesima posizione con un successivo provvedimento del 23.2.2017 in cui il soggetto ricorrente, imprenditore, parimenti chiedeva la deindicizzazione di pagine web che illustravano un procedimento giudiziario che lo vedeva coinvolto, risalente nel tempo di soli sei anni, peraltro non ancora concluso. Anche in questo caso il diritto all’oblio si è visto affievolito perché non è “venuto meno l’interesse pubblico alla conoscibilità della vicenda in considerazione della gravità dei reati contestati”. 

Si consolida, così, il principio (assorbito anche dalla deontologia giornalistica) per il quale finché permangono il pubblico interesse e la pertinenza della notizia, il diritto ad essere dimenticato del soggetto coinvolto (e talora anche la vittima) si vede sconfitto. 

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Responsabilità civile

Avv. Tania Mancini - Bologna (BO)

Avv. Tania Mancini

Avvocati / Civile

Via Solferino 3

40124 - Bologna (BO)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Vendita coattiva di immobile e prezzo “ingiusto”

Procedura esecutiva immobiliare: ingiusto prezzo di vendita, sospensione, nuovi oneri informativi del debitore (Corte di Cassazione sent. 18451/2015)

Continua

Immobile da costruire: inadempimento-risoluzione

Contratto preliminare di acquisto di immobile da costruire: mancato rispetto del termine di consegna e condotta successiva delle parti

Continua

Le multe e le auto a noleggio senza conducente

Casi di responsabilità suddivisa tra locatario e società di noleggio nonché la esatta procedura di notifica della sanzione amministrativa

Continua