Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza psicologica

Dipendenza affettiva e relazione di coppia

Prigionieri di un'illusione!

Dipendenza affettiva e relazione di coppia - Prigionieri di un'illusione!

La  dipendenza affettiva si differenzia da quel naturale bisogno d’amore e considerazione, che contribuisce all’accrescimento di un’adeguata considerazione di sé.  Si tratta di una condizione patologica (annoverata tra le New Addiction), che può e deve essere trattata clinicamente! Per uscirne è necessario identificare e sciogliere i nodi della sofferenza che hanno generato il disturbo, trasformare le convinzioni disfunzionali che lo hanno mantenuto in vita. Soltanto  allora  il dipendente affettivo (quasi sempre si tratta di donne)  potrà ritrovare la propria libertà e il rispetto di sé! Soltanto allora aprirà gli occhi sulla realtà e si renderà conto di chi realmente sia il partner e di non poterlo cambiare!  E solo allora realizzerà  di essere stato tanto a lungo prigioniero di un’illusione! 

Nessuna reciprocità 

Nella relazione di coppia l’attenzione del dipendente affettivo è costantemente focalizzata sul partner. Si tratta di una relazione priva di reciprocità sul piano affettivo. Il dominato (dipendente affettivo) è sensibilmente vulnerabile, si sente insicuro, ha un’autostima deficitaria. Il dominatore ha un ego smisurato, si sente superiore e vuole esercitare il proprio potere a discapito del dominato. Il dominato accetta anche di essere umiliato, o di subire violenze fisiche, per paura di essere abbandonato dal partner, convinto di non poter vivere senza e per questo si sottomette con estrema facilità al suo volere. 

Paura dell’abbandono 

Giudizi negativi, critiche continue, messaggi svilenti, come colpi bassi, sferrati all’autostima del dominato, raggiungono le sue aree sensibili, rinforzando la convinzione di non valere. Nel disperato tentativo di controllare il partner il dipendente affettivo si dibatte trapaura dell’abbandono e gelosia. 

Sull’altalena delle illusioni 

La relazione sopravvive alimentata dai continui rifiuti, dalle umiliazioni e dalla sofferenza del dominato che,  nel continuo altalenare di illusioni e disillusioni, trova la motivazione per proseguire,  convinto di poter cambiare il partner e finalmente avere il suo amore. 

Prigionieri di un’illusione  

La vera dipendenza affettiva si delinea proprio dal momento in cui l’individuo, pur potendo, non si libera dalla relazione schiavizzante; trattenuto unicamente dall'illusione di poter cambiare il partner e finalmente farsi amare! 

La scelta 

Come generalmente avviene, anche per questa coppia la “scelta” di stare insieme si basa su aspetti individuali, molto profondi, non consapevolizzati, che “fatalmente” attraggono i partner l’uno verso l’altra. In breve tempo tali aspetti si riveleranno altamente disfunzionali e sprigioneranno tutto il loro potenziale distruttivo, generando sofferenza. 

Le radici del problema 

La dipendenza affettiva è una condizione patologica che ha le proprie origini nelle ferite relazionali profonde e mai sanate di chi nell’infanzia ha vissuto il rifiuto, si è sentito tradito, ha percepito il  genitore come irraggiungibile. 

Il passato che torna 

Le esperienze passate tornano con forza alla ribalta, quando quel bambino ormai adulto incontra una persona dalla quale cerca di farsi amare e apprezzare ad ogni costo, ma senza risultato! 

Finalmente liberi 

La dipendenza affettiva è una condizione patologica che può e deve essere trattata clinicamente. Per uscirne è necessario identificare i nodi della sofferenza che hanno generato il problema e finalmente scioglierli.  Occorre anche trasformare tutte quelle convinzioni disfunzionali  che hanno mantenuto in vita  il disturbo. Solo così il dipendente affettivo potrà ritrovare la propria libertà, il rispetto di sé stesso; aprirà finalmente gli occhi sulla realtà, vedrà il partner come realmente è! Affrancato dalla schiavitù relazionale non più dipendente affettivo, non più dominato, scoprirà l’ebrezza dell’amore e della stima di sé, trovando finalmente equilibrio e stabilità emotiva. E a quel punto sentendosi attratto da partner realmente capaci di amare potrà vivere relazioni sane e appaganti!

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Consulenza psicologica

Dott.ssa Teresa Remoli - Roma (RM)

DOTT.SSA TERESA REMOLI

Psicologi e Psichiatri / Psicologi

VIA DELLA MADONNA DEL RIPOSO 114 (PIAZZA DI VILLA CARPEGNA)

00165 - Roma (RM)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Incontrare la malattia

Il supporto psicologico/relazionale nella mia esperienza professionale con il malato e la sua famiglia

Continua

Il Training Autogeno

Un metodo potente ed efficace per rigenerare il corpo e allenare la mente allo stato di calma!

Continua

La comunicazione nel rapporto di coppia

Imparare a gestire e risolvere i conflitti in modo costruttivo, per uscire dalla crisi!

Continua

La Terapia di Coppia

Tra problemi, conflitti e dinamiche disfunzionali; costruire un ponte per attraversare la crisi!

Continua