Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
Spazio promozionale a cura di ProntoProfessionista.it

Esperti in Sviluppo e Lavoro sul territorio nazionale

CERCA esperti in Sviluppo e Lavoro

Consulenza del lavoro

Contributi volontari, scadenza al 30 giugno

Entro il 30 giugno occorre versare all’Inps i contributi volontari per il primo trimestre del 2017

Contributi volontari, scadenza al 30 giugno - Entro il 30 giugno occorre versare all’Inps i contributi volontari per il primo trimestre del 2017

Entro il 30 giugno occorre versare all’Inps i contributi volontari per il primo trimestre del 2017 (gennaio-marzo). 

 

I contributi volontari sono quei contributi che il lavoratore che ha interrotto l’attività lavorativa oppure è disoccupato versa all’Inps per poter raggiungere il diritto alla pensione e per incrementare l'importo del trattamento pensionistico (nel caso in cui siano già stati rispettati i requisiti contributivi richiesti per la pensione). 

Inoltre, i contributi volontari sono utili per tutte le pensioni dirette (vecchiaia, anzianità, assegno ordinario di invalidità e inabilità) e indirette (superstiti e reversibilità). 

 

Purtroppo, però, con la scadenza arriva anche una brutta notizia: l’aumento delle aliquote dei contributi volontari pagati dai contribuenti sulla retribuzione. 

Nello specifico, per il 2017 le aliquote da calcolare sulla retribuzione sono le seguenti in base al soggetto che effettua il versamento: 

- l’aliquota relativa ai dipendenti è pari al 33% (e scende al 27,87% nel caso siano in possesso di un’autorizzazione datata anteriormente al 1996 

- l’aliquota relativa ai parasubordinati è pari al 32%  

- l’aliquota relativa ai parasubordinati con Partita Iva è pari al 25% 

- l’aliquota relativa ai commercianti è pari al 23,64% 

- l’aliquota relativa agli artigiani è pari al 23,55% 

- l’aliquota relativa a colf e badanti è pari al 17,43% 

 

Possono chiedere di versare i contributi volontari i lavoratori dipendenti e autonomi purché non iscritti all'INPS o ad altre forme di previdenza, i lavoratori parasubordinati purché non iscritti alla Gestione Separata o ad altre forme di previdenza obbligatoria, i liberi professionisti purché non iscritti all'apposita Cassa di previdenza o ad altre forme di previdenza obbligatoria, i lavoratori dei fondi speciali di previdenza (telefonici, elettrici, personale di volo, ecc.) purché non iscritti ai rispettivi Fondi o ad altra forma di previdenza obbligatoria e i titolari di assegno ordinario di invalidità o di pensione indiretta (ai superstiti o reversibilità). 

 

Altro requisito per poter ottenere l'autorizzazione, è l’essere in possesso di almeno 5 anni di contributi o di almeno 3 anni di contribuzione nei cinque anni che precedono la data di presentazione della domanda. 

 

Attenzione però! Non è possibile versare i contributi in ritardo perché anche se si paga un solo giorno dopo (quindi, ad esempio, il 1 luglio) l’Inps non accetta più il pagamento e restituisce i soldi al contribuente. 

 

Per avere maggiori informazioni al riguarda è consigliabile rivolgersi al un consulente del lavoro esperto. Cercatelo nel nostro sito. Il primo contatto gratuito in studio è gratuito!

articolo del

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta