Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Legge 394/81: internazionalizzate la vostra impresa

Finanza agevolata: espandere il proprio mercato è possibile se si ricorre ai finanziamenti a tassi agevolati

Legge 394/81: internazionalizzate la vostra impresa - Finanza agevolata: espandere il proprio mercato è possibile se si ricorre ai finanziamenti a tassi agevolati

Il ruolo del commercialista è sempre più legato all’assistenza contabile e fiscale piuttosto che alla consulenza societaria. Non che l’assistenza contabile e fiscale non sia importante. Anzi. Ma le eccessive incombenze contabili e lo scadenzario fiscale troppo serrato, hanno via via ristretto i tempi che commercialista e cliente possono dedicare allo studio di strategie aziendali ad hoc che potrebbero rappresentare, soprattutto in tempi di crisi come quelli attuali, un valido supporto e aiuto gestionale. 

 

Una di tali strategie è il ricorso alla finanza agevolata, ovvero la concessione di finanziamenti alle imprese a specifiche condizioni vantaggiose e in presenza di determinati requisiti. La finanza agevolata abbraccia tutta la casistica dei bandi europei, nazionali o regionali mirati, ad esempio, alla concessione di prestiti a tasso agevolato o di contributi a fondo perduto. Altri esempi di finanza agevolata sono i contributi in conto impianti o in conto interessi, i bonus fiscali, le concessioni di garanzia o le locazioni finanziarie. 

 

Ad occuparsi di finanza agevolata sono diverse normative europee ed italiane. Tra quest’ultime c’è la Legge 394/81 con la quale è stato istituito un Fondo per l’internazionalizzazione delle imprese, soprattutto delle PMI, del nostro Paese (alle PMI, infatti, è destinato il 70% del Fondo). In base all’art. 3 del Decreto ministeriale del 21 dicembre 2012 che ha aggiornato il Fondo, possono ottenere il finanziamento agevolato le imprese che: 

a) vogliono inserirsi nei mercati extra UE attraverso il lancio e la “diffusione di nuovi prodotti e servizi ovvero all’acquisizione di nuovi mercati per prodotti e servizi già esistenti, attraverso l’apertura di strutture volte ad assicurare in prospettiva la presenza stabile nei mercati di riferimento;” 

b) vogliono compiere “studi di pre-fattibilità e fattibilità collegati ad investimenti italiani in Paesi extra U.E., nonché programmi di assistenza tecnica collegati ai suddetti investimenti;” 

c) vogliono compiere “altri interventi prioritari a favore dell’internazionalizzazione delle PMI, consistenti in: 

1) finanziamento agevolato a favore delle PMI esportatrici per il miglioramento e la salvaguardia della loro solidità patrimoniale, al fine di accrescerne la competitività sui mercati esteri; 

2) finanziamento agevolato a favore delle PMI per la realizzazione di iniziative promozionali per la prima partecipazione ad una fiera e/o mostra sui mercati extra U.E. (marketing e/o promozione del marchio italiano)”. 

 

Sempre il Decreto ministeriale del 21 dicembre 2012 ha, poi, facilitato le aziende che vogliono internazionalizzarsi. I programmi ammessi ad ottenere il finanziamento agevolato, infatti, possono essere realizzati dall’azienda stessa attraverso una gestione diretta in forma singola o aggregata, oppure in forma indiretta tramite una società partecipata di diritto locale o tramite aggregazioni di imprese con i distributori, gli importatori, i rappresentanti o altre imprese di diritto locale. 

 

L’agevolazione consiste nell’ottenere un finanziamento a tasso agevolato, pari al 15% del tasso di riferimento per le operazioni di credito all’esportazione (e comunque non inferiore allo 0,5% annuo), da destinare a copertura del 100% delle spese globali previste dal programma di internazionalizzazione. La durata del finanziamento non deve essere superiore a sette anni, compresi due anni a titolo di periodo di preammortamento. Il finanziamento richiesto non può comunque superare i 2.065.000 euro, che salgono a 3.098.000 euro nel caso di consorzi, società consortili o raggruppamenti di piccole e medie imprese che gestiscano direttamente il programma. 

