Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Il passaggio generazionale nell'impresa

La successione mortis causa dell'azienda può causare un passaggio generazionale dell'impresa che è soggetto a particolari disposizioni

Il passaggio generazionale nell'impresa - La successione mortis causa dell'azienda può causare un passaggio generazionale dell'impresa che è soggetto a particolari disposizioni

La successione mortis causa di un'azienda può portare ad un passaggio generazionale dell'impresa con la continuazione dell'attività economica precedentemente esercitata. 

Per questo motivo, l'ordinamento, contiene norme specifiche, atte ad agevolare questo passagio di rapporti giuridici ed economici. 

 

Le regole sulle successioni sono definite in via testamentaria o, in mancanza, dalle norme del Codice Civile. In caso di testamento è utile ricordare che non possono essere lesi i diritti dei legittimati. 

 

Sulla base dell'art. 58 del TUIR, il trasferimento dell'azienda per la morte dell'imprenditore, non comporterà l'emersione di un maggior reddito di impresa. In altri termini, chi riceve l'azienda, dovrà mantenere gli stessi valori storici iscritti dal de cuius per non creare plusvalenze di valore. Le plusvalenze emergeranno solo nel caso di una successiva rivendita dell'azienda da parte degli eredi. 

Nel caso di più eredi, l'azienda viene assegnata ad una società di fatto (comunione ereditaria), la quale dovrà essere regolarizzata (trasformata), successivamente,  in una società commerciale, garantendone le stesse agevolazioni fiscali. 

 

Questo tipo di operazione fuoriesce dal campo di applicazione dell'Iva, in quanto rientra nell'ambito dell'imposta delle successioni. Ma, il DL 296/2006, modificando la norma precedente e a determinate condzioni, esenta anche dall'applicazione di tale tributo. 

Altro punto interessante riguarda la responsabilità degli eredi per i debiti  fiscali del de cuius. A tal riguardo, esistono varie norme, non sempre coincidenti tra loro, ma in linea generale gli eredi hanno la responsabilità verso l'Erario per le obbligazioni fiscali del de cuius che sono da valutare caso per caso.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Studio Corti Associato - Arosio (CO)

Studio Corti Associato

Commercialisti, Ragionieri ed Esperti contabili / Commercialisti

Via Oberdan 95

22060 - Arosio (CO)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Crowfunding anche per le PMI

Estesa anche alle società a responsabilità limitata la raccolta di capitale a mezzo internet

Continua

CROWDFUNDING, le novità

Nuove opportunità di investimento e finanziamento

Continua