Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza finanziaria e patrimoniale

Lasciare i risparmi sul conto corrente…

Un metodo sicuro per perdere denaro e potere d’acquisto!

Lasciare i risparmi sul conto corrente… - Un metodo sicuro per perdere denaro e potere d’acquisto!

In più di un report emerge che il popolo italiano ha un’elevata propensione al risparmio e una bassa propensione al rischio con la conseguenza di accantonare i risparmi sui conti correnti al posto di investirli in strumenti finanziari.
E se si potesse accumularli sotto il materasso, sarebbe la scelta più seguita! I conti correnti dunque, sono considerati un vero e proprio salvadanaio per i risparmiatori. Basti pensare che una cifra di oltre mille miliardi di euro stazionano in conti correnti. A dare quest’ultimo dato è il Centro Studi Unimpresa, che conferma i dati della Banca d’Italia di inizio anno che parlavano di 1.329 miliardi di euro. Cifre impressionanti e molto elevate se si considera che i tassi di interesse attivi offerti dalle banche sono ai minimi storici.

Il motivo di tale bassa propensione all’investimento è la “sicurezza” e l’ipotesi di investire in strumenti finanziari piuttosto che accumulare i propri risparmi sul conto corrente spaventa la maggioranza degli italiani.
Complici anche i crack finanziari (chi si è dimenticato del caso Parmalat?), le bolle speculative, i fallimenti bancari (con i recenti casi Banca Etruria e Monte del Paschi di Siena) e la fioca risposta della politica italiana ai risparmiatori rimasti sul lastrico, che hanno certo contribuito a rendere il risparmiatore titubante e restio agli investimenti, i risparmi sono dirottati sui conti correnti.

Mancanza di fiducia negli istituti di credito e nelle finanziarie, dunque! E’ questa la ragione per la quale l’Italia è tra gli ultimi posti in Europa nella classifica dei paesi in cui si investe di più.
Non solo, la maggioranza degli investitori che con fatica concedono fiducia al consulente finanziario, si rivolgono infine verso gli strumenti più tradizionali e considerati più sicuri, come ad esempio i titoli di Stato, senza valutare che pure questi ultimi comportano rischi.
Eppure, nonostante gli eventi negativi sui mercati finanziari, investire conviene!

Lasciare i propri risparmi sul conto corrente significa perdere potere d’acquisto ed erodere il proprio capitale.
E ciò perché, nonostante l’inflazione sia ancora contenuta (anche se i segnali che arrivano dal prezzo del petrolio che ultimamente sta salendo fanno temere un aumento generalizzato dei prezzi), gli interessi attivi, prossimi allo zero e proposti dalle banche, non riescono a remunerare i risparmi al pari dell’inflazione (decisamente più elevata dei tassi di interesse). Conservare il denaro su conto corrente significa perdere ogni mese un valore pari alla differenza tra l’inflazione e l’interesse attivo praticato dalle banche e dagli istituti di credito. E senza quasi rendersene conto, il potere di acquisto (ovvero la possibilità di acquistare un oggetto con un tot di denaro) diminuisce (lo stesso tot di denaro non basterà più per acquistare lo stesso oggetto poiché l’inflazione ne ha aumentato il prezzo).

Il risultato di una maggiore propensione al risparmio su conto corrente (secondo i dati Istat in aumento nonostante i risultati positivi della generalità delle asset class) è un “balzello occulto di circa 10 miliardi di euro causato proprio dall’inflazione. Non solo, le cause di tale perdita di potere di acquisto vanno ricercate anche nelle maglie delle tasse da pagare legate ai conti correnti e al costo del denaro.

Detto ciò, pare indiscutibile l’esigenza di gestire e investire il proprio risparmio in maniera tale da farlo fruttare e non farlo erodere da balzelli occulti (inflazione, tasse sui c/c, costo del denaro, ecc..). Esistono svariate soluzioni per investire in maniera sicura in base alla propria propensione al rischio e in base ai propri obiettivi.

Il mio studio si offre disponibile a fornire consulenza per individuare le alternative migliori di investimento in base alla singola situazione reddituale e patrimoniale.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza finanziaria e patrimoniale

Marco Rabbia - Saluzzo (CN)

MARCO RABBIA

Consulenti Finanziari / Promozione Finanziaria e Patrimoniale

Piazza Giuseppe Garibaldi 9

12037 - Saluzzo (CN)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo