Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto del lavoro

Diritti dei titolari di contrassegno per disabili

Quali prerogative sono concesse ai titolari di "Pass Invalidi" e come impugnare le contravvenzioni stradali elevate ingiustamente

Diritti dei titolari di contrassegno per disabili - Quali prerogative sono concesse ai titolari di "Pass Invalidi" e come impugnare le contravvenzioni stradali elevate ingiustamente

Il contrassegno invalidi è riservato a chi ha gravi problemi di deambulazione, è portatore di handicap oppure è non vedente (detto impropriamente pass invalidi). 

Una volta ottenuto il contrassegno è bene esporlo in maniera ben visibile sull'auto, ed è necessario che la persona titolare del "pass" sia presente all'interno del veicolo quanto esso è esposto, anche se non necessariamente in qualità di conducente. 

E' importante ricordare che il contrassegno invalidi non è più collegato, come un tempo, a uno specifico veicolo. Esso è divenuto documento individuale, e l’interessato può trasferirlo in qualsiasi auto voglia, anche di familiari o amici, a patto che sia ivi presente il titolare (in qualità di passeggero o conducente). 

L’auto con il "pass invalidi" può circolare nelle aree pedonali urbane (è però prudenziale veirificare le condizione autorizzative di accesso). Altresì concesso l'uso delle corsie preferenziali riservate ai mezzi di trasporto pubblico e ai taxi, nonchè la circolazione nei giorni di blocco del traffico per le domeniche ecologiche o l’obbligo di circolazione a targhe alterne (a prescindere dal modello di auto con esposto il contrassegno). Discorso similare in tutti gli altri casi di blocco, sospensione o limitazione del traffico. 

Per il Parcheggio, sono previsti deglie spazi esclusivi delimitati da strisce gialle. Sono previsti inoltre stalli di parcheggio personalizzati (cioè riservati al veicolo al servizio di un singolo titolare di contrassegno disabili). 

Una recente ed interessante sentenza della Suprema Corte di Cassazione ha però stabilito che l’auto con il "pass invalidi" non possa parcheggiare gratuitamente sugli spazi delimitati dalle strisce blu anche nel caso in cui tutti gli spazi adiacenti delimitati con le strisce gialle – quelli esclusivi – siano occupati. 

Con il pass invalidi è consentito parcheggiare l’auto nelle zone di divieto di sosta, purché il parcheggio non costituisca intralcio alla circolazione. 

E' però sempre vietato, lasciare l’auto anche se con il contrassegno invalidi: 

in divieto di sosta con rimozione forzata; 

in divieto di fermata; 

in corrispondenza di passo carrabile, attraversamenti pedonali e ciclabili, ponti, dossi, cavalcavia, strettoie segnalate, passaggi a livello, gallerie, aree di fermata bus, corsie riservate ai mezzi di trasporto pubblico; 

in corrispondenza o in prossimità di incroci ed intersezioni; 

in seconda fila, su marciapiedi o su piste ciclabi; 

nelle aree riservate ai mezzi di soccorso e di polizia; 

nelle zone a traffico limitato (Ztl), quando non è autorizzato l’accesso; 

nelle aree pedonali urbane (Apu), quando non è autorizzato l’accesso. 

In ogni caso, al titolare dell’auto con contrassegno invalidi non può essere rimosso il veicolobloccato

Se dovesse capitare che all’auto con il "pass invalidi" sia notificata a casa una multa per passaggio in zona a traffico limitato (Ztl), è bene segnalare immediatamente, per iscritto, al Comando della Polizia Locale che il veicolo era dotato di contrassegno invalidi, e chiedere l'annullamento in autotutela. In caso di rigetto o silenzio, sarà necessario impugnare entro 60 giorni dalla notifica il verbale avanti la Prefettura Competente ovvero entro 30 giorni avanti il Giudice di Pace.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Diritto del lavoro

Studio Legale Burlando - Concorezzo (MB)

STUDIO LEGALE BURLANDO

Avvocati / Civile

Via Ozanam N. 8

20863 - Concorezzo (MB)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

La Professione dell'Avvocato

La figura professionale dell'Avvocato secondo il Maestro Piero Calamandrei

Continua

Rito abbreviato, sconto di pena retroattivo

La Suprema Corte chiarisce che la recente riforma Orlando, Legge n. 103/2017, sul maggior sconto di pena per l'abbreviato sia retroattivo

Continua

Patrocinio a spese dello Stato: requisiti e novità

Il c.d. Gratuito Patrocinio è un importante istituto che attua il precetto Costituzionale di cui all'art. 24 (Diritto alla tutela giurisdizionale)

Continua

Mobbing: come dimostrare le vessazioni e vincere

Mobbing: la persecuzione esercitata sul posto di lavoro da colleghi o superiori nei confronti di un individuo, che gravemente lede chi la subisce

Continua

Multe all’estero: improbabile non pagarle

E' divenuto rischioso non pagare le contravvenzioni al Codice della Strada commesse all'Estero. Le multe con ogni probabilità arriveranno a casa

Continua

Consumatori: diritti per prodotti non conformi

La garanzia legale e convenzionale a tutela del Consumatore nel caso in cui il prodotto acquistato non sia conforme o sia difettoso

Continua

Cosa fare se il debitore non paga?

La deduzione dei crediti di difficilissimo se non impossibile recupero, e la detrazione Iva

Continua

Chi ha diritto alla pensione di reversibilità

Pensione di reversibilità: cosa è e chi ne ha diritto? E... se il pensionato muore lasciando una ex moglie e una moglie superstite, cosa succede?

Continua

Differenza tra prima casa e abitazione principale

Prima casa ed Abitazione principale: cerchiamo di fare chiarezza su due concetti spesso confusi nel linguaggio corrente

Continua