Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza per la sicurezza sul lavoro, aziendale e ambientale

Ondate di calore, stress termico e colpo di calore

Con l'arrivo dell'estate torna l'allarme per il rischio derivante dall'esposizione ad alte temperature dei lavoratori che lavorano all’aperto

Ondate di calore, stress termico e colpo di calore - Con l'arrivo dell'estate torna l'allarme per il rischio derivante dall'esposizione ad alte temperature dei lavoratori che lavorano all’aperto

Con l’arrivo della bella stagione le temperature salgono e si ripropone, pertanto, l’allerta per tutte quelle categorie di lavoratori che operano all’aperto.
I lavoratori del settore edile sono sicuramente interessati da tale rischio, ma come la cronaca degli ultimi anni ci ricorda, l’agricoltura è probabilmente quello in cui il rischio di stress termico e conseguente colpo di calore può causare i danni maggiori, soprattutto a causa della scarsa formazione ed informazione dei lavoratori (spesso stagionali) e delle molte ore di lavoro dettate dai periodi di raccolta. 
Non dimentichiamo che lo stress termico non riguarda solo i lavoratori che operano all’aperto nel periodo estivo, ma anche tutti quei lavoratori esposti ad un microclima non ottimale, come coloro che lavorano nelle acciaierie, negli impianti di stampaggio a caldo, in ambienti di lavoro che implicano l’uso di forni, fornelli, fiamme libere, ecc., nonché nelle attività industriali che comportano notevole dispendio di energie fisiche e innalzamento della temperatura in produzione in concomitanza dell’aumento delle temperature esterne. 
Come si può prevenire il colpo di calore? Quali misure si possono adottare per arginare gli effetti negativi della prolungata esposizione a calore?
Il Datore di Lavoro, ai sensi del D. Lgs. n° 81/2008 e s.m.i., dovrà valutare il rischio specifico e formare adeguatamente i lavoratori esposti.
Inoltre occorrerà:
- in caso di lavoro in ambienti chiusi, garantire un’adeguata ventilazione e ricambi d’aria;
- organizzare il lavoro, per quanto possibile, in modo tale da concentrare le attività più pesanti o all’aperto nelle ore più fresche ovvero organizzare opportune rotazioni del personale;
- fornire indumenti di lavoro che tengano conto del microclima;
- prendere precauzioni aggiuntive in caso di lavoro isolato.
Infine sarà necessario informare e sensibilizzare i lavoratori esposti circa:
- la necessità di bere molta acqua, non fredda, ed integrare i sali persi;
- l’assoluto divieto di bere alcolici;
- la necessità di evitare pasti pesanti;
- la necessità proteggere la testa in caso di lavori all’aperto;
- l’assoluto divieto di mettersi alla guida in caso di malessere;
- le corrette modalità di gestione delle emergenze in caso di malessere (ad es. avvertire immediatamente un collega, chiamare il 118, ecc.), modalità che potranno variare sensibilmente in base all’ambiente di lavoro.
 
Per maggiori informazioni si può far riferimento ai seguenti documenti pubblicati su fonti ufficiali: 

- https://www.inail.it/cs/internet/docs/il_bilancio_termico_dell_org_e_i_parametri_soggettivi_pdf.pdf?section=attivita 

- https://www.inail.it/cs/internet/docs/misurazione_e_controllo_del_microclima_pdf.pdf?section=attivita 

- https://www.inail.it/cs/internet/docs/strategie_e_tecniche_di_misura_pdf.pdf?section=attivita 

- https://www.inail.it/cs/internet/docs/prevenzione_e_prot_pdf.pdf?section=attivita  

- http://www.portaleagentifisici.it/fo_normative_e_documentazione.php- 

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza per la sicurezza sul lavoro, aziendale e ambientale

Studio Durando & C. S.a.s. - Torino (TO)

Studio Durando & C. S.a.s.

Consulenti per la sicurezza sul lavoro / Sicurezza sul lavoro

CORSO TASSONI 16

10143 - Torino (TO)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

La sicurezza nel settore agricolo

Attenzione alle prossime scadenze relative alla formazione sull'uso di trattori agricoli o forestali

Continua

L’importanza della gestione delle emergenze

La gestione delle emergenze in ambito aziendale, ma non solo

Continua

RLS, questo sconosciuto

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza nel mondo delle micro-imprese e PMI è ancora poco rilevante

Continua