Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Lo scioglimento dell'unione civile

La nuova disciplina introduce una procedura più semplice rispetto a quella prevista per il matrimonio

Lo scioglimento dell'unione civile - La nuova disciplina introduce una procedura più semplice rispetto a quella prevista per il matrimonio

Molte sono le analogie tra unioni civili e matrimonio tanto che si può affermare che, fatta eccezione per le norme dettate in materia di filiazione (che, per volontà dell'attuale legislatore, non si applicano alle unioni civili) e salvo altre eccezioni (v. ad esempio l'obbligo di fedeltà, che nelle prime non sussiste), tra i due istituti vi sia una sostanziale simmetria. 

 

Una parziale differenza tra le due figure giuridiche, tuttavia, sussiste anche per quanto riguarda la procedura prevista per ottenere lo scioglimento dell'unione civile. Il rinvio che la legge n. 76/2016 (dettata in materia di unioni civili) fa all'art. 3 della legge sul divorzio, infatti, pur richiamando la maggior parte delle ipotesi ivi previste, esclude ogni riferimento alla separazione. 

 

Dal combinato disposto delle due leggi (quella sulle unioni civili e quella sul divorzio) si evince, pertanto, che la coppia unita civilmente che voglia sciogliere il vincolo sorto con l'unione civile, non dovrà ricorrere preventivamente alla separazioen personale, ma dovrà semplicemente limitarsi a manifestare, anche disgiuntamente, la volontà di scioglimento dinanzi all'ufficiale dello stato civile (Art. 24 legge 76/2016). 

 

A quel punto, decorsi tre mesi, le analogie cessano in quanto anche chi vuole ottenere lo scioglimento dell'unione civile, dovrà chiedere il divorzio secondo la stessa procedura prevista per le coppie unite in matrimonio. Stesse modalità, stesso procedimento, stessa possibilità di chiedere la corresponsione di un assegno divorzile, stessi diritti etc... 

Avv. Marco Ranni

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Parcheggiare la Smart di traverso si può

Lo dice una recente sentenza del Giudice di Pace di Roma che pone fine a una lunga diatriba sull'argomento

Continua

L'esdebitazione fallimentare

Un rimedio a disposizione dell'imprenditore fallito per "chiudere con il passato" e ricominciare la propria attività

Continua

Affidamento dei figli minori al padre

Sempre più numerosi i ricorsi con i quali i padri chiedono l'affidamento o la collocazione prevalente dei figli

Continua