Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Architettura e design

L'architettura degli edifici pubblici

Gli edifici pubblici diventano simboli della rinascita intellettuale, portatori di culture e tradizioni di un popolo

L'architettura degli edifici pubblici - Gli edifici pubblici diventano simboli della rinascita intellettuale, portatori di culture e tradizioni di un popolo

Le persone si riconoscono in un edificio pubblico quando è più vicino il legame che si instaura con esso, legame che rende di facile lettura lo spirito di un popolo.
E' proprio quando si riesce ad interpretare la sua anima tutti ci sentiamo parte di un tutto.
Il richiamo alla memoria di piazze cittadine coperte diviene il leitmotiv di molti progetti.
Le grandi altezze permettono al visitatore di raggiungere una visione, che anche svolgendosi all'interno, richiama spazi aperti.
Così gli edifici diventano simboli della rinascita intellettuale e collettiva, portatori di culture ricche di tante sfaccettature, muovendosi tra molte suggestioni soprattutto nei paesi di frontiera dove questo risulta essere sentito in maniera più incisiva.

Sono proprio le comunità che vogliono presentare la loro rinnovata immagine e in alcuni casi, in particolari popolazioni di nomadi, la sfida è difficile dal momento che si vogliono rappresentare lo spirito di popoli che sono cresciuti senza architettura. Degli input in questa direzione si hanno dall'ambiente in cui si opera, l'ambiente geografico, e le tradizioni.
Si assiste ad un'uniformità di linguaggi soprattutto dovuta alla globalizzazione, ci sono comunque nascosti storico culturali che trovano sfogo in architetture dal carattere molto forte circondate da territori di rara bellezza. 


I catalizzatori urbani sono da sempre, ed oggi più che mai, i musei, le scuole, i teatri e i vari centri di aggregazione. Qui si diffonde il sapere, si sviluppano le proprie capacità, i talenti e lo sviluppo della creatività. Soprattutto vi è uno scambio interculturale che attraversa diverse generazioni.
Così accanto alle biblioteche sorgono spazi destinati alla musica e al teatro tutti volti all'aggregazione sociale. Basti pensare alle diffuse public libraries statunitensi che forniscono servizi di co-working.
E' difficile riuscire a definire, degli edifici pubblici, una tipologia univoca architettonica che racchiuda le molteplici interpretazioni.
La maggior parte è costituita dalla scomposizione di parti funzionali che vengono ad occupare spazi e volumi spesso autonomi. Alle volte si arriva ad una semplificazione estrema delle forme percepite come un tutto unico.

L'edificio diventa così un’icona nella città, un punto di riferimento e con un significato di catalizzatore che un tempo avevano le stazioni e le cattedrali.
Così il Centro Pompidou, di Rogers e Renzo Piano, diviene il centro culturale come oggi lo percepiamo. Era innovativo soprattutto per la distribuzione funzionale al suo interno. Raggruppati vi si trovavano funzioni museali ed espositive, servizi bibliotecari, attività di ricerca, luoghi di ristoro di ricerca e si riuniva qui, per la prima volta, il momento della produzione e quello del consumo della cultura tutto nel medesimo luogo. 


I centri culturali sono luoghi ibridi così che è difficile catalogarli con un'unica tipologia così che rimangono aperte diverse soluzioni espressive architettoniche e morfologiche.
Il traguardo è proprio quando l'architettura diventa arte di un popolo per tutti e appartenente a tutti.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Architettura e design

Architetto  Elena Graziano - Toirano (SV)

ARCHITETTO ELENA GRAZIANO

Architetti / Architetti

LOCALIT└ CERTOSA 3

17055 - Toirano (SV)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

La progettazione delle infrastrutture nelle città

La progettazione delle infrastrutture identifica i veloci cambiamenti della nostra società

Continua

L'energia nell'architettura

Architettura ed energia devono crescere insieme per ottimizzare il comfort delle abitazioni

Continua

La struttura degli edifici

L'architettura di oggi è sempre alla ricerca di forme più diverse che vanno fino agli estremi delle tecnologie

Continua

Blueprint di Renzo Piano, quale futuro?

Genova: 76 proposte respinte al concorso per il Blueprint di Renzo Piano

Continua

Il Recupero nell'Architettura

Attuato in vari ambiti, il recupero sviluppa le potenzialità dei fabbricati in linea con la loro storia e il contesto ambientale

Continua

Il legno nell'architettura di oggi

Il legno è di sicuro la nuova frontiera per l'architettura.

Continua

L'Architettura di vetro

La scelta del vetro come materiale dominante è giustificata dalla ricerca di una pura semplicità

Continua

Architettura e trasparenze

La casa utopistica dello scrittore visionario Sheerbart appare più che mai attuale e vantaggiosa

Continua

Il mio pensiero mi porta a...

L'architettura non è solo un edificio, ma anche l'espressione della capacità umana di abitare

Continua

Hai bisogno di una stima?

La perizia di stima è una procedura che indica la commerciabilità di un bene secondo le leggi dell'attuale mercato

Continua

I due porti: Genova e Rotterdam uniti dal `Terzo valico`

Fra Tortona e Genova è in costruzione il Terzo Valico dei Giovi in vista del corridoio dell'alta velocità tra Genova-Rotterdam

Continua