Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto amministrativo

Concorso docenti e annullamento della graduatoria

Incompatibilità nella nomina della commissione e invalidità del concorso

Concorso docenti e annullamento della graduatoria - Incompatibilità nella nomina della commissione e invalidità del concorso

Il concorso per il reclutamento dei docenti (c.d. “concorsone”) continua a essere al centro dell’attenzione, non solo per la delicatezza delle questioni coinvolte, ma anche perché sembra avere smentito la Corte costituzionale che aveva individuato nello stesso una procedura “semplificata” per garantire la stabilizzazione dei docenti. Infatti, con la sentenza n. 187/2016, la Corte costituzionale ha qualificato la selezione pubblica de quo come procedura esemplificata, in virtù della ratio sottesa alla L. 107/2015. A tal proposito, la Consulta afferma che il piano di copertura “è volto a garantire all’intera massa di docenti precari la possibilità di fruire di un accesso privilegiato al pubblico impiego fino al totale scorrimento delle graduatorie ad esaurimento, secondo quanto previsto dal comma 109 dell’art. 1 della legge n. 107 del 2015, permettendo loro di ottenere la stabilizzazione grazie o a meri automatismi (le graduatorie) ovvero a selezioni blande (concorsi riservati). In tal modo vengono attribuite serie e indiscutibili chances di immissione in ruolo a tutto il personale interessato, secondo una delle alternative espressamente prese in considerazione dalla Corte di giustizia”. 

Nessun presagio fu più sbagliato. La realtà ha infatti dato atto di come queste selezioni, tutt’altro che “semplificate”, abbiano visto un elevatissimo numero di candidati dichiarati inidonei a ricoprire quei posti che, di fatto, ricoprono da anni. 

 

Come se non bastasse, la giurisprudenza non riesce a fornire indirizzi univoci per chiarire la portata delle incompatibilità a ricoprire la carica di membro della commissione esaminatrice. 

 

L’art. 6 comma 2 del D.M. 96 del 23 febbraio 2016 prevede che il presidente e i commissari delle commissioni giudicatrici debbano non aver svolto o svolgere, a partire dall’anno antecedente alla data di indizione del concorso, attività o corsi di preparazione ai concorsi per il reclutamento del personale docente. 

 

Ora, se è chiaro che l’incompatibilità sussiste laddove il commissario abbia svolto attività o corsi di preparazione propedeutici al concorso in parola (ossia, al c.d. “concorsone”) non è di immediata percezione se tale preclusione sussista anche laddove l’attività di preparazione abbia riguardato gli insegnamenti TFA e/o PAS. 

 

 Sul punto, sembra registrarsi un contrasto giurisprudenziale

 

Da un lato, il CGA, seppur in sede cautelare, aveva escluso che tale causa di incompatibilità sussistesse laddove il commissario avesse svolto attività di insegnamento per i corsi di preparazione al TFA, ritenendo che “appar dubbia l’assimilazione del tirocinio formativo abilitante ad un corso di preparazione” (ordinanza n. 226/2017). 

 

Dall’altro lato, però, con una recente sentenza del TAR Lazio, Roma, ha ritenuto che posto che il Presidente della Commissione ha “svolto attività di formazione per gli insegnamenti PAS, il Collegio ritiene che sia incorso nella causa di incompatibilità per cui è causa e quindi la illegittima composizione della Commissione ha inficiato “a cascata” gli atti dalla stessa emanati” (sentenza n. 9668/2017). 

 

 Il contrasto è evidente se solo si considera che, come noto, sia il TFA che il PAS sono percorsi formativi funzionali al successivo inserimento nei ruoli della scuola.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Diritto amministrativo

Avv. Giuseppe La Rosa - Milano (MI)

Avv. Giuseppe La Rosa

Avvocati / Civile

Via Santa Maria Segreta 6

20123 - Milano (MI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Università: accesso programmato e trasferimento

In tutti i casi di trasferimento di uno studente in una facoltà ad accesso programmato non è necessario il superamento di alcun test di preselezione

Continua

Gli scatti di anzianità per i docenti precari

Anche i docenti precari hanno diritto a ottenere gli scatti di anzianità

Continua

Sui titoli di preferenza nei concorsi pubblici

L’esistenza di figli a carico prevale sull’età

Continua

Il nulla osta paesaggistico e il silenzio assenso

Sulla formazione del silenzio assenso rispetto alle istanze per il rilascio del nulla osta paesaggistico si esprimerà l’adunanza plenaria

Continua

Benefici combattentistici per i militari

L’urgenza per i militari di tutelare il diritto al riconoscimento dei benefici combattentistici in attesa della sentenza della Corte Costituzionale

Continua

L’economista spagnolo non si iscrive all’albo

Secondo il Consiglio di Stato gli economisti spagnoli non possono iscriversi all’albo italiano dei commercialisti

Continua

Per il muro di cinta basta la Scia

Il Consiglio di Stato, con sentenza 4 gennaio 2016, n. 10, ha affermato che la realizzazione di muri di cinta di modesta altezza è soggetta a Scia

Continua

Esame di avvocato: le domande della prova orale

Se la commissione non predetermina le domande della prova orale, l'eventuale bocciatura è illegittima e l'esame va ripetuto

Continua

La cessione di volumetria a fini edificatori

Focus sui requisiti per la cessione di volumetria

Continua

L' indennità di trasferimento delle forze armate

Per il riconoscimento dell'indennità di trasferimento per i componenti delle forze armate, deve sussistere la distanza di 10 km tra sedi di servizio

Continua

Esame di avvocato: non basta il voto numerico

Secondo il TAR Lombardia, Milano, le prove scritte valutate unicamente con un voto numerico devono essere ricorrette da diversa commissione

Continua

Assunzioni nella scuola: T.F.A. e G.A.E.

Gli abilitati T.F.A. hanno diritto a essere inseriti nelle G.A.E. potendo così partecipare al piano straordinario di assunzioni nella scuola?

Continua