Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
Spazio promozionale a cura di ProntoProfessionista.it

Esperti in Psicologi sul territorio nazionale

CERCA esperti in Psicologi

Consulenza psicologica

Lo psicologo non mi serve!

Ecco alcuni pregiudizi errati sullo psicologo, figura fondamentale per il proprio benessere

Lo psicologo non mi serve! - Ecco alcuni pregiudizi errati sullo psicologo, figura fondamentale per il proprio benessere

“A me non serve andare dallo psicologo, mica sono matto!!!”, oppure: “Posso farcela tranquillamente da solo!”, e via dicendo… Sono molti i pregiudizi che circolano nell’opinione pubblica sulla scelta di affidarsi a uno psicologo, figura esperta e fondamentale per il proprio benessere mentale e psicologico.  

Andare dallo psicologo è un evento di cui ancora ci si vergogna, non se ne fa menzione, proprio per non essere giudicati “pazzi” o “deboli”. Nulla è più lontano dalla realtà!  

Ecco, allora, alcuni pregiudizi o falsi miti che dovrebbero essere smontati sulla decisione di rivolgersi a uno psicologo.  

 

1. Lo psicologo cura le persone matte  

Tra coloro che si affidano all’aiuto di uno psicologo ci sono certamente persone che soffrono di gravi disturbi psicologici (come ad esempio la schizofrenia oppure la psicosi di origine organica causata da una lesione cerebrale o una malattia che incide sulla funzione cerebrale). Ma la stragrande maggioranza dei pazienti che si recano dallo psicologo sono persone che vivono problematiche circoscritte e/o traumatiche (come un lutto, una malattia temporanea, difficoltà a relazionarsi, ecc…) e che si affidano a una persona competente per superare definitivamente e in maniera soddisfacente un ostacolo. Va ricordato che tutti vivono momenti di disagio o stress nel corso della propria vita, nessuno ne è immune…Ci sono, infine, persone che non stanno vivendo un periodo di stress, ma che comunque, vedono nelle sedute dallo psicologo un canale per comprendere meglio se stessi e la propria identità.  

 

2. Non ho bisogno dello psicologo, sono una persona forte  

Andare dallo psicologo non è indice di carattere debole e fragile. E’ esattamente l’opposto. Intuire di aver bisogno di un aiuto qualificato è un grande atto di forza e di rispetto nei propri confronti. Avviare un percorso cognitivo-comportamentale significa mettersi a nudo, mettersi alla prova e accettare una sfida che comporta anche sofferenza e spirito di sacrificio pur di raggiungere l’obiettivo del proprio benessere e di una crescita interiore costruttiva.  

 

3. Perché andare dallo psicologo…mi basta parlare con un mio amico  

Il ruolo di un amico è ben differente da quello dello psicologo. Innanzitutto, un amico è coinvolto sentimentalmente e non è “obiettivo” …il rapporto con lui è caratterizzato da dinamiche affettive. Per questo, è possibile poter parlare liberamente con uno psicologo senza il timore di conseguenza sul rapporto di amicizia. Lo psicologo ha competenze che un amico, a meno che non sia uno psicologo, possiede e che mette a disposizione del paziente durante la durata della terapia nel corso della quale lo psicologo è concentrato sul paziente e sulla sua capacità di affrontare un percorso di crescita interiore.  

 

4. E’ inutile, tanto nessuno mi capisce!  

“Non può capire nessuno quello che provo, figuriamoci qualcuno che neppure mi conosce, che non sa nulla di me e che, magari, non ha neppure provato quello che sto provando io in questo momento!”. E’ un altro dei falsi miti più ricorrenti quando si parla dell’aiuto che può dare uno psicologo. Eppure, ci si dimentica che quest’ultimo può fornire il proprio aiuto proprio perché non è un amico o conoscente, quindi è più obiettivo e non c’è il rischio di compromettere relazioni affettive importanti (vedi il punto precedente), e perché, oltre agli studi, matura esperienza sul campo.  

 

5. Tanto non servirà a nulla, le persone non cambiano  

Altro falso mito da smontare…intanto se non si comincia un percorso psicologico non si potrà mai sapere se può essere utile o meno. Inoltre, le persone convinte di non poter cambiare mai (date la propria esperienza, educazione ed esperienze personali) non tengono a mente che nelle nostre mani abbiamo la capacità di agire in maniera differente e la responsabilità di come ci comportiamo e abbiamo il grande potere di regolare le nostre reazioni. Certo…per farlo è necessario mettersi in gioco e avviare un percorso profondo verso se stessi…  

 

Nel caso tu abbia voglia di comprendere meglio te stesso, di affrontare un problema (anche temporaneo) o hai bisogno di aiuto per superare un ostacolo al tuo benessere, affidati a uno psicologo esperto. Cercalo nel nostri sito. Il primo contatto in studio è gratuito!

articolo del

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta