Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Novità in tema di cittadinanza

Riconoscimento della cittadinanza ai figli e loro discendenti in linea retta nati da madre italiana prima del 01.01.1948

Novità in tema di cittadinanza - Riconoscimento della cittadinanza ai figli e loro discendenti in linea retta nati da madre italiana prima del 01.01.1948

Importante sentenza ottenuta dallo Studio Legale Persichetti & Associati in tema di riconoscimento della cittadinanza ai figli e loro discendenti in linea retta nati da madre italiana prima del 01.01.1948. 

Sviluppando ed ampliando i principi e le argomentazioni sviluppate dalla Corte Costituzionale il Tribunale di Roma ha riconosciuto valido il principio sostenuto dallo studio secondo il quale la prassi sino ad oggi adottata sia fortemente  lesiva del supremo diritto di parità sociale ed uguaglianza previsto dall'art. 3 della Carta Costituzionale. 

 

Già la stessa Corte Costituzionale, infatti, con sentenze 87/75 e 30/83, ebbe a dichiarare laillegittimità costituzionale dell'art. 1, n. 1 Legge 555/12 "nella parte in cui non prevede che sia cittadino per nascita anche il figlio di madre cittadina". 

 

Recependo dette sentenze di incostituzionalità, la normativa italiana attualmente in vigore (L. 91/92, recante "Nuove norme sulla cittadinanza") consente l'acquisto della cittadinanza italiana anche da parte dei figli di madre italiana purchè nati a partire dal 1.1.1948, in ossequio al principio secondo cui le decisioni di accoglimento delle eccezioni di legittimità costituzionale hanno efficacia retroattiva a far data dalla entrata in vigore della Costituzione italiana, appunto il 1.1.1948. 

 

La Legge 91/92, quindi, non consente di ritenere cittadini italiani i figli nati dopo il 1.1.1948 da madre italiana che abbia perso la cittadinanza italiana per essersi coniugata con cittadino straniero. 

E' auspicabile, tuttavia, che  le autorevoli pronunzie dei giudici di merito e, soprattutto, di legittimità (la Suprema Corte si è da poco pronunciata a S.U.) siano di sprone al neo Ministro per l'Integrazione per la modifica della legge 91/92, anche per quanto concerne l'acquisto della cittadinanza "iure sanguinis". 

Per visionare il provvedimento cliccare sul seguente link: 

http://www.persichettieassociati.it/docs/Sentenza-14159.pdf

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Riconoscimento della cittadinanza Italiana

Riconoscimento della cittadinanza italiana via materna per i nati prima del 1 Gennaio 1948

Continua

Ciudadanía Italiana Vía Materna

Ciudadania Italiana Via Materna para los nacidos antes del 1 de Enaro 1948

Continua

Gli atti di frode

Gli atti di frode, la meritevolezza ed il principio di diritto

Continua

L’agire informato del buon Amministratore

Lettera Aperta

Continua

Riconoscimento della CITTADINANZA ITALIANA

Riconoscimento della cittadinanza ai figli e loro discendenti in linea retta nati da madre italiana prima del 01.01.1948

Continua

Quando il gioco si fa serio in Cassazione

Ritrovarsi falliti senza saperlo

Continua