A.A.A: cercasi ingegneri informatici


Cresce la domanda di assunzioni nel settore delle telecomunicazioni con stipendi a partire da 37 mila euro annui fino a 130 mila euro annui
A.A.A: cercasi ingegneri informatici

Secondo un’inchiesta della società di ricerca di personale Michael Page, cresce la domanda di assunzione degli ingegneri informatici. E’ quanto emergerebbe dall’analisi del nuovo studio sulla retribuzione in Italia nel settore dell’Information Technology. Nello specifico, sarebbero in aumento le richieste di assunzione per le figure professionali legate al mondo dell’ITC, come i direttori dei sistemi informatici, gli ingegneri delle Telecomunicazioni e di IT manager.

Gli stipendi sono allettanti e, ovviamente, variano in base al ruolo e alle mansioni ricoperte. Si parte, comunque, da uno stipendio base di 37 mila euro lordi all’anno fino a raggiungere i 130 mila euro lordi annui se si ha più di dieci anni di esperienza. C’è da aggiungere che le cifre appena esposte non considerano la componente variabile, quella cioè dovuta agli incentivi legati alle performance.

"La rapida e costante evoluzione delle tecnologie informatiche - ha affermato Filippo Maggi, executive director della divisione IT di Michael Page - ha comportato un incremento nelle richieste di questo tipo di figure professionali da parte delle aziende. I direttori dei sistemi informatici, in particolare, vengono sempre più implicati nelle strategie aziendali, poiché i sistemi informatici sono ormai elementi chiave della redditività".

Complice del boom delle offerte di lavoro legate al settore dell’informatica e delle Telecomunicazioni è lo straordinario sviluppo delle tecnologie legate al mondo di Internet e dei nuovi strumenti di comunicazione. Sul sito www.michael page.it è possibile scaricare e leggere la versione integrale dello "Studio di retribuzione Technology", dove sono elencate le diverse figure professionali richieste e le rispettive classi di retribuzione associate in base alle dimensioni dell’azienda offerente e agli anni di esperienza del potenziale candidato. Ad esempio, lo stipendio minimo garantito a un ingegnere delle telecomunicazioni è di 40 mila euro lordi all’anno, mentre quello massimo è di 90 mila. Simile è la forbice retributiva per i responsabili della sicurezza dei sistemi informatici e per i direttori dello sviluppo R&D, per i quali la retribuzione annua minima è di 40 mila euro, mentre quella massima raggiunge gli 85 mila euro. Stipendi superiori sono destinati agli IT manager e ai direttori dei sistemi informativi: i primi sarebbero destinatari di uno stipendio minimo di 40 mila euro che può raggiungere i 100 mila euro; i direttori, otterrebbero come stipendio base i 45 mila euro fino alla cifra massima di 130 mila euro annui.

Per ogni figura professionale ricercata, inoltre, nello studio di Michael Page è specificato il ruolo e le mansioni di competenza, le responsabilità attribuite, i requisiti formativi necessari e lo sbocco lavorativo attinente. Se, ad esempio, i direttori dei sistemi informativi "sono sempre più strettamente implicati nella strategia dell’azienda, poiché i sistemi informatici sono, con sempre maggiore frequenza, elementi chiave della redditività", l’IT manager è legato maggiormente agli aspetti tecnici e gestionali.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Ingegneria delle telecomunicazioni