Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto societario

Come pagare meno tasse grazie al Trust immobiliare

Conferendo oggi un immobile in un trust, si può beneficiare dell’attuale regime fiscale competitivo, mettendo i beneficiari nelle migliori condizioni

Come pagare meno tasse grazie al Trust immobiliare - Conferendo oggi un immobile in un trust, si può beneficiare dell’attuale regime fiscale competitivo, mettendo i beneficiari nelle migliori condizioni

Gli immobili italiani trasferiti in un trust non residente sono soggetti alla tassazione Italiana. 

Il conferimento in trust sconta le imposte di successione/donazione e ipocatastale che poi vedremo in dettaglio.
L’art. 6 del Modello Ocse, prevede anche che eventuali redditi che un non residente ritrae da beni immobili situati in Italia debbano essere imponibili in Italia. 

Entriamo ora nel dettaglio delle attuali imposte dovute nel caso di trasferimento di un immobile situato in italia in un trust.
− imposta ipotecaria e catastale
− imposta di successione e donazione
− imposta di registro €200 

L’imposta ipotecaria pari a 2% e l’imposta catastale par all’1% sul valore della rendita catastale rivalutate e moltiplicate per un coefficiente.
Qualora venga invece conferita solo la nuda proprietà, si applicheranno le tabelle del valore di usufrutto o di del diritto di abitazione che sono parametrate all’età del disponente.
Va detto che ci sono degli uffici del registro che tassano anche in misura fissa e, quindi, in luogo di 1% e 2% fanno pagare due imposte di registro fisse pari a 200 euro cadauna e così per complessive 400,00 euro. 

L’imposta di successione e donazione.  

I conferimenti fatti in territorio italiano a un trust anche se non residente sono soggetti a questa imposta. L’imposta e’ dovuta dai beneficiari della donazione (ovvero da chi riceve la donazione) secondo le seguenti disposizioni previste. 

• Coniuge e parenti in linea retta (figli – genitori e in generale ascendenti e discendenti) 4% con franchigia fino a 1.000.000 eur di valore dell’eredita’
• Fratelli e sorelle 6% con franchigia di 100.000 euro
• Altri parenti fino al 4° grado, affini in linea retta
• Affini in linea collaterale fino al 3° grado, 6% senza franchigia.
• Tutti gli altri soggetti 8% senza franchigia
• In caso di beneficiario portatore di handicap grave la franchigia sale a 1.500.000 euro. 

A questo punto è doveroso fare una importante riflessione: le imposte e le franchigie appena illustrate, sono comunque molto competitive rispetto alle omologhe tassazioni europee, la media infatti delle imposte successorie in Europa è a oggi del 25% con delle punte in Francia di oltre il 40%.
Per questa ragione il governo italiano ha deciso di inasprire a breve termine la tassazione, rispetto alla quale sono molteplici i progetti di modifica.
Conferendo oggi, un immobile in un trust, si può beneficiare dell’attuale regime fiscale competitivo, mettendo i beneficiari nelle migliori condizioni per non dover pagare in futuro tassazioni superiori. 

Siamo certi di avervi indotto ancora una volta a valutare con attenzione questo strumento di protezione patrimoniale. 

Dott. Marco Zoppi  

Avv. Giuseppe Bellini

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Diritto societario

Studio Dell` Avv. Giuseppe Bellini- Associazione Professionale - Gallarate (VA)

Studio Dell` Avv. Giuseppe Bellini- Associazione Professionale

Avvocati / Civile

Via Verdi, 3

21013 - Gallarate (VA)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

I vantaggi di costituire una KFT in Ungheria

Si è recentemente registrato un crescente interesse da parte degli imprenditori per l'Ungheria: vediamo quali sono i vantaggi di tale scelta

Continua

Perchè conferire i tuoi immobili in un Trust?

Alcuni spunti di riflessione utili per valutare l'istituto del Trust come strumento di protezione patrimoniale

Continua

7 buoni motivi per investire in Bulgaria!

Ci sono diversi buoni motivi per investire in Bulgaria: cerchiamo di riassumerli in questa breve trattazione

Continua

Perché cercare sempre investitori?

Approfondiamo i motivi per i quali un imprenditore dovrebbe cercare degli investitori, via alternativa al canale bancario.

Continua

Vendere o comprare una azienda: come?

Raggiungere l'accordo commerciale tra le Parti non è sufficiente: spesso sono i dettagli a determinare il buon esito di una operazione straordinaria

Continua

Vuoi trovare un investitore? Non perdere tempo!

Spesso l'idea di vendere l'Azienda non è poi accompagnata da una chiara identificazione di quello che serve per poterlo fare...capiamo cosa serve!

Continua

3 vantaggi (e 3 svantaggi) del Trust

Introduciamo un’ulteriore figura preposta allo scopo di tutelare il patrimonio personale e aziendale dell’imprenditore, il trust

Continua

Società controllata vs Holding: chi paga?

Per difendersi dagli abusi della controllante, vediamo quali sono le tutele consentite dalla Legge in favore della società controllata

Continua

Fiduciaria: quello che devi assolutamente sapere...

Una recente sentenza della Cassazione Civile offre lo spunto per un’analisi in merito alle società fiduciarie

Continua

5 buoni motivi per investire in ROMANIA!

In altri stati d'Europa vengono proposte delle concrete politiche per attrarre capitali esteri, e uno di questi è sicuramente la Romania

Continua

Difendersi in caso di errore del commercialista

In caso di omessa dichiarazione fiscale da parte del commercialista, e conseguente contestazione di reato tributario, è possibile difendersi?

Continua

Infortunio sul lavoro: colpa dell’imprenditore?

Finalmente una sentenza della Cassazione Penale aiuta a capire che la responsabilità dell'infortunio sul lavoro non è sempre dell'Imprenditore.

Continua

Chi è responsabile sulla pista da sci?

Approfondiamo il tema della responsabilità del gestore degli impianti sportivi nell'ambito dello sci alpino.

Continua

Il danno da vacanza rovinata

Una breve disamina sulla tutela del consumatore in caso di vacanza rovinata

Continua

Tre soluzioni per tutelare il patrimonio

Vorremmo introdurre, a tutti gli imprenditori, una tangibile ed attuale problematica, ovvero quella relativa alla tutela del patrimonio.

Continua

M&A: il ruolo dell'Avvocato d'Affari

Facciamo il punto sulle attività di fusione e acquisizione societaria, inquadrando il ruolo dell'Avvocato d'Affari

Continua

5 buoni motivi per costituire un LTD in UK

Alcuni buoni motivi per costituire una società estera, ed in particolare nel Regno Unito

Continua