 

Requisito importante per ottenere il finanziamento è il poter garantire almeno il 40% del finanziamento richiesto attraverso una fideiussione bancaria o assicurativa o una fideiussione Confidi convenzionata. 

 

Non tutte le spese sono ammissibili al finanziamento, così come non tutti i progetti possono ottenere il via libera dal Comitato agevolazioni, per mancanza dei requisiti necessari o per mancanza di adeguata documentazione allegata alla richiesta. 

 

Il nostro studio vanta un’esperienza decennale in materia di finanza agevolata ed è pronto a fornirvi una consulenza personalizzata in materia alla ricerca della vostra soluzione ottimale.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Cs Dati Dr. Piero Mistretta - Milano (MI)

Cs Dati Dr. Piero Mistretta

Commercialisti, Ragionieri ed Esperti contabili / Commercialisti

Viale Monte Ceneri 73

20155 - Milano (MI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

La Riforma del bilancio, quali novità e quale adottare?

Con le nuove modifiche contabili è importante valutare quale bilancio adottare in base alla classificazione aziendale

Continua

Incentivi alle imprese con le assunzioni agevolate

Ecco quali sono i bonus destinati alle aziende che assumono giovani disoccupati, stagisti e tirocinanti

Continua

Corsi aziendali obbligatori: è possibile ottenerli gratis?

Attraverso determinati enti si possono ottenere notevoli risparmi sui corsi obbligatori per le aziende o addirittura ottenerli senza spese

Continua

Legge di Bilancio 2017: torna il maxi-ammortamento, ma intanto…

E’ possibile usufruire del maxi-ammortamento del 140% sull’acquisto di beni strumentali acquistati dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016

Continua

Pressione fiscale: abbatterla con l’assetto societario!

L’ostacolo principale alla sopravvivenza delle imprese Italiane è la pressione fiscale. Ma un modo per risparmiare c’è!

Continua

Sicurezza sul lavoro: bando incentivi Isi

Fino al 7 maggio, le aziende che vogliono investire in salute e sicurezza nei posti di lavoro potranno avvalersi di finanziamenti a fondo perduto

Continua

S.O.S liquidità per le PMI

La difficoltà ad ottenere i finanziamenti bancari può essere superata dalle garanzie concesse dai Confidi

Continua

Cassa Depositi…ma anche prestiti!

Competere nel mercato di oggi significa saper cogliere le opportunità di finanza agevolata

Continua

Agevolazioni per l’acquisto di macchinari

Grazie al “Decreto del Fare” è possibile ottenere un contributo in conto interessi per finanziamenti della durata di 5 anni

Continua

Novembre e dicembre: incubo fiscale

L’attesa del Natale è segnata da un calendario dell’avvento ricco di scadenze fiscali da ricordare e di difficile comprensione

Continua

Imprese: danno da usura e anatocismo

Il fabbisogno finanziario delle aziende risente delle pratiche scorrette e illegali bancarie contro le quali si può essere risarciti

Continua

Agevolazioni nazionali e regionali alle PMI

Una strada di finanziamento poco battuta dalle imprese è il ricorso ai fondi pubblici tramite bando e convenzioni nazionali e regionali

Continua

Privati: come difendersi da usura e anatocismo

La maggior parte dei conti correnti e mutui stipulati sono viziati da anomalie bancarie a scapito dei cittadini. Ecco come difendersi

Continua

Confusione Tasi

Il 16 ottobre è il giorno della scadenza del pagamento dell’acconto della nuova tassa comunale. Tutti i nodi verranno al pettine...

Continua

Come aprire un bar

Nonostante la liberalizzazione del Decreto Bersani, sono ancora molti gli adempimenti da rispettare per avviare l’attività

Continua