Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Finanza agevolata. Legge 949/52

La legge n. 949 del 1952 concede agevolazioni in conto interessi e in conto capitale per le imprese artigiane

Finanza agevolata. Legge 949/52 - La legge n. 949 del 1952 concede agevolazioni in conto interessi e in conto capitale per le imprese artigiane

La legge 949/52 è il principale strumento agevolativo nel comparto del credito per sostenere lo sviluppo delle imprese artigiane. L'agevolazione consiste in un contributo in conto interessi che riduce il tasso dei finanziamenti erogati dalle Banche in favore di dette imprese oltre ad un contributo in conto capitale

Le imprese artigiane, anche costituite in forma cooperativa e consortile, che abbiano, a qualsiasi titolo, ottenuto un finanziamento ordinario possono presentare domanda per usufruire delle agevolazioni previste dalla legge in esame. 

E' importante sottolineare il "doppio binario" con cui il finanziamento e le agevolazioni vanno richieste e gestite. L'azienda che abbia chiesto un finanziamento può, anche successivamente e tramite un istituto bancario differente, accedere alle agevolazioni della Legge 949.  

 

Le attività ammesse sono l'impianto, l'ampliamento e l'ammodernamento di locali; l'acquisto di macchine, attrezzi ed autoveicoli; gli  impianti sistema informatico e comunicazionale; le scorte materie prime e di prodotti finiti.  

Qualunque sia l'importo del finanziamento, quello massimo ammissibile al contributo interessi è di € 325.368,00 per imprese individuali e societarie; € 697.217,00 per consorzi, soc. coop. e per società costituite da meno di due anni derivanti da fusion; € 1.394.433,00 per consorzi in forma di coop. Sono esclusi dagli interventi agevolati i finanziamenti di importo inferiore a € 5.165,00.  

 

Per la quota del finanziamento ammessa al contributo, il contributo stesso riconosciuto all'impresa è determinato in misura percentuale del tasso di riferimento UE vigente alla data di stipula del contratto di finanziamento. I valori della misura percentuale sono determinati da ogni Regione in correlazione a specifici ambiti territoriali e/o in correlazione a specifiche tipologie di investimento/imprese.
  

Per ciò che riguarda il contributo in conto capitale esso è erogabile, qualsiasi sia l’importo del finanziamento, nel limite del 10% della spesa sostenuta nel limite di € 325.368. L'importo ammissibile è elevato ad € 650.736 per imprese di produzione di beni. 

Qualsiasi sia l’importo del finanziamento significa fondamentalmente che se anche l’imprenditore artigiano abbia richiesto e ottenuto un finanziamento di  25.000,00 (s’immagini il Microcredito MiSE) e abbia però speso € 150.000,00 di attrezzature, l’agevolazione concedibile ex Legg 949/52 consentirà l’abbattimento degli interessi passivi sul finanziamento e il 10% delle spese sostenute per le attrezzature (nell’esempio in esame € 15.000,00) entro un anno dalla data delle fatture relative. 

Il contributo può essere erogato, in funzione di quanto disposto da ogni Regione direttamente all'impresa in unica soluzione, attualizzato al tasso di riferimento UE vigente all'atto dell'attualizzazione stessa.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Dr. Ernesto Sotgiu - Sassari (SS)

Dr. Ernesto Sotgiu

Commercialisti, Ragionieri ed Esperti contabili / Commercialisti

Via G. Mazzini, 2/d

07100 - Sassari (SS)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

LE SETTE DOMANDE PER L’IMPRESA INTELLIGENTE

IN FASE DI STARTUP LA PROGRAMMAZIONE E' FONDAMENTALE PER IL SUCCESSO! MAGARI RISPONDENDO A QUESTE SETTE DOMANDE.

Continua

Sardegna, contributi del 50% a fondo perduto

I nuovi bandi relativi alle misure 6.2. e 6.4 del PSR prevedono azioni a supporto dell’imprenditorialità per l’innovazione economica nelle aree rurali

Continua

Sardegna, contributi del 50% a fondo perduto

I nuovi bandi relativi alle misure 6.2. e 6.4 del PSR prevedono azioni a supporto dell’imprenditorialità per l’innovazione economica nelle aree rurali

Continua

Programma di sviluppo rurale Sardegna 2014-2020

I nuovi bandi relativi alle misure 6.2. e 6.4 del PSR prevedono azioni a supporto dell’imprenditorialità per l’innovazione economica nelle aree rurali

Continua

Finanza agevolata. Bando ISI 2016

Fino alle ore 18:00 del 5 giugno sarà possibile inserire le proprie domande di agevolazione nel portale INAIL dedicato.

Continua

Finanza agevolata. Fondi di garanzia per le PMI

Con il Fondo di Garanzia per le PMI operanti in Sardegna le imprese sarde potranno accedere più facilmente al credito

Continua

La liquidazione delle società di capitali

La possibilità di mettere in liquidazione le società di capitali senza l’ausilio del notaio consente un notevole risparmio di costi per le società

Continua

Anatocismo e usura: le banche contro

Un’opportunità per imprese e cittadini per ottenere la restituzione degli interessi passivi addebitati nei contratti bancari per anatocismo e usura

Continua