Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
Spazio promozionale a cura di ProntoProfessionista.it

Esperti in Studio Tecnico sul territorio nazionale

CERCA esperti in Studio Tecnico

Geometri

Tettoie, quando serve il permesso di costruire

Ecco quali sono i casi in cui serve il titolo abilitativo per evitare la demolizione delle tettoie

Tettoie, quando serve il permesso di costruire - Ecco quali sono i casi in cui serve il titolo abilitativo per evitare la demolizione delle tettoie

Secondo una giurisprudenza consolidata, per costruire una tettoia stabile, di importanti dimensioni e funzionale a creare un nuovo ambiente, è necessario richiedere un’autorizzazione al Comune di competenza attraverso il permesso di costruire poiché rappresenterebbe una nuova costruzione.  

 

Non servirebbe tale titolo abilitativo, invece, nel caso di tettoie di piccole dimensioni che sporgono dal muro costruite per abbellire l’edificio o per funzioni pratiche (come quella di ripararsi dalla pioggia in prossimità dell’uscio di casa). Allo stesso modo, non serve il permesso di costruire nel caso di realizzazione di tettoie con struttura in ferro che siano rimovibili e che non siano infisse nel terreno.  

 

Però, in controtendenza rispetto alle passate sentenze della Corte di Cassazione, il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, con la sentenza 109/2017 ha affermato alcuni punti fermi sui casi in cui è necessario richiedere il permesso di costruire, aldilà delle dimensioni delle tettoie.  

 

Il caso che si è trovato a dirimere è quello di una coppia di Salerno che aveva costruito una tettoia appoggiata a un solo muro della casa e che, quindi, era aperta sui restanti tre lati. Il Comune, al quale non era stato chiesto il permesso di costruire, aveva ordinato la demolizione della tettoia, ma il Tar Campania ha dato ragione ai due ricorrenti, negando la richiesta dell’ente locale campano.  

 

Se secondo la giurisprudenza la tettoia sarebbe considerata una nuova costruzione, per il tribunale amministrativo non lo è poiché la tettoia in questione, essendo aperta sui tre lati, non altera la volumetria della casa.  

 

Di qui, l’affermazione del Tar sui casi in cui va richiesto il permesso di costruire:  

- se la tettoia altera la volumetria dell’unità abitativa  

- se la tettoia modifica il prospetto dell’unità abitativa  

- se la tettoia altera la sagoma degli immobili sui quali grava un vincolo paesaggistico o culturale  

- se i lavori cambiano la destinazione d’uso degli immobili  

 

Dunque, prima di costruire una tettoia su un balcone o su un terrazzo e per evitare di presentare un titolo abilitativo errato, rischiando di ricevere un’ordinanza di demolizione, è consigliabile rivolgersi a un geometra esperto. Cercalo nel nostro sito. Il primo contatto in studio è gratuito!

articolo del

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta