Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Nuove formule per la vendita di immobili

La crisi del mercato immobiliare e la minore propensione delle banche a concedere credito determina lo sviluppo di schemi contrattuali alternativi

Nuove formule per la vendita di immobili - La crisi del mercato immobiliare e la minore propensione delle banche a concedere credito determina lo sviluppo di schemi contrattuali alternativi

La recente crisi globale ha portato, da un lato, una contrazione del mercato dell’edilizia, dall’altro, una minore propensione delle banche a concedere mutui e finanziamenti.

In tale situazione è diventata essenziale per gli operatori del settore ricercare schemi contrattuali alternativi, che in precedenza avevano un utilizzo residuale, quali il Rent To Buy, la locazione con riscatto finale o la vendita con riserva di proprietà.

Il Rent To Buy è un istituto di origine anglosassone, non specificamente regolato dalla legge italiana, ma realizzabile con un contratto atipico.
In sostanza, l’acquirente ottiene la consegna del bene pagando un importo simile ad un normale canone di locazione, ma metà della somma viene imputata alla locazione, mentre la restante metà costituisce acconto sul prezzo di vendita. Dopo 3 anni si procede alla vendita del bene, eventualmente richiedendo un mutuo che però – a differenza di una normale compravendita – potrà essere di misura inferiore, in quanto una quota del prezzo è stato già versato al venditore.

Nella locazione con riscatto finale, invece, chi utilizza l’immobile corrisponde un canone di locazione, ma le parti pattuiscono fin dall’inizio la possibilità di un riscatto del locatore ad un prezzo concordato.

Infine si può utlizzare lo schema della vendita con riserva di proprietà, disciplinato dagli articoli 1523 e seguenti del codice civile.
In tal caso si ha una immediata immissione nel possesso del compratore, il quale erogherà il prezzo pattuito con pagamento rateale.
D’altro canto, il venditore si riserva il diritto di proprietà finchè il prezzo non sarà interamente pagato.
L’inadempimento del compratore determina la risoluzione del contratto, con diritto per il venditore di rientrarne in possesso, a meno che le rate non pagate non superino l’ottavo del prezzo pattuito: in tal caso il contratto rimarrà comunque valido, con obbligo del compratore di corrispondere tutte le rate.

Gli  schemi contrattuali descritti appaiono tutti strumenti utili agli operatori del settore immobiliare per fronteggiare il calo della domanda, venendo incontro alle esigenze degli acquirenti, a loro volta in difficoltà nel reperire liquidità e interessati ad ottenere una diluizione nel tempo del prezzo di acquisto.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Interessi moratori e usura

Come comportarsi se la banca stabilisce interessi moratori che superano la soglia dell'usura? La clausola degli interessi è nulla?

Continua