Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Novembre e dicembre: incubo fiscale

L’attesa del Natale è segnata da un calendario dell’avvento ricco di scadenze fiscali da ricordare e di difficile comprensione

Novembre e dicembre: incubo fiscale - L’attesa del Natale è segnata da un calendario dell’avvento ricco di scadenze fiscali da ricordare e di difficile comprensione

Quelli che tradizionalmente dovrebbero essere alcuni dei mesi più belli dell’anno si sono trasformati in vero e proprio incubo per famiglie e imprese. Pensando istintivamente a novembre e a dicembre, non viene più immediatamente in mente l’arrivo delle feste natalizie, ma purtroppo l’ennesima stangata delle tasse di fine anno. Il calendario dell’avvento si è trasformato in uno scadenzario ricco di scadenze e termini fiscali da rispettare e da capire. 

 

Infatti, al problema di far quadrare il bilancio familiare o aziendale si aggiunge anche quello di stare al passo con le normative in materia fiscale in continua evoluzione e metamorfosi. Cosa non sempre facile per i non addetti ai lavori. E, a volte, difficile pure per noi, alle prese con delibere da approvare, decreti da convertire o non convertiti. Un puzzle fiscale che assomiglia sempre più a un gioco di incastri forzati piuttosto che a un disegno organico e definito. 

 

Novembre e dicembre, dicevamo, sono i mesi durante i quali alcuni pezzi di tale puzzle vanno incastrati rendendo la gioia del Natale soltanto un bel ricordo affievolito nella memoria. Tra IMU, Tasi, Irap, Irpef e contributi vari non rimane più molto tempo per pensare ad altro come ad esempio, ai regali, quantitativamente sempre di meno e qualitativamente sempre meno importanti. La crisi comporta anche questo: una contrazione generalizzata della domanda di doni natalizi o della distribuzione dei regali aziendali e una riduzione della media di spesa per famiglie e imprese. La tredicesima, chi ce l’ha ancora, serve per pagare i finanziamenti, saldare o ridurre un eventuale debito e, soprattutto, pagare le tasse di fine anno. 

 

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono elencate tutte le scadenze fiscali divise mese per mese: quelle relative ai soli mesi di novembre e dicembre sono oltre 200! 

Le più facili da ricordare sono le ultime rate di IMU e Tasi. Entrambi i saldi si devono pagare entro il 16 dicembre. In particolare, per quanto riguarda la Tasi, i contribuenti residenti nei Comuni che non hanno deliberato le aliquote della Tassa sui servizi indivisibili entro il 10 settembre scorso, si troveranno a dover versare acconto e saldo in un’unica soluzione. Per loro, inoltre, l’aliquota obbligatoria applicata è quella dell’1 per mille e non avranno alcuna possibilità di detrazione. 

 

Passando all’Irap le cose si complicano. I titolari di partita Iva, sia soggetti agli studi di settore che quelli non soggetti agli studi di settore che presentano il modello Unico con pagamento rateale non maggiorato, devono pagare la sesta rata dell’imposta regionale sulle attività produttive entro il 17 novembre, accanto a quella dell’Irpef, addizionali varie, imposte sostitutive, oltre ad eventuali contributi di solidarietà, e altre sigle come Ivafe e Ivie. Le persone fisiche, le società semplici e le società di persone e soggetti equiparati devono invece versare, sempre entro il 17 novembre, la quarta rata delle imposte, Ires, Irpef e Irap oppure le imposte sostitutive. Alle società di persone, compete il dazio di Irap e saldo Iva, in base alle ultime dichiarazioni. 

 

Il 17 novembre è anche il giorno ultimo per i versamenti periodici mensili e trimestrali dell’IVA, dell’invio delle dichiarazioni d’intento, e dei versamenti dei contributi Inps dei datori di lavoro, degli artigiani e dei commercianti. Sembra incredibile, ma il 25 novembre è il giorno in cui spicca solo una scadenza: la presentazione degli elenchi Intrastat mensili. 

 

Si arriva così a dicembre, altro mese ricco, se non di regali, almeno di scadenze. Oltre ai saldi IMU e Tasi, bisogna ricordarsi di pagare la Tari, presentare i modelli Unici e 770 che hanno avuto diritto alla proroga, presentare i modelli Uniemens individuali e pagare le imposte di registro per i contratti di locazione che non godono del regime della “cedolare secca”. 

Tra le scadenze di fine anno, vanno annoverati anche i versamenti dei contributi previdenziali per i lavoratori dipendenti, gli artigiani, i commercianti, i collaboratori (compresi quelli domestici, badanti e baby sitter)… 

 

Insomma, ce n’è per tutti i gusti e per tutti i casi…anche ludici. Scade il 15 dicembre, infatti, il termine entro il quale le associazioni sportive dilettantistiche dovranno registrare i corrispettivi e i proventi realizzati. 

Buon Natale!

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Cs Dati Dr. Piero Mistretta - Milano (MI)

Cs Dati Dr. Piero Mistretta

Commercialisti, Ragionieri ed Esperti contabili / Commercialisti

Viale Monte Ceneri 73

20155 - Milano (MI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

La Riforma del bilancio, quali novità e quale adottare?

Con le nuove modifiche contabili è importante valutare quale bilancio adottare in base alla classificazione aziendale

Continua

Incentivi alle imprese con le assunzioni agevolate

Ecco quali sono i bonus destinati alle aziende che assumono giovani disoccupati, stagisti e tirocinanti

Continua

Corsi aziendali obbligatori: è possibile ottenerli gratis?

Attraverso determinati enti si possono ottenere notevoli risparmi sui corsi obbligatori per le aziende o addirittura ottenerli senza spese

Continua

Legge di Bilancio 2017: torna il maxi-ammortamento, ma intanto…

E’ possibile usufruire del maxi-ammortamento del 140% sull’acquisto di beni strumentali acquistati dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016

Continua

Pressione fiscale: abbatterla con l’assetto societario!

L’ostacolo principale alla sopravvivenza delle imprese Italiane è la pressione fiscale. Ma un modo per risparmiare c’è!

Continua

Sicurezza sul lavoro: bando incentivi Isi

Fino al 7 maggio, le aziende che vogliono investire in salute e sicurezza nei posti di lavoro potranno avvalersi di finanziamenti a fondo perduto

Continua

S.O.S liquidità per le PMI

La difficoltà ad ottenere i finanziamenti bancari può essere superata dalle garanzie concesse dai Confidi

Continua

Cassa Depositi…ma anche prestiti!

Competere nel mercato di oggi significa saper cogliere le opportunità di finanza agevolata

Continua

Agevolazioni per l’acquisto di macchinari

Grazie al “Decreto del Fare” è possibile ottenere un contributo in conto interessi per finanziamenti della durata di 5 anni

Continua

Legge 394/81: internazionalizzate la vostra impresa

Finanza agevolata: espandere il proprio mercato è possibile se si ricorre ai finanziamenti a tassi agevolati

Continua

Imprese: danno da usura e anatocismo

Il fabbisogno finanziario delle aziende risente delle pratiche scorrette e illegali bancarie contro le quali si può essere risarciti

Continua

Agevolazioni nazionali e regionali alle PMI

Una strada di finanziamento poco battuta dalle imprese è il ricorso ai fondi pubblici tramite bando e convenzioni nazionali e regionali

Continua

Privati: come difendersi da usura e anatocismo

La maggior parte dei conti correnti e mutui stipulati sono viziati da anomalie bancarie a scapito dei cittadini. Ecco come difendersi

Continua

Confusione Tasi

Il 16 ottobre è il giorno della scadenza del pagamento dell’acconto della nuova tassa comunale. Tutti i nodi verranno al pettine...

Continua

Come aprire un bar

Nonostante la liberalizzazione del Decreto Bersani, sono ancora molti gli adempimenti da rispettare per avviare l’attività

Continua