Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Counseling

Walt Disney, obiettivi e strategie

L’importanza degli obiettivi e come si può utilizzare la strategia creativa di Walt Disney per identificarli e capire come raggiungerli

Walt Disney, obiettivi e strategie - L’importanza degli obiettivi e come si può utilizzare la strategia creativa di Walt Disney per identificarli e capire come raggiungerli

Per un counselor definire insieme al cliente l’obiettivo da raggiungere è un aspetto cruciale del processo: è solo quando sa dove il cliente vuole andare, infatti, che il counselor può trovare le modalità per aiutarlo a raggiungere la meta, in un processo di co-costruzione che stimola ascolto, flessibilità e creatività di entrambi. 

E’ qui che entra in ballo Walt Disney che, diciamocelo, di creatività se ne intendeva!!! Per dare forma e tradurre in pratica le sue idee, questo grande uomo utilizzava un processo creativo che lui stesso chiamava Imagineering (immagination + engineering). Dall’osservazione di questo processo, Robert Dilts e i suoi collaboratori hanno tratto una strategia facile da utilizzare ogni volta che devi pianificare un progetto, raggiungere un obiettivo, risolvere un problema, uscire da una situazione di stallo o comunque sviluppare e stimolare la tua creatività. 

Disney aveva un’immaginazione straordinaria e sognare, infatti, è la prima fase per la fabbricazione di un desiderio. Disney, quindi, prima creava un sogno, una visione dell’intero film. Poi prendeva i sentimenti di ogni personaggio del film immaginando come sarebbe apparsa la storia attraverso i loro occhi. Poi guardava il suo progetto in modo più realistico. Faceva un bilancio dei costi, dei tempi, delle risorse e raccoglieva tutte le informazioni necessarie per assicurarsi che il film potesse avere successo. Infine passava al punto di vista di un pubblico critico. Si chiedeva “cosa interesserà? Cosa divertirà?” 

Come vedi, Disney usava 3 diversi processi:  

Il sognatore: in questa fase si utilizza la fantasia per generare idee e intuizioni  e si è aperti a qualsiasi scenario: tutto è possibile e non vi sono restrizioni. Chiediti: che cosa desidero? 

Il realista: è il momento di assumere una prospettiva  più pragmatica immaginando l’attuazione pratica del progetto. Lo scopo del realista è, infatti, quello di trasformare il sogno in un progetto fattibile. Il realista agisce come se il sogno fosse possibile e si focalizza sulle azioni necessarie per raggiungerlo, sul come implementare l’idea. Chiediti: cosa devo fare per trasformare il mio progetto in realtà? 

Il critico: è la fase in cui si va alla ricerca dei punti deboli e dei collegamenti mancanti. Le idee che non sopravvivono a questa fase sono abbandonate. Per essere un buon critico è importante mettersi nella prospettiva delle persone che vuoi influenzare con il tuo progetto e considerarne i bisogni e le reazioni. Chiediti: cosa potrebbe andare storto? Cosa potrei sbagliare? 

Ecco ora come puoi utilizzare concretamente questa strategia. Se hai spazio a sufficienza, localizza tre punti diversi sul pavimento e assegna a ciascuno uno dei ruoli. In alternativa, puoi sederti ad un tavolo utilizzando tre sedie diverse. Ricordati di avere carta e penna sempre a portata di mano per fissare i principali elementi che emergeranno. 

1. Mettiti nella posizione del Sognatore.  Fai un respiro, focalizzati su un nuovo progetto o su un problema e comincia a buttare giù idee come ti vengono, anche se alcune saranno assurde o irrealizzabili, non porti limiti nè giudizi. Puoi aiutarti con queste domande: Cosa voglio? Perché lo voglio  fare? Quali sono i benefici? Come saprò quando li avrò raggiunti? Quanto tempo impiegherò per raggiungerli? Dove vorrei che mi portasse questa idea in futuro? Come voglio che sia la mia vita? 

Ora fai un passo o alzati dalla sedia, respira e conta velocemente da 5 a 1 distogliendo l’attenzione da ciò che è emerso. 

2. Fai un passo oppure cambia sedia ed entra nella posizione del Realista. Analizza il tuo progetto, pensa alla sua attuazione pratica passando in rassegna ogni singolo passaggio. Aiutati con queste domande: Come posso trasformare il mio progetto in realtà? Quali passaggi occorrono? Quali strumenti mi servono? Ho bisogno di un aiuto esterno per uno o più passaggi?   

Esci dalla posizione del Realista facendo un passo fuori o alzandoti, assumi nuovamente uno stato mentale neutro canticchiando brevemente una canzoncina poi entra nella posizione del Critico. 

3. Vai alla ricerca degli eventuali punti deboli del progetto, valuta ciò che può essere realizzato e cosa no, evidenzia gli aspetti che meritano maggiore considerazione e quelli che possono essere trascurati. Ricorda di dirigere le eventuali critiche al progetto che stai considerando, non a te o a chi lo ha ideato. Aiutati ponendoti queste domande: quali conseguenze avrà il raggiungimento del mio obiettivo sugli altri? Quali nuove competenze acquisirò con questo cambiamento? Cosa potrebbe andare storto?

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Counseling

Panelli Stefania Counselor - Pisa (PI)

PANELLI STEFANIA COUNSELOR

Counseling e coaching / Sviluppo e benessere

VIA SIMONE MARTINI 4

56123 - Pisa (PI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Self compassion: l'importanza di amarsi

Che atteggiamento hai verso di te? Sei un giudice spietato dei tuoi errori e delle tue mancanze? O sei una buona amica che ti consola?

Continua

Counseling: cosa è?

Cosa è il counseling e chi ne può trarre beneficio

Continua

Cosa vuol dire salute?

Perchè è importante una visione olistica dell'individuo

Continua

I passi del cambiamento

In questo articolo parliamo di cambiamento, obiettivi e piccoli passi

Continua

Ecco perchè carta e penna non tramonteranno mai

Scrivere a mano contro l'utilizzo di smartphone e computer: una battaglia vinta alla grande da carta e penna!

Continua

Vacanza: sai come valorizzarla?

Alcuni consigli per valorizzare le nostre vacanze e non rischiare di tornare più stanchi di prima

Continua

Counseling e Yoga della Risata: sono così diversi?

Un elenco di 11 punti per comprendere quanto Counseling e Yoga della Risata sono affini

Continua