AGCOM: Modem router libero da vincoli contrattuali


I fornitori di servizi internet non possono più imporre il modem al consumatore
AGCOM: Modem router libero da vincoli contrattuali

Modem router obbligatorio addio

La libertà di scelta del router Wi-fi con il modem integrato era già scattato a partire dal 1° dicembre 2018 per tutti i nuovi contratti per la fornitura di linea fissa Adsl e fibra ottica, ma a partire dal 1° gennaio 2019, tale diritto è stato allargato anche ai contratti già in essere.

E’ l’ultimo passaggio di una “liberalizzazione” sancita dall’Agcom, l’Autorità per le garanzie nella comunicazioni, ad appannaggio dei milioni di cittadini che utilizzano una linea fissa Adsl e fibra ottica per connettere a internet i propri device.

 

Una pratica commerciale eliminata

Finora, i giganti della telefonia che offrivano il servizio internet, fornivano nel pacchetto anche l’utilizzo di uno specifico modem da ottenere in comodato d’uso, a noleggio o da acquistare (anche in forma rateale).
Sul punto si è espressa l’Agcom che, con una pronuncia, ha sancito il diritto del consumatore di scegliere il proprio modem senza vincoli dettati dai fornitori di servizi internet, eliminando una pratica diffusa.

 

Libertà di scelta del consumatore

Adesso, chi intende sottoscrivere un nuovo contratto di linea fissa Adsl o fibra ottica non è più obbligato a utilizzare il modem router fornito dall’operatore telefonico, ma può scegliere liberamente quale modello utilizzare.
Se, però, il consumatore intende utilizzare quello proposto dal fornitore del servizio internet, ha diritto a conoscere il costo dell’apparecchio in maniera scorporata dal resto dei costi e il modem non deve contenere dei blocchi tali per cui non potrebbe essere utilizzato una volta passati ad altro fornitore.
Per chi, invece, avesse già in essere un contratto comprendente la fornitura del modem, il consumatore avrebbe la possibilità di disdetta dell’utilizzo dell’apparecchio, salvo la restituzione dello stesso e senza ottenere il rimborso delle rate già versate.

 

Come scegliere il modem giusto?

La pronuncia dell’Agcom ha sdoganato il principio della libertà di scelta del router con modem integrato. Ma conseguenza diretta dell’esercizio di tale diritto è la capacità di scelta del modem corretto da utilizzare.
Il modello deve essere scelto in base alla tipologia di linea (Adsl o fibra ottica), al numero di device da collegare al modem (pc, smartphone, tablet, consolle, ecc…) e alla qualità dell’apparecchio. E in base alla scelta si avrà una maggiore o minore qualità e velocità di trasmissione dei dati.
Sulla tipologia di linea, poi, occorre verificare se la fibra ottica è effettivamente tale, del tipo FTTH (detta anche iperfibra), oppure del tipo FTTC o FTTS, in cui l’ultimo tratto tra il nodo più vicino a casa e l’appartamento resta comunque in rame come per l’Adsl.
Ottenere queste informazioni è importante per fare la scelta giusta, ma ciò che è altrettanto importante è il poter scegliere!  

 

Articolo del: