Aggiornamento dell’Isee per i nuclei familiari con disabili


A fronte di modifiche di calcolo, l’inps procederà ad aggiornare gli indicatori delle domande presentate prima del 28 maggio scorso
Aggiornamento dell’Isee per i nuclei familiari con disabili

L’Inps ha comunicato che sta procedendo con il ricalcolo delle attestazioni Isee (Indicatore della situazione economica equivalente), presentate entro il 28 maggio 2016, per i nuclei familiari che hanno come componenti persone disabili o non autosufficienti.

Il ricalcolo è dettato dall’esigenza di aggiornare l’indicatore economico dopo l’emissione di alcune sentenze del Consiglio di Stato e dopo l’emanazione del D.L. n. 42/2016 (convertito nella legge n. 89/2016, pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 28/05/2016 n. 124).

Come si è detto, l’Inps procederà al ricalcolo delle attestazioni Isee presentate prima del 28 maggio 2016, poiché per quelle presentate in una data successiva, i metodi di calcolo sono stati aggiornati.A partire dal 29 maggio scorso, infatti, sono stati modificati l’Isee ordinario, l’Isee sociosanitario residenze e l’Isee Corrente per le famiglie composte da persone affette da disabilità o che versano in condizioni di non autosufficienza.

Nello specifico, ecco le principali modifiche apportate al calcolo dell’Isee dichiarate dall’Istituto di prevodenza:
- l’esclusione dal reddito, ai fini dell’Isee, dei trattamenti assistenziali, previdenziali ed indennitari erogati dalle amministrazioni pubbliche in ragione della condizione di disabilità;
- l’introduzione di una maggiorazione dello 0,5 del parametro della scala di equivalenza in sostituzione delle franchigie originariamente previste per la disabilità e della detrazione delle spese sostenute per i collaboratori domestici e addetti all’assistenza personale o per la retta di ospitalità alberghiera.

Un’avvertenza importante: l’Inps procederà d’ufficio a effettuare il ricalcolo. Dunque, non c’è la necessità che i contribuenti presentino nuovamente la nuova Dichiarazione sostitutiva unica (DSU) per ottenere il nuovo indicatore Isee.

Chiaramente, dato l’elevato numero di elaborazioni, l’Inps procederà al ricalcolo "in blocchi" in ordine cronologico, ovvero sulla base della data di presentazione della dichiarazione originaria. Le operazioni, fanno sapere dal’Inps, si concluderanno entro il prossimo 10 settembre.

Se non è necessaria alcuna presentazione di documentazione ai fini del ricalcolo, la verifica dei dati dell’Isee aggiornato sarà invece a carico degli utenti che potranno controllare la veridicità dei nuovi dati attraverso il sito dell’Inps, accedendo con il PIN, oppure attraverso i Caf e i professionisti abilitati.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza fiscale e tributaria